Troppo Ortona, Cisano cade 1-3 in casa

La Tipiesse continua la ricerca della giusta continuità durante tutto l’arco del match e non riesce a strappare punti contro Ortona. Gli abruzzesi si dimostrano, invece, una squadra solida e con la giusta quadratura, guidati in regia da un ottimo Lanci e trascinati dai punti di Marks e Ogurcak. Nemmeno la serata negativa dell’ex Olimpia Dolfo rovina la festa a Ortona, che si impone per 1-3 al Pala Pozzoni di Cisano Bergamasco. Alla Tipiesse resta l’amaro in bocca per un’occasione di far punti persa, ma la consapevolezza di poter tenere testa a qualunque avversario in questo girone.

La partita

Coach Zanchi non cambia e si affida al consueto sestetto con la diagonale composta dal capitano Sbrolla e dall’opposto Baldazzi, le bande Costa e Ruggeri e i centrali Piccinini e Milesi. Libero Davide Brunetti. Nell’altra metà campo il tecnico Nunzio Lanci schiera in campo la sua Ortona con la diagonale composta da Andrea Lanci e dall’opposto Marks, i centrali Simoni e Menicali e le bande Dolfo (ex Olimpia Bergamo) e Ogurcak. Libero Alessandro Toscani.

Il primo guizzo in avvio è subito della Tipiesse che si porta sul 3-2, prima di subire il sorpasso di Ortona poco dopo (4/5). Gli ospiti arrivano anche sul più due (7/9), ma Sbrolla e compagni recuperano prontamente sul 11 pari. Gli abruzzesi scappano ancora (12/15), ma vengono ripresi dalla Tipiesse che impatta sul 16 pari con un ace di Milesi. Coach Lanci chiama timeout e al rientro in campo i suoi cercano ancora una volta la via della fuga e la terza è quella buona perché, dal 16 pari, Ortona piazza un break di 5-1 (17/21) e non si volta più indietro fino al 20/25 finale. A Cisano non bastano i cambi di coach Zanchi che inserisce Burbello, Lozzi e Gaggini per provare a tenere vivo il primo set.

Smaltita l’amarezza per il finale del periodo precedente, Cisano si ripresenta in campo con il giusto spirito e piazza subito in avvio il primo importante break per il 9/6. Sul 11/7 arriva anche il timeout di coach Lanci che però non sortisce gli effetti sperati perché in campo è tutto un monologo cisanese. Sbrolla e compagni arrivano di forza sul più sei (20/14) e poi controllano senza particolari problemi l’ultimo colpo di coda degli avversari (23/19). Il punto esclamativo su un set praticamente perfetto lo mette Baldazzi con il punto del 25/21.

Avvio shock della Tipiesse nella terza frazione, che non trova più il bandolo della matassa e viene travolta dalla voglia di riscatto di Ortona. Il primo punto nel set di Cisano è di Baldazzi che interrompe l’emorragia dopo un break di 4-0 degli ospiti. Gli abruzzesi però non demordono e continuano ad allungare, costringendo coach Zanchi a chiamare subito un timeout sul 1/6. In campo però il tecnico bergamasco non vede gli effetti sperati perché la sua Tipiesse va sempre più giù sotto i colpi di Marks e compagni (7/13). Anche quando Cisano prova a rientrare con un mini break di 2-0, Ortona blocca subito le velleità dei padroni di casa con dei contro break devastanti. In poco tempo così gli abruzzesi arrivano agevolmente sul 17/24. La Tipiesse annulla due set point con Marcelo Costa e un muro di Milesi, ma al terzo Marks chiude i conti per 19/25.

Quarto set a corrente alternata per entrambe le squadre: parte bene la Tipiesse con un muro di Costa per il 4-1 che costringe coach Lanci a chiamare timeout. Ortona rientra al meglio e piano piano si rifà sotto fino al 10 pari. Sull’azione successiva arriva anche il primo sorpasso nel set degli abruzzesi che poi si involano sul 13/17. Un doppio punto di Burbello riporta sotto Cisano (15/17), ma un nuovo allungo di Ortona riconsegna il più tre agli ospiti (17/20). Nel finale una dubbia chiamata arbitrale sul 21/23 consegna tre match point ad Ortona che chiude alla prima occasione dopo un errore di Piccinini.


Tipiesse Cisano Bergamasco 1–3 Sieco Service Ortona

Parziali: 20/25, 25/21, 19/25, 21/25

Tipiesse Cisano Bergamasco: Ruggeri 2, Piccinini 8, Sbrolla 3, Costa 6, Milesi 16, Baldazzi 12; Brunetti (L1). Gaggini 5, Burbello 9, Lozzi, Pozzi (L2.) N.e. Genovese. All.: Zanchi, Carenini

Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania: Ogurcak 18, Menicali 5, Marks 20, Dolfo 6, Simoni 7, Lanci 2; Toscani (L1). Sorrenti 1, Sitti, Fiscon, Pesare (L2). N.e. Zanettin, Berardi. All.: Lanci, Costa

Spettatori: 300 circa