Progetto calendari

Il progetto calendari dal 2016

Il progetto calendari 2016

Fino alla stagione 2015-16, i calendari agonistici della Lega Pallavolo Serie A sono stati sviluppati basandosi su un software in grado di elaborare matrici di sequenze tra partite in casa ed esterne, in cui inserire manualmente i blocchi imposti dagli impegni dei palasport, dalle trasferte europee e dalle sequenze di vincoli organizzativi (tra cui, fra tanti, una corretta sequenza temporale dei match interni).

Nel 2015 è iniziato un nuovo percorso, per trovare un sistema che portasse alla massima efficienza di calcolo. Il responsabile del progetto Fabrizio Rossini, alla ricerca di una soluzione ottimale, ha contattato il gruppo di Ricerca Operativa del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Firenze.

Un approfondito studio del problema, combinando tutte le informazioni durante vari meeting nella sede della Lega a Bologna e presso la Scuola di Ingegneria dell’Università di Firenze, ha portato alla conclusione finale: un complesso algoritmo in grado di fornire un calendario ottimizzato.
Il lavoro è stato firmato dal Laboratorio di Ottimizzazione Globale (GOL) del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Firenze, diretto dai professori di Ricerca Operativa Fabio Schoen e Marco Sciandrone. Hanno partecipato al progetto la Prof.ssa Veronica Piccialli dell’Università di Roma Tor Vergata, i dottorandi Guido Cocchi, Alessandro Galligari, Federica Picca Nicolino del Laboratorio GOL di Firenze.
Il modello matematico ha fornito una soluzione che la Lega Pallavolo ha adottato come calendario della Serie A 2016/17.

Il progetto calendari è stato anche oggetto di un prestigioso paper pubblicato dalla rivista internazionale “Interfaces”, la bibbia mondiuale della Ricerca Operativa (qui l’articolo).