Bergamo non passa. La SIECO trova il primo 3-0 di questo campionato e resta capolista.

Una vittoria che tutti desideravano, ma solo a bassa voce. L’Olimpia Bergamo sebbene sia in crisi di gioco è pur sempre composta da elementi di indubbio spessore pronta ad esplodere da un momento all’altro. Ma la crisi di Bergamo non può offuscare la prestazione straordinaria dell’Impavida, con un super Pedron che ha gestito egregiamente il gioco impavido, orfano di un terminale di spessore quale l’opposto Marks, sostituito dal buon Dario Carelli che spesso si è servito del muro avversario con diversi colpi da mani-fuori. Continua il Magic Moment per il libero Toscani che sfodera il 68% di ricezione positiva.

È una buona Sieco quella vista ad inizio gara che dopo qualche minuto di affanno trova le misure giuste del gioco avversario registrando difesa, muro e servizio. Gli attaccanti ospiti vanno in crisi e quando non tirano direttamente fuori è il blocco a rete degli ortonesi a fermarli. Bergamo torna in campo più concentrata e alza i ritmi del gioco. La SIECO dapprincipio non riesce a ritrovare la continuità che aveva nel set precedente e va in sofferenza. Merito agli avversari dunque, non al solito momento di appannamento degli ortonesi. Ortonesi che però riescono a mettere pressione a Bergamo con Nunzio Lanci che mischia le carte e fa entrare Sesto per Menicali. Lo stesso Sesto va subito al servizio e mette in difficoltà Bergamo che accusa il colpo e si fanno prima rimontare e poi superare dalla squadra di casa che si aggiudica anche il secondo set, che vale un punto. Quello che poi si rivelerà essere l’ultimo set vede grande equilibrio in campo. È Bergamo ad avere l’allungo nella fase centrale del set scappando avanti. Gli impavidi però ci credono e con pazienza certosina inseguono e di nuovo superano gli avversari sullo sprint finale. I Ragazzi di Coach Spanakis hanno però un colpo di coda e portano il parziale ai vantaggi. L’Impavida fa quadrato e Pedron sfodera un muro fondamentale che blocca l’attacco di prima intenzione su una palla di ritorno da ricezione sbagliata. Oltre che il pallone va a terra anche il morale dei bergamaschi che qualche secondo dopo sbagliano con Wagner un attacco che si stampa sulla rete. Fine dell’incontro. La SIECO guadagna altri tre punti importantissimi e mantiene anche questa settimana la testa della classifica. Un ringraziamento particolare alla scuola di danza HARMONY ORTONA che con le sue bimbe hanno deliziato il pubblico ortonese nella pausa di gioco tra il primo ed il secondo set.

 

PRIMO SET. Mister Nunzio Lanci deve fare a meno dell’opposto tedesco Marks, al suo posto ci sarà Dario Carelli che, una volta superato l’impatto del vero e proprio esordio in Serie A la scorsa settimana a Castellana Grotte, vorrà esprimere senza timore il tutto il suo potenziale davanti al pubblico amico. La SIECO si schiera dunque in campo con il palleggiatore Pedron e Carelli opposto. In banda ci saranno Bertoli ed Ottaviani. La coppia centrale è la solita, formata da Capitan Simoni e Menicali. Libero Toscani.

 

Gli ospiti, rispondono con Garnica in regia e Wagner opposto. Gli schiacciatori di mano sono Preti e Della Lunga mentre Erati e Alborghetti i centrali. Fusco Libero.

 

La prima palla dell’incontro è tra le mani di Della Lunga. Anche il primo punto è per gli ospiti che mettono a terra la palla dopo un lungo scambio. 0-1. Subito break per Bergamo 0-2, la Sieco. Al terzo servizio Della Lunga sbaglia e regala il primo punto ai padroni di casa 1-2. Bella la Pipe ben finalizzata da Bertoli, la SIECO insegue 3-4. Il punto del pareggio è sempre in pipe, sempre grazie a Bertoli, subito dopo Ottaviani intuisce l’attacco di prima del palleggiatore ospite e mura bene 5-4.

