Coach Durand pre Gibam: “Scendere in campo con intensità e voglia di fare bene”

La Gamma Chimica Brugherio si prepara ad un ritorno di fuoco tra le mura amiche contro una società storica della pallavolo italiana, per anni protagonista della massima serie, la Virtus Fano che, dopo un pò di limbo in serie B, torna a figurare tra i club di Serie A.

Brugherio- Fano: sarà questa la sfida della 9° giornata del Campionato Serie A3 targato Credem Banca.

I ragazzi di coach Durand sono chiamati a replicare e ad offrire al pubblico di casa il bello spettacolo espresso sul campo di Prata (vittoria in rimonta 2-3), consapevoli di avere di fronte una squadra dall’ossatura robusta. Svetta tra tutti, e non solo per i suoi 201 cm di altezza, il centrale Salgado- una Coppa Italia e due Campionati di Serie A2 vinti per l’italiano di origine cubana. Insieme a lui, a condividere tanti anni di Serie A, ben 11, lo schiacciatore Cesarini (nel suo personale palmares Campionato e Coppa Italia di A1 vinti con la maglia di Perugia nel 2018, tre Coppe Italia e due Campionati di A2) e poi ancora Bulfon, opposto classe 1996 in A1 a Macerata e in A2 a Castellana Grotte ed Alessano, e lo schiacciatore lettone Ozolins.

Il sestetto di coach Radici arriva a Brugherio acciaccato dalle ultime due sconfitte 3-1 contro Motta e Trento prima delle quali però quattro tie-break (uno vinto contro Prata e tre persi contro Porto Viro, San Donà e Cisano) e due vittorie nette contro Bolzano e Torino. Il risultato è una classifica che vede Fano occupare il nono posto con 11 punti, quattro in più dei rosanero (10° posto, 7 punti).

Intensità nel gioco e voglia di fare bene, questo vuole vedere in campo il coach rosanero Durand : Torniamo a casa dopo due trasferte consecutive e siamo contenti di riabbracciare i nostri tifosi e desiderosi di offrire un’altra prestazione come quella di Prata. Affrontiamo una squadra che vanta un’ottima diagonale palleggio-opposto con Cecato e Bulfon, al centro uno dei più forti centrali della categoria che è Salgado, in posto 4 due schiacciatori assolutamente validi come Tallone e Ozolins. Ciò nonostante dovremo essere bravi a guardare di più al nostro campo, a cosa saremo bravi a fare noi e a rimettere in campo la  stessa intensità e voglia viste nell’ultima trasferta”.

 

Ufficio Stampa Pallavolo Diavoli Rosa
Foto di Franco Moret (Tinet Gori Wines Prata di Pordenone)