Vittoria corsara in quattro set al PalaValentia

TONNO CALLIPO – VOLLEY POTENTINO 1-3

Starting six

Potenza Picena: Partenio-Moretti, Tartaglione-Casoli, Diamantini-Polo, Bonami (L)

Vibo Valentia: Sintini-Gavotto, Vedovotto-Zanuto, Presta-Forni, Cesarini (L)

La vittoria ideale per cancellare lo stop interno della settimana scorsa. Nel nono turno di andata della Serie A2 UnipolSai la B-Chem Potenza Picena sorprende la corazzata Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia in quattro set e torna nelle Marche con tre punti di importanza capitale nella rincorsa a un posto utile per disputare la Coppa Italia. Il sestetto biancazzurro supera proprio gli avversari diretti in classifica mostrando la solita combattività in campo e, in particolare nei primi due set, quel mix di cinismo e lucidità che era venuto meno nelle volate contro Ortona domenica scorsa. Sintini e compagni reagiscono nel terzo parziale, ma esauriscono le energie nervose di fronte al forcing potentino. Strapotere al servizio degli ospiti (7 ace a 1) con la difesa calabrese in difficoltà. Ottima gestione del match dei centrali Polo e Diamantini. Decisivo Tartaglione in banda nelle fasi delicate. Puntuali Casoli e Bonami. Moretti sigla 27 punti, uno in meno del top scorer Gavotto, e riscatta la prova altalenante con la Sieco Service.

Primo set sostanzialmente equilibrato con la B-Chem che centra un sorpasso sofferto (18-19), torna sotto nel finale (22-23), ma si afferma ai vantaggi con un grande Moretti (24-26). Vibo Valentia accusa il colpo e non riesce a contrastare gli ospiti nei primi minuti del secondo set (5-12), ma il Volley Potentino si rilassa (15-16) consentendo alla squadra di casa di impattare (20-20). Finale al cardiopalma con vantaggio dei giallorossi (22-21) e nuovo ribaltone di Potenza Picena (22-24) prima dell’attacco out di Gavotto (23-25). Terzo parziale in equilibrio fino allo sprint finale di Vibo Valentia (22-18), più tonica negli scambi conclusivi (25-20). Quarto set alla pari fino al 16-17, poi la B-Chem mette il turbo e non sbaglia più nulla. Per gli avversari non c’è più niente da fare (19-25). Una vittoria prestigiosa e meritata per quanto fatto vedere sul rettangolo di gioco. Il 21 dicembre il collettivo di Potenza Picena giocherà sul campo di Reggio Emilia.

1 set: Il match di alta classifica si apre sul filo dell’equilibrio con le squadre punto a punto (7-7) fino al break dei padroni di casa (9-7), che mantengono il doppio vantaggio fino al time out tecnico (12-10). Una pausa salutare per i biancazzurri che fanno tesoro delle indicazioni di coach Graziosi e impattano (12-12). La Tonno Callipo non ci sta e, spronata dai tifosi, riagguanta il +2 (15-13). La tenacia encomiabile dei marchigiani e il forcing dai 9 metri riportano il parziale in equilibrio (17-17) e gelano il PalaValentia con il pallone del sorpasso (17-18). Tre punti in successione che mettono i brividi ai sostenitori di casa. Lo spauracchio si concretizza con il doppio vantaggio degli ospiti (19-21). Bravo il sestetto calabrese a ritrovare lucidità e ad annullare il divario (21-21). Vibo Valentia torna avanti (23-22). Un autentico braccio di ferro ricco di colpi di scena tra i due team. Sorpasso di Potenza Picena e palla set (23-24). Gli uomini di De Giorgi annullano la prima occasione (24-24), ma non possono nulla sul rush finale dell’opposto Moretti, autore di due mani out per eludere il muro avversario (24-26). Ottima prova corale del Volley Potentino. Sul fronte opposto applausi per Gavotto, capace di siglare ben 10 punti.

