Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  CMC Romagna  Due punti al Pala De Andrè, ma che fatica!
  Stampa

  Mercoledí 10 Febbraio 2016 - 23:28  
Due punti al Pala De Andrè, ma che fatica! 
"Abbiamo fatto un passo indietro - commenta Kantor - rispetto alle ultime uscite, abbiamo fatto tanti errori e siamo stati poco lucidi. Sono comunque due punti preziosi, e per la prima volta in questo campionato muoviamo la classifica in tre turni consecutivi. Da domani pensiamo a Latina"
CMC Romagna: 

Terza partita al Pala De Andrè e terzo tie break per la CMC che, dopo la vittoria con Latina e la sconfitta con Milano, la spunta contro la LPR e prende altri due punti utili per restare in corsa play-off.
Tra le mure amiche del palasport ravennate i ragazzi di Kantor hanno faticato a esprimersi al meglio, subendo oltre misura in ricezione e offrendo una prova deficitaria dai nove metri. Il folto pubblico del De Andrè ha aiutato i ragazzi nell’impresa di rimontare per ben due volte la LPR, grazie all’apporto di tutto la squadra ma soprattutto di Torres, premiato MVP con 26 punti, Ricci e Van Garderen. Tra le fila piacentine, buone prove di Perrin e dei centrali Patriarca e Tencati. Alla gara erano presenti numerosi rappresentanti delle aziende locali dell’offshore, a cui la Porto Robur Costa ha dato sostegno e visibilità in questo periodo difficile. Era inoltre presente l’ospite in panchina Morigi, responsabile amministrativo dell’azienda CMC.
1° set. La LPR entra in campo con Coscione in regia, Kohut sulla sua diagonale nell’inedito ruolo di opposto, Patriarca e Tencati centrali, Perrin e Papi schiacciatori con Lampariello libero. La CMC risponde con Cavanna in palleggio e Torres opposto, Ricci e Mengozzi in posto 3, Koumentakis e Van Garderen ad attaccare in banda e il duo Bari-Goi a ricoprire il ruolo di libero. Il primo break è della LPR che con un bel muro di Patriarca su Ricci fa il 4-2, ma lo stesso Ricci con un ace impatta sul 4-4. Al time out tecnico è ancora Piacenza avanti 12-10, e l’allungo continua fino al +4 (11-15), la CMC fatica a trovare soluzioni efficaci in battuta e subisce in ricezione, Patriarca mette a terra l’ace del 14-18 e Torres spara out la palla successiva, quando in campo piacentino sono subentrati Tavares e Luburic per Kohut e Coscione. Il doppio cambio si chiude sul 15-20. Kantor tenta la carta Polo in battuta e Boswinkel a muro per Cavanna, ma il giovane centrale sbaglia il servizio (16-22). Il set scivola via senza intoppi per la LPR, unica squadra in campo, che chiude 17-25.
2° set.  Sestetti invariati per entrambe le squadre. Si procede punto a punto, anche se i ragazzi di Kantor continuano a faticare in ricezione sulle float insidiose degli ospiti, e non riescono a essere a loro volta efficaci dai 9 metri. Sull’11 pari coach Giuliani replica il doppio cambio inserendo Tavares e Luburic per Kohut e Coscione, ma è la CMC a raggiungere il time out tecnico per prima (12-11). Sul 12-13 Kantor cambia la regia, inserendo Perini per Cavanna. L’ace di Koumentakis vale il 15-13 e la panchina piacentina ferma il gioco. Sul 15-14 fa il suo ingresso Zlatanov per il servizio, ma lo sbaglia, e tra le fila della LPR rientra la diagonale titolare. Piacenza sorpassa la CMC 17-18 e con l’ace di Papi su Bari allunga a +2. Ricci tiene i suoi a contatto con un primo tempo vincente e poi con una battuta insidiosa propizia il tap in di Koumentakis. Il muro di Torres su Perrin firma il controsorpasso (21-20), il set è tiratissimo quando Piacenza pasticcia in ricostruzione (24-22) e il muro di Perini dopo un recupero spettacolare di Torres fa esplodere il folto pubblico del De Andrè e riporta il match in parità (25-22).
