Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  Messaggerie Bacco Catania  I rossazzurri perdono 3-1 al PalaCatania contro Santa Croce
  Stampa

  Giovedí 7 Dicembre 2017 - 11:26  
I rossazzurri perdono 3-1 al PalaCatania contro Santa Croce 
Rigano: dobbiamo portare punti a casa qualsiasi sia l'avversario e la situazione che ci troviamo davanti
Messaggerie Bacco Catania: 

Lupi di Santa Croce all’assalto ieri sera al PalaCatania e nonostante un set vinto e la voglia di arrivare fino alla fine i rossazzurri hanno fermato la corsa delle ultime due settimane perdendo 3-1 sul campo casalingo. Stop in classifica di Messaggerie Bacco Catania che a questo punto deve andare avanti con la sola certezze di dovere fare punti importanti già nella partita di domenica prossima, quella che giocherà fuori casa contro Videx Grottazzolina

Santa Croce martella fin da subito con Wagner, l’opposto brasiliano (1-2), ma i rossazzurri non sono da meno e riescono a mettere in difficoltà la ricezione avversaria con Dusan Bonacic (3-3), ad andare avanti con un ace di Danilo De Santis (4-3), a procedere con due break di vantaggio con Francesco Sideri che spara una palla dritta al centro del campo avversario (6-4). Nonostante la tensione evidente i rossazzurri riescono ad essere decisivi grazie al libero Emanuele Spampinato che, in più di un’occasione mette il regista Juan Finoli, nelle condizioni di coordinare a meglio la squadra. Dalla parità del 10-10 i Lupi cambiano marcia, Wagner va di con una serie di lungo linea e si concede anche un ace (10-14). Esce Bonacic ed entra Andrea Torre. E’ Sideri a dire che non si molla (12-17). Elia serve, Spampinato riceve e Finoli serve Matteo Pizzichini (13-18), poi è lo stesso cileno a imporsi a muro (14-21). Ma non basta. Santa Croce sbarra la strada e chiude(15-25). 

Nel secondo set i rossazzurri cominciano con un piede diverso. Leonardo Razzetto dice no a Wagner alzando un muro che blocca l’opposto (3-2) e sempre Razzetto attacca e porta avanti i suoi (5-4). Gli artigli vengono fuori. Tocca a Pizzichini stoppare nuovamente la macchina da punti brasiliana e, per la prima volta i rossazzurri, riescono a siglare tre punti di fila (9-8). Bonacic mette in crisi la ricezione avversaria con la battuta e a fare il resto ci pensa Danilo De Santis (13-11). La furia cilena esce fuori nel punto successivo (14-11). Le distanze aumentano con Pizzichini (17-12), ma li avversari si scuotono con un ace di Wagner. Tra le fila rossazzurre arriva il giovane Matteo Chillemi che spara una battuta che costringe Elia ad un out (23-17). Il punto successivo è un ace del chirurgico numero 16 rossazzurro che vale il set point (24-17). Si sospira, ma poi ci pensa Sideri a regalare il sorriso a tutto il PalaCatania (25-18) 

Unghie sfoderate ad inizio terzo set. Wagner sembra perdere un po’ di concentrazione e Messaggerie Bacco ne approfitta con Pizzichini che continua a bloccarlo (4-3). Con un attacco out di Hage la distanza aumenta (6-3), ma poi i Lupi si rifanno sotto e si va avanti fino ad una nuova parità (11-11). Comincia un’altalena di vantaggi . I rossazzurri non mollano. Bonacic fa il dodicesimo punto etneo. Poi Wagner blocca Sideri (12-15). In campo ci sono confusione ed errori. Leonardo Razzetto, sparando una palla a terra dice che la sua squadra è ancora viva e dentro il set (17-20). E’ Elia a regalare il primo set point ai suoi (19-24). Andrea Torre ritarda la chiusura (20-24), ed è ancora una volta Wagner a chiudere (20-25).

Il quarto set lo inaugurano la coppia Razzetto, in battuta, Pizzichini a muro (1-0). Si va avanti in parità (10-10). Le squadre si armano per scambi lunghi. E’ Pizzichini a dare voce ad un punto conquistato con i denti da tutti (10-12). Catania c’è e lo dimostra. Ci pensa Bonacic a fare punto su una battuta di Finoli che Wagner recupera miracolosamente (15-16). Poi Santa Croce mette le distanze (16-21). Rigano chiama il time out e cerca di scuotere i suoi, ma non c’è niente da fare. Torre firma il punto numero 17, ma Wagner, ancora una volta regala il primo match point (18-24). Pizzichini ritarda la chiusura e porta i suoi a 19. Un errore in battuta di De Santis consegna agli avversari l’ottava vittoria consecutiva in campionato e il primato in classifica (19-25).

“Abbiamo pagato lo scotto di giocare questa partita con atleti che hanno ancora sulle gambe il match di sabato scorso e probabilmente siamo un po’ una coperta corta che ogni tanto, quando ci scopriamo, è difficile da risistemate per tenersi al caldo”. Mister Gianpietro Rigano legge così la sconfitta di ieri sera la PalaCatania e aggiunge: “Abbiamo bisogno costantemente delle energie e della forza di tutto il nostro roster per riuscire a vincere qualsiasi partita, questa a maggior ragione contro una squadra con ottime credenziali per arrivare in alto. Adesso bisogna rimboccarsi le maniche e ripartire, ricucire tutto, perché il nostro obiettivo è portare punti e contro Santa Croce lo abbiamo smarrito. Avremmo dovuto essere più cinici e aggressivi in fase centrale del terzo set, quando avevamo ancora la mente fresca e le energie necessarie. Dobbiamo portare punti a casa qualsiasi sia l’avversario e la situazione in cui andremo a giocare, dobbiamo ricompattarci e ricominciare”. 


Italian Time: 8:08 - 16 Dic 2017
© 2008 Lega Pallavolo Serie A