Tipiesse: 200 punti in carriera per il centrale Piccinini

Il centrale della Tipiesse Cisano, Gianluca Piccinini, ha raggiunto quota 200 punti messi a segno in carriera grazie ai 9 nell’ultimo match contro Cuneo. Un importante record per il numero 10 della Tipiesse che ha  così battezzato al meglio il suo ritorno in serie A2 con quei precisi 15 punti nelle prime due gare per toccare quota 200. Osservando al microscopio tutti i punti in carriera di Piccinini li troviamo divisi in 132 attacchi, 59 muri e 9 ace.

“Ogni traguardo è solo l’inizio di una nuova sfida”

“Se devo essere sincero, ho scoperto solo al momento di questa intervista dei 200 punti in carriera – ha detto il centrale della Tipiesse – In realtà non mi fa molto effetto perché mi piace pensare che ogni traguardo raggiunto è solo l’inizio di una nuova sfida… Mi fermo poco a festeggiare”

Il pensiero del numero 10 è finito anche a questo inizio di campionato. “Diciamo che sicuramente non si è trattato dell’inizio che noi tutti sognavamo quando abbiamo iniziato la preparazione, ma le considero due sconfitte costruttive. Il salto dalla B, dove qualche partita non giocata al 100% si vinceva lo stesso, alla A2 è un passo importante per una squadra costruita come la nostra. In quest’ottica le due partite perse ci hanno aiutato da una parte ad acquisire la consapevolezza di essere a quel livello e potercela giocare con tutti i team e dall’altra a capire dove poter migliorare tecnicamente ed evitare gli errori che in un campionato di A2 si pagano a caro prezzo… fortunatamente però abbiamo tempo per riscattarci!”.

“Dobbiamo esprimere una buona pallavolo”

“Cantù è una delle squadre favorite per restare nel pool di A2 e vederla ancora a zero punti è una sorpresa. Si tratta di una squadra ben composta, con il giusto mix tra giovani e esperti e che presenta delle ottime individualità – conclude Piccinini – Noi dobbiamo però pensare solo a noi stessi e riuscire a esprimere una buona pallavolo per tutta la durata del match e non solo a sprazzi. Aver affrontato Cantù in amichevole aiuta relativamente perché le condizioni sono completamente diverse, ma almeno abbiamo un’idea del loro gioco testato dal vivo e non solo in video. Ci aspetta quasi un derby mi viene da dire, vista la vicinanza”.