Pratica Club Italia liquidata con un secco 3-0, ora testa al big match

La Monini Marconi chiude la pratica Club Italia in poco meno di un’ora e mezza. Una gara non bellissima a livello tecnico che gli oleari hanno dovuto a tratti “rimettere in piedi”, alla fine però il maggior tasso tecnico di Corvetta e compagni si è visto in tutti e tre i parziali e la vittoria è stata senz’altro meritata. Modo migliore per prepararsi al big match di domenica con Bergamo non c’era, anche perché quello di stasera è il quarto 3-0 in sei giornate di campionato, davvero niente male come inizio.

La cronaca – Provvedi da fiducia a Galliani e Bertoli in banda confermando Corvetta e Giannotti sulla diagonale e Zamagni e Van Berkel al centro, con Bari libero. Dall’altra parte sono in campo i tre figli d’arte Recine, Gardini e Cantagalli. Spoleto inizia bene con l’attacco di palla alta, Galliani e Giannotti mettono palla a terra con continuità, il Club Italia però non molla un centimetro in questo inizio e con l’ace di Cortesia si riavvicina a meno due (8-10). Primo time out per Provvedi dopo il muro su Giannotti che riporta i padroni di casa a meno uno (13-14), subito dopo c’è il sorpasso e il minibreak del 16-14. Provvedi decide di non fermare di nuovo il gioco e la risposta arriva con due attacchi vincenti di Giannotti, bravo a passare alto sulle mani del muro. Quando Van Berkel alza la voce a muro diventa difficile per i ragazzi del Club Italia raggiungere le sue altezze, il finale di set è infatti un monologo oleario che termina con un gran muro di Giannotti per il 18-25 finale.

Il Club Italia ha un buon avvio di secondo parziale e va avanti di due, ma viene ripresa sul 6 pari dal muro di Giannotti. Il set prosegue sul filo dell’equilibrio, prova a romperlo la Monini con i due ace di Giannotti e il muro di Zamagni (9-12) che obbligano la coach Monica Cresta a chiamare un time out. Poco dopo è il suo collega Provvedi a fermare il gioco, perchè il Club Italia si mette a giocare sul serio e ribalta il punteggio portandosi avanti addirittura di 3 lunghezze (17-14). Con pazienza, e con un altro muro di Van Berkel a dare la scossa, Spoleto risale la china e impatta a quota 19 con Giannotti. Il finale è tutto degli attaccanti oleari e si conclude con la pipe di Bertoli che fissa il risultato sul 20-25.

Giannotti imperversa al servizio ad inizio terzo set, 2-6 grazie alle sue bombe dai 9 metri. Il Club Italia, a dispetto della giovanissima età dei suoi componenti, non accusa il colpo a livello psicologico e, anzi, continua a giocare con serenità ricucendo lo strappo. La Monini però adesso ha fretta di chiudere la pratica e con un ace di Giannotti torna a più cinque (10-15), poi è il turno di Bertoli esaltarsi in attacco per il 12-18. Sul 17-22 Provvedi inserisce Cubito per Corvetta con l’obiettivo di alzare il muro anche se il risultato è ormai in ghiaccio: è un attacco out di Recine a decretare la fine delle ostilità.

 

Club Italia Roma – Monini Spoleto 0-3 (18-25; 20-25; 18-25)

Club Italia Roma: Gardini 4, Cortesia 13, Recine 10, Russo 8, Cantagalli 4, Panciocco 1, Federici (L), Stefani, Zaccari, Motzo, Sperotto, Dal Corso, Ferri, Biasotto, Mosca. ALL: Cresta

Monini Spoleto: Zamagni 7, Bertoli 10, Giannotti 14, Galliani 12, Van Berkel 9, Corvetta 1, Bari (L), Cubito, Mariano, Segoni, Costanzi, Agostini, Katalan, Di Renzo (L). All: Provvedi