Bagno di folla per la presentazione ufficiale della squadra

Piazza Roma si è trasformata nella serata di ieri in un grande cuore gialloblù per salutare la squadra della BCC Leverano che si è presentata davanti ai propri tifosi, in vista dell’esordio della stagione che la vedrà tra le protagoniste, per la prima volta assoluta nella sua giovane storia, della serie A2 Credem di pallavolo.
Nel corso della seconda edizione di “Leverano Green”, evento organizzato da Inachis_Leverano in collaborazione con Pro Loco e Comune di Leverano, Orefice e compagni sono stati abbracciati da oltre 500 tifosi che hanno gremito la centralissima Piazza Roma, nel cuore del centro storico.
Primi a salire sul palco i dirigenti gialloblù, guidati dal presidente Antonio Dimastrogiovanni.
“Per noi è una bellissima avventura che speriamo di vivere con il sostegno di tutta la comunità di Leverano”, le parole del direttore sportivo, Claudio Cazzato.
“Quest’anno il nome della nostra cittadina girerà per tutta l’Italia, grazie ad un’eccellenza del territorio come la nostra squadra di pallavolo – conferma il sindaco di Leverano, Marcello Rolli – Grazie allo sport è tutta Leverano che si farà conoscere tra le più importanti realtà del Belpaese”.
Dopo la società è stato il turno dello staff tecnico con il preparatore atletico Danilo Franco, il medico sociale Eugenio Quarta, lo scoutman Diego Vannicola, il secondo allenatore Luca Firenze e il coach Andrea Zecca che sulla stagione sportiva ormai alle porte (si comincia il 14 ottobre sul campo della Conad Reggio Emilia) dichiara: “Ci affacciamo per la prima volta ad un campionato importante. Cercheremo di fare bene, daremo il massimo per onorare Leverano. Mi aspetto battaglie sportive su ogni campo, venderemo cara la pelle anche contro i colossi della categoria”.
Gli fa eco capitan Alessandro Orefice, acclamatissimo dalla folla al pari dei propri compagni di squadra: “L’auspicio è di fare bene. Affrontiamo un torneo nuovo, sappiamo che ci saranno delle difficoltà, ma faremo il nostro meglio per difendere i colori della città”.