Out la schiacciata di Pereira da Silva (Wagner) ed è doppio vantaggio 6-4. Ospiti che trovano subito il pareggio 6-6 grazie al turno favorevole al servizio dell’altissimo Preti. Al secondo tentativo Carelli passa 8-8. Menicali fermato a muro, l’equilibrio non si spezza 11-11. Ace di Bertoli che finta la botta e invece la tocca piano 14-12. Carelli trova buon gioco con la mano esterna del muro 15-12. Ottaviani schiaccia una difficilissima palla che arrivava dalle retrovie 17-12. Muro di Simoni su Wagner 19-13. Ancora una palla out per Bergamo ma Spanakis non si fida e chiama check. Check che però conferma la decisione dell’arbitro. Palla Out 20-13. Ottaviani tira fuori dal cilindro un servizio più che insidioso, Ace 24-15. Subito dopo, arriva anche l’invasione del muro ospite ed il set si chiude 25-15.

 

SECONDO SET che parte con Ottaviani al servizio e sulla ricostruzione Simoni fa punto 1-0. Simoni subisce un muro e gli ospiti ribaltano il punteggio 1-2. Fortunoso ace di Simoni, la palla è fermata dal nastro e diventa impossibile per gli avversari ricevere 3-2. Il muro di Bertoli regala il doppio vantaggio ai ragazzi impavidi 5-3. Ottaviani murato, salta una copertura ed è 6-6. Il muro degli avversari manda la palla a pizzicare la linea di fondo, la situazione si ribalta 7-8. La sventola di Wagner è dentro 9-10. Il primo arbitro ravvisa un’invasione dalla seconda linea ed il punto va ad Ortona 12-11. Ospiti di nuovo in vantaggio con una fucilata al centro 12-13. In difficoltà la SIECO che dopo aver subito il punto del 12-14 si rifugia in time-out. Errore al servizio per Bertolo 13-15. Sfortunato Carelli, la palla di ritorno dal muro lo colpisce al petto ed è punto per Bergamo 13-17. Sesto entra in campo per Menicali e va subito al servizio. Ottaviani blocca Wagner e la SIECO si avvicina 16-17. Out il servizio di Carelli 17-19. Out l’attacco di Della Lunga, confermato anche dal video-check. 19-20. Sesto fa muro, la SIECO aggancia i lombardi 20-20. Ancora Sesto, ancora un muro 21-20. Gritti entra per il servizio ma la spedisce in rete 22-21. Colpo di biliardo per Carelli che, ben servito da Pedron, infila la palla tra muro a tre e rete 23-22. Out l’attacco ospite ed ora la SIECO ha la possibilità di giocarsi due set point. Il primo è vanificato da Bertoli che serve poco fuori. Stessa sorte per gli avversari, servizio spedito in rete e due a zero per la SIECO. 25-23

 

TERZO SET che si apre con il mani-out cercato e trovato da Carelli 1-0. Wagner sbaglia completamente il colpo la palla non passa il bordo superiore della rete 3-1. Non c’è tocco del muro ospite la palla è fuori 3-3. Pedron smarca Bertoli che in Pipe schiaccia senza muro 6-5. Non approfitta di una ricostruzione la SIECO, Carelli non passa e Bergamo ringrazia 8-8. Fuori il muro Ortonese, Bergamo sorpassa 9-10. Wagner piazza la palla a fondo campo 10-12. Carelli trova il punto del 12-12. La palla attaccata da Bertoli danza sul nastro e finisce fuori 13-15. Carelli finalizza la ricostruzione bianco-azzurra con il suo solito mani fuori, 16-16. Il muro orobico ferma Bertoli ed è di nuovo doppio vantaggio per gli ospiti 16-18. Della Lunga sciupa una ghiotta occasione per … allungare, schiaccia fuori e Bertoli lo punisce subito dopo con una bordata che vale l’ace del 19-19. Sesto attacca al centro 20-20. Astuto pallonetto di Ottaviani che piazza la palla subito dietro al muro 21-20. Spettacolare recupero di squadra, un punto conquistato egregiamente 23-22. Spanakis odora il momento favorevole e ferma il gioco. Il muro ortonese non trattiene 23-23. Ancora out il muro ortonese, ora il set point è degli avversari 23-24. Bertoli trova il colpo del 24-24. Si va ai vantaggi. Ancora Bertoli, piazza la palla su una zona “incustodita” del campo di Bergamo 25-24. Simoni al servizio manda la palla sulla rete 25-25. Il muro di Pedron mette una pezza alla ricezione imperfetta della SIECO 26-25. Wagner sbaglia l’attacco, tutti festeggiano la vittoria ma Spanakis chiede il check. Il check impiega pochi secondi a confermare che la SIECO si aggiudica l’intera posta in palio con un rotondo 3-0.

