La Caloni Agnelli mette la sesta: Mondovi ko

La Caloni Agnelli inchioda anche Mondovì: secondo 3-1 in sette giorni dopo quello di Bolzano, sesta vittoria consecutiva e conferma del primato. Una conferma figlia dei migliori ingredienti, su tutti gioco, prepotenza e capacità di reazione da applausi Perché proprio quando il VBC riapre la partita, viene a galla il dna rossoblù, la forza della squadra in ciascuno dei suoi elementi.

Hoogendoorn – Paoletti, fin dal primo acchito appare palese un duello a distanza tra gli opposti e un discorso destinato a risolversi sulle sfumature. I martelli, infatti, non sbagliano e chiudono in parità a 7 (56% per l’olandese – 67 per l’anconetano) ma l’Olimpia mette sul taraflex i nervi saldi anche quando va a – 4 (10-14). Valsecchi aggancia a 15, prima del festival dei break e dei controbreak risolto con freddezza dalla coppia Hoogendoorn – Pierotti. Il tulipano non abbassa i suoi standard e mette le mani sui due allunghi che direzionano subito la ripartenza: il 7-3 poi dai nove metri è il protagonista del 13-6 (attacco, ace e free ball capitalizzata da Pierotti). Il “doppio raddoppio” è invece opera di Dolfo (16-8 in attacco e 18-9 a muro) e suona come il più melodioso anticipo di terzo periodo nonostante un calo dei nostri sul 23-19 respinto sempre dal laterale veneto.
Dolfo resta in volo ed è lui a prendere per mano l’Olimpia sotto 7-10: break di 5-0 con tre punti consecutivi di Ludovico che sale in cattedra e sciorina tutta la sua gamma di colpi anche con l’ace del 15-12. Il + 4 è di Hoogendoorn dopo una superba copertura di Franzoni che ripete con il servizio vincente per il 19-14. La capolista però non manda in campo il killer instinct, i piemontesi risorgono e la spuntano nello snervante rush 34-32 dopo la bellezza di 4 match point da una parte e 6 palle set dall’altra.
Ma la Graziosi Band reagisce con la compattezza della grande squadra soprattutto per merito di un granitico Valsecchi – non da meno il compagno di reparto Cargioli, eletto MVP – che mette a terra due punti di fila per l’11-6, ben supportato da Dolfo (14-8). Stavolta nessuna distrazione, piuttosto una piacevole picchiata finale verso il consolidamento del comando solitario della classifica. Domenica alle 16 incrocio ad alta quota con Spoleto (vittoriosa 3-0 sul campo del Club Italia), con immutato il vantaggio di due lunghezze su Romolo Mariano e compagni.

Bergamo- Mondovì 3-1 (25-23, 25-20, 32-34, 25-15)

Caloni Agnelli: Innocenti (L), Pierotti 17, Cargioli 9, Dolfo 15, Franzoni (L), Longo, Carminati, Hoogendoorn 24, Albergati, Jovanovic, Valsecchi 10. Non entrato: Cioffi. All. Graziosi.
VBC: Menardo 9, Cattaneo, Maccabruni 2, Parusso 6, Prandi (L), Picco 8, Cortellazzi 2, Paoletti 26, Borgogno 10. Non entrati: Bosio, Mercorio e Sordella. All. Barisciani

RISULTATI – Club Italia Crai Roma-Monini Spoleto 0-3 (18-25, 20-25, 18-25); Centrale del Latte McDonald’s Brescia-Pag Taviano 3-0 (25-19, 25-22, 25-23)

LA CLASSIFICA – 6ª Giornata And. (22/10/2017) – Regular Season A2 UnipolSai – Girone Blu, Stagione 2017
Caloni Agnelli Bergamo 16, Monini Spoleto 14, Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 12, Centrale del Latte McDonald’s Brescia 12, Sieco Service Ortona 11, Gioiella Micromilk Gioia del Colle 11, Pag Taviano 7, VBC Mondovì 5, Pool Libertas Cantù 3, Club Italia Crai Roma 2, Geosat Geovertical Lagonegro 2, Mosca Bruno Bolzano 1.
1 Incontro in più: Caloni Agnelli Bergamo, Monini Spoleto, Centrale del Latte McDonald’s Brescia, Club Italia Crai Roma;