2 set: Vibo Valentia accusa il colpo e gli uomini di Graziosi ne approfittano in avvio del secondo set (3-7). Il ritmo martellante in battuta di Moretti e compagni crea enormi difficoltà e mina la sicurezza dei ricettori giallorossi, che arrivano col fiatone al time out tecnico. I marchigiani vantano un +7 rassicurante (5-12), ma la pausa rigenera Sintini e compagni che si rifanno sotto (12-15). Così com’era successo nell’ottava giornata di A2 contro Ortona, la B-Chem si rilassa e sciupa il cospicuo vantaggio (15-16) consentendo alla formazione di casa di ristabilire la momentanea parità (19-19) e di portarsi avanti (22-21). Un set a dir poco rocambolesco illuminato dal nuovo sorpasso della B-Chem (22-23) che si porta addirittura in doppio vantaggio dopo la giocata di abilità targata Casoli (22-24). La Tonno Callipo annulla la prima palla set e sfiora il pareggio, ma la difesa biancazzurra difende bene sul primo attacco e, sulla respinta, Gavotto non trova il campo consegnando il secondo parziale a Potenza Picena (23-25). Fondamentali gli 8 punti di Moretti e la bella prestazione del centrale Diamantini.

3 set: Reazione rabbiosa di Vibo Valentia nel terzo set (7-4). Esaurita la sfuriata, i potentini annullano lo svantaggio (7-7) e mettono la testa avanti (9-10) mantenendo il divario di un punto al time out tecnico (11-12). La Tonno Callipo capovolge il risultato (14-13). In campo è battaglia (14-15) e il tabellone luminoso impazzisce per i continui stravolgimenti del punteggio (17-16). I calabresi trovano il +3 dopo un lungo braccio di ferro (20-17) e danno la sensazione di avere più benzina per lo sprint finale (22-18). Potenza Picena tenta il tutto per tutto (23-20), ma il tramonto del set sorride ai beniamini del PalaValentia che si impongono con una brillante percussione conclusiva (25-20) a coronare i 9 punti di Gavotto. Sul fronte biancazzurro buon parziale per Casoli, ma i quattro block incassati dalla B-Chem fanno male all’economia del risultato.

4 set: Grande intensità di gioco anche nel quarto parziale (6-8) con le due squadre che non ne vogliono sapere di rifiatare (10-10). Al time out tecnico il Volley Potentino è avanti di due punti (10-12), ma sul 14-14 è ancora tutto aperto. Bravi i biancazzurri a mantenere la lucidità e a imporre un parziale di tre a zero (14-17). La resistenza degli uomini di De Giorgi cala sul 16-17 e cola a picco sui troppi errori in attacco. Moretti e compagni veleggiano sul 17-22, mentre l’ombra di una sonora sconfitta casalinga incombe sul PalaValentia e sgretola l’euforia sugli spalti quando Moretti, Tartaglione e Casoli mettono il timbro nella corsa finale (19-25). Particolarmente positivo Tartaglione con otto attacchi, senza nessuna murata, e quattro punti.

Coach Gianluca Graziosi (Volley Potentino) :
“Una prova davvero soddisfacente. Abbiamo ritrovato la lucidità nel cambio palla grazie agli intensi allenamenti infrasettimanali. Tra le chiavi di lettura spicca il nostro servizio. Dovevamo rischiare nei momenti decisivi con la battuta al salto perchè il peso specifico di Vibo Valentia in attacco era maggiore. Bravi noi a mettere in difficoltà prima Vedovotto, poi Zanuto. Abbiamo perso il terzo set per la troppa frenesia di vincere. Un elogio a tutti. Siamo in crescita.I nostri giovani sono ricettivi. In particolare Tartaglione, che fa progressi di gara in gara. Un posto in Coppa Italia? Meglio non pensarci. Andiamo avanti a ragionare una domenica per volta”.

VIBO VALENTIA: Medic, Sintini 1, Cesarini (L), Korniienko 8, Marchiani, Kprzenevics, Forni 4, Vedovotto 15, Zanuto 5, Sardanelli (L) ne, Gavotto 28, Feroleto ne, Presta 8. All. De Giorgi
POTENZA PICENA: Polo 9, Bonami (L), Alikaj ne, Partenio 3, Miscio, Gemmi ne, Calistri (U), Moretti 27, Tartaglione (U) 15, Diamantini 13, Casoli 10, Quarta ne. All. Graziosi.
Parziali: 24-26 (31’), 23-25 (32’), 25-20 (29’), 19-25 (28’).
Arbitri: Prati di Pavia e Del Vecchio di Treviso
Note: Durata totale 2h 00’. Vibo Valentia: battute sbagliate 9, ace 1, muri 9. Potenza Picena: battute sbagliate 10, ace 7, muri 11.

(Foto di Pino Scalamandrè: attacco dell’opposto potentino Federico Moretti)

Ufficio stampa Volley Potentino
Michele Campagnoli
Tel. 349.2885993 – 377.5479228
micampa@gmail.com
ufficiostampa@volleypotentino.it