Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  Conad Reggio Emilia  Playoff guadagnati, ma Cantagalli non si accontenta: "Potevamo vincerla..."
  Stampa

  Lunedí 14 Marzo 2016 - 21:01  
Playoff guadagnati, ma Cantagalli non si accontenta: "Potevamo vincerla..." 
Il coach della Conad non è soddisfatto della prova dei suoi contro Civita Castellana e "tira le orecchie" ai giocatori: "Non mi è piaciuto l'atteggiamento, non ci abbiamo messo il cuore e stiamo diventando un po' presuntuosi. Ci fanno meglio le critiche che gli elogi. Rivoglio la squadra umile di una settimana fa". Marchiani e Morgese delusi: "L'unica cosa positiva è il punto che ci regala la certezza dei playoff. Ora dobbiamo rimetterci in sesto per Alessano e fare tesoro degli errori commessi contro Civita".
Conad Reggio Emilia: 
La sconfitta contro Civita Castellana al tie-break non è piaciuta al coach Luca Cantagalli che tira le orecchie alla sua Conad. Un modo per richiamare all'ordine i ragazzi ed evitare il rischio di “sedersi sugli allori” dopo la cavalcata di grandi vittorie e la conquista dei playoff arrivata matematicamente proprio ieri. Insomma, Cantagalli è sempre stato abituato a vincere nella sua carriera da giocatore e la fame non gli manca pure in veste da allenatore. E così arriva la strigliata. “Abbiamo lasciato andare questa partita – dice il tecnico - che paradossalmente nonostante siamo stati in vantaggio due volte, non abbiamo mai avuto in mano; abbiamo sempre rincorso con grande difficoltà in ricezione anche sui palloni facili, con tanti errori in attacco che hanno compromesso il risultato. Ma soprattutto abbiamo giocato con poco cuore e con poco entusiasmo. E questo atteggiamento non mi piace, non è ciò che voglio vedere dalla mia squadra. Al di là delle grande prestazioni fatte finora, la tanta fatica fatta per arrivare qui, ora non dobbiamo mollare o trovare alibi come “perché siamo stanchi o perché non ci siamo allenati tanto. Non voglio essere catastrofico, ma critico. Perché di critiche ne abbiamo bisogno, a partire da me sia chiaro. Abbiamo ricevuto solo elogi in questo periodo, ma evidentemente vedo che ci fanno male perché siamo diventati presuntuosi. Parliamo e parliamo, ma in campo facciamo poco e questo è lo specchio della partita con Civita Castellana. Potevamo vincerla questa partita che era assolutamente nelle nostre corde, ma non abbiamo voluto. Non abbiamo dato tutto, è mancato il cuore. Questo non mi piace e dobbiamo subito invertire la rotta”.

Domenica c'è la penultima giornata di campionato ad Alessano (Lecce) dove la Conad giocherà l'anticipo alle 12.
E Cantagalli vuole subito il riscatto: “Avremo una settimana per prepararla. Ripeto, non sono catastrofico perché ci sono anche cose positive, ma se andiamo ad Alessano con l'atteggiamento di chi si accontenta di ciò che abbiamo fatto finora e dei playoff raggiunti, rischiamo di andare in difficoltà. Dobbiamo capire che ora abbiamo la parte più bella del campionato. Tra poco inizieranno i playoff e dobbiamo giocare con l'entusiasmo di chi vuole provare a fare qualcosa di importante”.
 
E sui volti dei giocatori c'è delusione. A partire dal palleggiatore Manuele Marchiani: “Forse abbiamo accusato un po' di tensione. Ma comunque loro sono una bella squadra che costringe all'errore e poi hanno un opposto di categoria superiore (Da Silva, 33 punti ieri). Forse con qualche errore in meno saremmo riusciti a portarla a casa questa partita. Consoliamoci col punto che vale i playoff e comunque aver conquistato 4 punti in 3 gare con le prime in classifica non era facile. Ci siamo allenati poco e la stanchezza si è vista negli ultimi set. Ora però vogliamo ripartire a vincere contro Alessano. Sarà una lunga trasferta e per loro sarà l'ultima partita in casa della stagione e daranno l'anima. Noi vogliamo fare punti per arrivare al meglio ai playoff. Sarà una battaglia”.
 
Anche il libero Davide Morgese non è per nulla soddisfatto e invita i compagni a reagire. “E' stata una partita strana e allo stesso tempo spettacolare. Non siamo riusciti a imporre il nostro gioco e abbiamo avuto parecchi blackout nei fondamentali. Poi bisogna fare i complimenti a loro e soprattutto un opposto così ce l'hanno in pochi. L'unica cosa positiva, se vogliamo prendere ciò che di buono abbiamo fatto in questa gara, è il punto che ci permette di avere la certezza che disputeremo i playoff. Però dobbiamo fare tesoro di questa sconfitta: abbiamo subito troppi punti, un po' po per la stanchezza che ci ha portato ad essere meno lucidi, ma soprattutto perché non abbiamo dato quel qualcosa in più. E dobbiamo farlo già dalla prossima gara ad Alessano domenica”.

Italian Time: 17:36 - 5 Dic 2016
© 2008 Lega Pallavolo Serie A