l’allievo (Lorizio) supera il maestro (Di Pinto)! Tutta Gioia!

Il derby pugliese tra la Teleunit Volley Gioia e la Prisma Taranto si è concluso con la netta vittoria (3-0) dei padroni di casa. E con l’allievo Lorizio che supera il maestro Di Pinto (già insieme proprio sulla panchina del Taranto). I leoni biancorossi, tornati a ruggire con una performance davvero ad alti livelli, hanno impedito agli avversari di entrare in gara conquistando tutti i tre set di gioco quasi con facilità, grazie alla propria prestazione molto tecnica ed anche al nervosismo degli ionici. Il risultato dell’incontro, (25-22, 25-19, 25-17 i parziali), ha premiato l’impegno costante di Barbone e compagni, determinati a non arrendersi all’evidenza di una classifica ingiusta (come dichiarano cori di esperti e come confermano le prestazioni della squadra del patron Gallo).
“Abbiamo dimostrato di crederci ancora – ha dichiarato Pino Lorizio -. E continueremo a farlo sino alla fine della stagione, affrontando una gara dopo l’altra e cercando di fare punti ovunque. La squadra si sta impegnando ed io sto lavorando molto serenamente con i miei uomini dei quali sono evidentemente molto soddisfatto. Rispondono con un lavoro serio e costante e sono capaci di reagire, senza mai arrendersi. Credo sia questo lo spirito più giusto per affrontare anche una classifica come la nostra che non fa più promesse, ma che merita di essere onorata dalla nostra presenza a pieno regime”.
Ottima la regia del greco Sakis Psarras che ha servito il gioco dei compagni, tutti i gran spolvero dal sempre tecnicamente perfetto Cosimo Gallotta, all’incontenibile Peter Divis, (l’opposto slovacco, top scorer dell’incontro con 18 punti). Valido anche il lavoro dei centrali Giuseppe Barbone e Massimo Tomalino e la ricezione del libero Andrea Bari, che torna a confermarsi, (come già nella passata stagione), tra i migliori del Campionato nel suo ruolo.
Grande soddisfazione anche tra i giocatori : “La chiave della nostra partita contro Taranto è stata la voglia di vincere – ha confermato Rafa Pascual, (migliore in campo e vero matador dell’incontro) -. Abbiamo giocato dei fondamentali da manuale ed il nostro impegno è stato premiato. Sono gare importanti anche per il morale e noi non ci siamo stancati di combattere”.
“Ci abbiamo creduto. Non ci siamo fatti cogliere dalla tensione ed abbiamo affrontato il derby come se fosse una qualsiasi partita – commenta Barbone, capitano e centrale storico del Volley Gioia -. In campo sentivamo il calore del nostro pubblico, del quale abbiamo sempre un grande bisogno e siamo riusciti a trasformarlo in energia positiva per portare avanti quella gara che avevamo iniziato molto bene”. “Siamo riusciti a contenere i tentativi di attacco dei nostri avversari con una difesa quasi impeccabile – continua il centrale biancorosso – ed abbiamo aggiunto del nostro con un attacco efficace, sfruttando ogni momento”.
Dopo la vittoria contro il Modena dell’ex Richard Schuil, (per 3-2 il 24 ottobre 2004), e quella contro il Vibo di Simone Rosalba, (3-2 nell’altro Monday Night del 31 gennaio scorso), gli uomini di Pino Lorizio hanno messo a segno ieri la vittoria più bella per risultato in campo e fuori. Soddisfatti anche i tifosi biancorossi accorsi numerosissimi a sostenere incessantemente i propri beniamini. “La soddisfazione che si aggiunge a quella di una gara così bella – dichiara Angelo Galatola, presidente della Teleunit – è quella di aver confermato l’infondatezza degli allarmismi nati prima dell’incontro. Il servizio d’ordine è stato ineccepibile e ha garantito tranquillità dimostrata anche dai nostri ineguagliabili tifosi che numerosi e corretti hanno dimostrato di non essere serial killer violenti come qualcuno aveva voluto dipingerli”. “Evidentemente noi non mangiamo i bambini – continua il dirigente – lo avevamo dichiarato prima dell’incontro e lo ribadiamo ora alla luce dei fatti che oltre a darci ragione al momento, dogmatizzano questa certezza anche per il futuro”.

Luisa Maurelli
Addetto Stampa Teleunit Volley Gioia
luisamaurelli@volleygioia.com, luisamaurelli@libero.it
347/918.96.26 – 080/343.05.10 – 080/344.14.56