Tre punti esterni in rimonta con la BCC Leverano

BCC LEVERANO – GOLDENPLAST POTENZA PICENA 1-3 (26-24, 29-31, 24-26, 24-26)

LEVERANO: (L) Dimastrogiovanni ne, Ristani ne, Cagnazzo ne, Galasso 9, Balestra ne, Tusch, (L) Catania, Sergio, Scrimieri 8, Orefice 17, Ristic 35, Serra 8, Miraglia ne. All. Zecca.

POTENZA PICENA: Trillini ne, Cuti, Pinali 7, (L) D’Amico, Gozzo 10, Di Silvestre 8, Larizza 16, Monopoli, Calistri, Paoletti 20, Garofolo 8. All. Rosichini.

Arbitri: Serafin e Cecconato, entrambi di Treviso.

Note: durata set: 29’, 35’, 26’, 27’. Durata totale: 1h 57’. Leverano: errore in battuta 21, ace 12, muri 6. Potenza Picena: errore in battuta 17, ace 3, muri 9.

Un Volley Potentino “turbo diesel” torna al successo in Salento. La terza vittoria stagionale della GoldenPlast Potenza Picena, la seconda in trasferta, è arrivata nel sesto turno di andata del Girone Bianco in Serie A2 Credem Banca. Il collettivo di Gianni Rosichini ha battuto la BCC Leverano di Andrea Zecca per 3-1 in rimonta al PalaIngrosso di Taviano. Una guerra di nervi che ha visto le due squadre guardarsi negli occhi sul 24-24 in tutti i parziali disputati. Le ultime tre volate hanno sorriso agli ospiti.

Un risultato che ha fruttato 3 punti preziosi per la risalita verso zone più tranquille in classifica. I marchigiani si sono portati così a quota 8 superando indenni un test insidioso contro una squadra che si è confermata combattiva, grintosa e con ottime individualità.

Nel primo set i potentini si sono arresi solo ai vantaggi dopo aver regalato 1 punto cruciale nel rush finale (26-24). La gara si è confermata equilibrata nel secondo parziale chiuso al quarto tentativo (29-31) dai marchigiani dopo aver annullato 4 palle set ai rivali. Braccio di ferro anche nel terzo set con i potentini presi per mano dalla propria diagonale in volata (24-26). La vera impresa è stata quella del quarto set, in cui Monopoli e compagni hanno recuperato uno svantaggio di sei lunghezze sul 20-14 e hanno annullato una palla set prima di chiudere i conti con il “gladiatore” Paoletti (24-26).

Coach Rosichini ha gestito sapientemente i laterali valorizzando Di Silvestre, alternando Gozzo e Pinali, inserendo Calistri per rinforzare ricezione e difesa. A fare la differenza un 60% di positività in attacco per i potentini e una maggiore concretezza a muro con 9 block a 6. Paoletti ha siglato 20 punti col 59%, top scorer sul fronte opposto un ispirato Ristic (35 punti col 58%). Avversari letali al servizio con 12 ace.

Curiosità: esordio tra i biancazzurri del “baby” Daniele Cuti, classe 2001 di Palermo, il più giovane alzatore del Campionato.

Coach Gianni Rosichini: Siamo partiti timorosi con troppi pensieri e paure. Poi c’è stata una crescita graduale e l’alternanza in banda ha fatto bene alla squadra. Nel quarto set bravissimi i ragazzi a non mollare. Si stanno giocando tutti bene le chance. Importante anche l’inserimento di Calistri. Sono contento per l’esordio di Cuti. Abbiamo battuto una squadra solida, combattiva e con giocatori di alto livello”.

La GoldenPlast Potenza Picena tornerà in campo domenica 18 novembre (ore 18.00) all’Eurosuole Forum per il derby delle Marche con la Menghi Shoes Macerata.

LA PARTITA

Biancazzurri in campo con Monopoli al palleggio per Paoletti opposto, al centro Larizza e Garofolo, Di Silvestre e Gozzo laterali, D’Amico libero. Padroni di casa disposti con la diagonale Tusch-Orefice, Scrimieri e Serra centrali, Galasso e Ristic in banda, Catania libero.

In avvio qualche errore potentino e la mano calda di Ristic lanciano il team di casa (8-5), ma Potenza Picena cresce a muro (10-10). Il servizio di Orefice crea scompiglio (13-10). Il pallonetto di Gozzo e il block di Larizza limitano i danni (15-14), ma Ristic vanifica la rimonta (18-15), Scrimieri allunga (20-16). Nel momento più arduo è il muro a tenere vivo il set (20-19). Ristic firma il 24-22, Gozzo annulla la prima palla set, Orefice spreca la seconda (24-24). Un malinteso favorisce il 25-24, poi Leverano chiude a muro (26-24).

Nel secondo set Potenza Picena comincia bene (2-6), ma i rivali impattano con 2 ace di Ristic (9-9), che firma anche il +2 (14-12). Pinali entra per Gozzo. Il sestetto marchigiano scivola a -4 (17-13), ma rialza il livello di gioco (19-18). Paoletti in attacco e Garofolo a muro centrano il pari (22-22), ma la BCC torna avanti 24-22 con Orefice. Un pestone al servizio e un attacco out visto dal Video Check riaprono i giochi (24-24). Potenza Picena annulla un terzo set ball e ne spreca tre di fila (28-28). Poi è la BCC a non chiudere (29-29). L’ace di Larizza e l’attacco out di Orefice valgono il set (29-31).

Nel terzo set la schiacciata di Di Silvestre e l’ace di Pinali, rimasto in campo, rompono l’equilibrio (12-14), Larizza allunga (15-18). Sul 20-22, però, Leverano trova la reazione e il match torna in equilibrio dopo l’ace di Serra (22-22). Potenza Picena mette il naso avanti con Paoletti (22-23), mentre Calistri entra per Pinali. Ristic impatta (23-23),  Paoletti gioca di sponda col muro a tre (23-24). Orefice Pareggia (24-24). Il set si chiude sul mani out di Paoletti e l’attacco errato di Ristic (24-26).

Nel quarto set i padroni di casa partono meglio (9-5). Rosichini inserisce Gozzo per Pinali. Il nuovo entrato risponde presente in ricezione e in attacco (13-10). I salentini macinano gioco (17-12). La formazione di Andrea Zecca conquista uno degli scambi più combattuti (20-14). Potenza Picena continua a lottare rosicchiando ben 4 punti (21-19). Leverano trova lo strappo con l’ace di Serra (23-19), ma la GoldenPlast cresce nel finale e si rifà sotto con Larizza (23-22) per poi impattare grazie al malinteso tra Tusch e Orefice (23-23). Set ball Leverano sul servizio a rete di Gozzo, ma Paoletti annulla (24-24). Ristic non passa, Paoletti sì (24-26).

(In foto un’esultanza – Scatto di Francesca Mecozzi)

Ufficio Stampa Volley Potentino – Michele Campagnoli

349 2885993 – micampa@gmail.com