Allenamento congiunto Conad Reggio – Viadana Volley

Conad chiude tre a zero in un’ora circa (57 min) l’allenamento congiunto col Viadana Volley, ritrovando sul campo l’ex-secondo palleggiatore Alberto Bellei. Senza esclusione di colpi di primi due set (25-13 e 25-12), mentre il terzo ha visto il roster reggiano attraversare un momento di volubilità (25-20).

Coach Bosco, dopo la partenza di Santangelo, chiama a rapporto il secondo opposto in carica, Alessandro Magnani. Una prestazione di tutto rispetto, con 10 punti in attacco che portano la sua firma. Come migliori realizzatori seguono Ippolito (12) e Zingel (13). Pinelli in regia, con Catellani al terzo set che entra in campo insieme a Scarpi, in sostituzione del vice capitano Dolfo. Chiude la formazione Miselli al centro (suo il turno più lungo al servizio, in totale 17 battute in tutto il match) e Morgese al cambio in seconda linea. Il fondamentale vincente è stato il muro, con 14 punti collettivi (la metà sono di Zingel). Gli ace di squadra si fermano a tre in tutto, con lo stesso numero di errori al servizio da ambo i lati del campo (12).

I primi due set seguono un ritmo praticamente identico, Conad detta legge fin da subito con un vantaggio di pochi punti per poi prendere il via definitivamente e lasciare il Viadana a metà del lavoro. Cambia il roster e così la musica al terzo (8 a 7 per Viadana il primo parziale). Questione di poco prima che il gioco della Conad riprenda vigore, per quanto – forse ancora un po’destabilizzata – si blocchi su qualche azione di troppo a un passo dal match point (ultimo parziale 21-15, match chiuso 25-20).

«Al terzo set hanno influito sia la stanchezza dei titolari che il nervosismo di chi arriva dalla panchina, è del tutto normale – commenta il centrale Aidan Zingel –. In generale comunque è stata una bella partita, mi sono divertito. Scambi intensi, ma senza stress. Sono stati bravi loro a non perdere il focus, visto che hanno iniziato ad allenarsi da poco, ma anche noi perché quando giochi con categorie inferiori il rischio di abbassare la guardia è sempre in agguato. Per chiudere il quadro generale, veniamo anche da una settimana molto intensa. Quest’ultimo mese abbiamo lavorato molto sull’intesa di squadra, tecnicamente e mentalmente, e direi che sta funzionando molto bene».