 

Nunzio Lanci: «Siamo stati molto bravi a rimanere sempre attaccati alla partita. Anche quando eravamo quattro punti sotto siamo stati attenti e pronti ad approfittare di tutte le occasioni gli avversari ci hanno concesso. Si. Anche dopo stasera conserviamo il primato. Noi però rimaniamo umili e con i piedi per terra. Domenica arriverà ad Ortona un’altra delle favorite, Siena e l’affronteremo da primi della classe. La cosa non può che rendermi orgoglioso dei miei ragazzi»

 

Alessandro Toscani: «Una bella prestazione. Siamo riusciti a metterli subito in difficoltà, bravi a sfruttare il servizio nella fase finale del primo set per sporcare la loro ricezione. Abbiamo superato le difficoltà incontrate nel secondo e terzo set grazie ad un buon lavoro di gruppo. Ora dobbiamo affrontare Siena, anche loro squadra costruita per il salto di categoria. Da parte nostra c’è tutta la volontà di continuare la serie positiva cercando di sfruttare a pieno il secondo turno consecutivo in casa.

 

Prossimo appuntamento, sempre in casa domenica 24 novembre, ore 18.00 contro Emma Villas Aubay Siena.

 

Sieco Service Impavida Ortona – Olimpia Bergamo 3-0 (25-15 / 25-23 27-25)

 

Sieco Service Impavida Ortona: Simoni 7, Pesare (L), Bertoli 14, Sesto 4, Ottaviani 14, Pedron 1, Toscani (L), Del Frà n.e, Salsi n.e, Carelli 11, Marks n.e., Astarita n.e, Menicali 1. Allenatore: Nunzio Lanci. Vice Allenatore: Mariano Costa.

 

Olimpia Bergamo: Erati 5, Cargioli 9, Zonta, Tiozzo 4, Della Lunga 12, Fusco (L), Saturnino (L), Battaglia, Pereira Da Sliva 11, Garnica 1, Gritti, Preti 4, Signorelli, Alborghetti. Allenatore Spanakis: Alessandro. Vice Allenatore: Busi Daniele

 

Durata Incontro:

  • I Set: 25’
  • II Set: 29’
  • III Set: 35’
  • IV Set: 
  • V Set: 

Muri Punto:

  • Ortona: 7
  • Bergamo: 6

 

Aces:

  • Ortona: 4
  • Bergamo: 0

 

Errori Al Servizio:

  • Ortona: 10
  • Bergamo: 12

 

Arbitri Dell’Incontro: 

  • Primo: Carcione Vincenzo (Roma)
  • Secondo: Grassia Luca (Frascati)

 

I Risultati Delle Altre Gare:

 

Emma Villas Aubay Siena – Pool Libertas Cantù 3-0

BCC Castellana Grotte – Synergy Mondovì 3-1

Conad Reggio Emilia – Geosat Geovertical Lagonegro 2-3

Sarca Italia Chef Centrale Brescia – Kemas Lampiel Santa Croce 3-1

Peimar Calci – Geovertical Geosat Lagonegro (Rimandata per Allerta Meteo)

 

Classifica: ORTONA 14, Brescia 13, Siena 11, Santa Croce 9, BCC Castellana Grotte 9, Calci 8*, Reggio Emilia 7, Lagonegro 5*, Bergamo 5, Materdomini Castellana Grotte 4, Mondovì 1, Cantù 1.

 

*Una gara in meno