set. Kantor conferma Perini al posto di Cavanna, nessun cambio per il team di Giuliani. Sul 4-2 Perrin lascia spazio a Ter Horst, che subito mura Torres. E’ ancora equilibrio tra le due squadre, quando Giuliani si affida al doppio cambio e Koumentakis spara out (10-12). Sul 10-13 rientra Cavanna per Perini, ma l’inerzia è a favore degli ospiti e l’ace di Papi lo conferma (11-16). Non è serata per i nostri dai 9 metri che commettono tanti errori (6 nel solo terzo set, nessun ace) e non riescono a essere efficaci. Sul 16-21 Polo rileva Mengozzi, nel tentativo di invertire la tendenza, ma la LPR gioca meglio e il muro di Luburic su Koumentakis vale il primo set ball, subito concretizzato con un ace sullo stesso schiacciatore greco da parte di Tavares (17-25).
4° set. La CMC riparte con Cavanna in regia e Polo per Mengozzi, mentre Giuliani manda in campo Tavares in palleggio e Luburic opposto, con Ter Horst sulla diagonale di Papi. Perrin rileva Ter Horst sul 5-5, e poco la CMC prende un break di vantaggio con il muro di Torres su Luburic (9-7). La LPR cambia ancora diagonale e Torres fa l’ace del 12-9. Cavanna di seconda mette a terra il 14-11, e l’attacco out di Perrin porta la CMC a +4 (18-14), quando Giuliani chiede time out. Un gran servizio di Torres propizia il 20-15. Il muro di Koumentakis porta i suoi a quota 22, Polo in primo tempo mette a terra il 23, poi ci pensa Torres a schiantare a terra il 24-18 e Ricci rimanda il verdetto al quinto set, firmano il punto del 25-19.
5° set. Coscione e Kohut in campo per la LPR, Polo tra le fila dei padroni di casa. Si procede punto a punto, fino al primo break a favore di Piacenza, che arriva grazie a un errore di Koumentakis in attacco (5-7). Il muro ravennate riporta a -1 la CMC, che cambia campo sotto 7-8. Prima Torres e poi un errore di Tencati vengono il 9-8, ma l’ace di Coscione su Bari firma il controsorpasso (9-10). Un super servizio di Torres confeziona il muro di Cavanna (12-11), Van Garderen mette a terra il 13-11, e subito dopo ancora Torres dai 9 metri fa l’ace del 14-11. Perrin annulla il primo match ball, ma la festa è solo rimandata: chiude Van Garderen 15-12.
“Sono contento per la vittoria – commenta a caldo Kantor – ma credo sia un punto perso alla luce di quanto sappiamo fare e che oggi non abbiamo fatto. Venivamo da due buonissime prestazioni con Perugia e Trento e oggi dal punto di vista del gioco abbiamo fatto un passo indietro. Purtroppo siamo stati altalenanti, e abbiamo commesso tanti errori. E’ comunque la prima volta in campionato che facciamo punti per tre gare di fila, e questo ci deve dare fiducia. Sono felice per il pubblico, che ci ha aiutato e sostenuto fino alla fine. Da domani pensiamo a Latina”.

MPV: Maurice Torres (CMC Romagna)

CMC ROMAGNA - LPR PIACENZA 3 – 2 (17-25; 25-22; 17-25; 25-19; 15-12)
CMC Romagna: Mengozzi 3, Ricci 12, Cavanna 2, Van Garderen 16, Polo 2, Koumentakis 11, Goi (L), Torres 26, Bari (L), Boswinkel, Perini 1. N.e: Della Lunga, Zappoli. All. Kantor
LPR Piacenza: Coscione 2, Kohut 8, Ter Horst 6, Perrin 15, Papi 10, Sedlacek, Patriarca 13, Lampariello (L), Zlatanov, Luburic 8, Tencati 11, Tavares 2. N.e: Cottarelli. All. Giuliani

Silvia Canale - Ufficio Stampa Porto Robur Costa


Italian Time: 20:20 - 28 Lug 2016
© 2008 Lega Pallavolo Serie A