Derby dell’Adige deciso ai vantaggi del tie break: lo vince Verona ma Trento resta seconda

Verona, 18 febbraio 2019

Il derby dell’Adige valevole per il ventunesimo turno di regular season SuperLega Credem Banca 2018/19 si decide solo ai vantaggi del tie break. A spuntarla, i padroni di casa della Calzedonia Verona per 16-14 dopo quasi due ore ed un quarto di gara contraddistinta da fiammate da una e dall’altra parte che hanno reso la sfida molto avvincente ed incerta sino alla fine.
Nonostante debba archiviare la quarta sconfitta in campionato, l’Itas Trentino conserva comunque il secondo posto solitario in classifica, staccando Civitanova di un punto grazie alla vittoria del primo e del terzo set, momenti in cui la formazione di Lorenzetti ha offerto la sua miglior pallavolo della serata prima di subire la doppia rimonta degli scaligeri.
Fra le fila dei Campioni del Mondo da segnalare l’ottimo rientro di Kovacevic (best scorer gialloblù con 20 punti ed il 55% a rete) e la prestazione efficace in tutti i settori del gioco di Candellaro, a segno quattordici volte con 5 muri, un ace ed il 100% in attacco. Molto efficace anche l’ingresso in corso d’opera di Codarin, autore dell’83% in primo tempo e due muri che sono riusciti nel tie break ad arginare in parte la grande serata dell’ex di turno Kaziyski (mvp con 24 punti ed il 52% a rete).

Di seguito il tabellino della partita valida per la ventunesima giornata di regular season di SuperLega Credem Banca 2018/19 giocata questa sera all’AGSM Forum di Verona.

Calzedonia Verona-Itas Trentino 3-2
(21-25, 25-21, 21-25, 25-18, 16-14)
CALZEDONIA: Manavi 15, Solé 3, Boyer 20, Kaziyski 24, Birarelli 7, Spirito 5, De Pandis (L) ; Alletti 6, Giuliani (L), Marretta, Sharifi 3. N.e. Pinelli e Magalini. All. Nikola Grbic.
ITAS TRENTINO:  Lisinac 5, Vettori 10, Russell 11, Candellaro 14, Giannelli 2, Kovacevic 20, Grebennikov (L); Nelli 6, Van Garderen 2, Codarin 7, Cavuto. N.e. Daldello, De Angelis. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Tanasi di Noto (Siracusa) e Cappello di Sortino (Siracusa).
DURATA SET: 30’, 29’, 28’, 26’, 20’; tot. 2h e 13’.
NOTE: 4.021 spettatori. Calzedonia: 16 muri, 4 ace, 20 errori in battuta, 6 errori azione, 51% in attacco, 42% (27%) in ricezione. Itas Trentino: 11 muri, 7 ace, 15 errori in battuta, 8 errori azione, 51% in attacco, 41% (29%) in ricezione. Mvp Kaziyski.

Trentino Volley Srl
Ufficio Stampa