Con San Donà arriva il primo successo casalingo in rimonta: da 0-2 a 3-2

Trento, 10 novembre 2019

Il secondo tentativo è quello buono: l’UniTrento Volley ottiene la prima vittoria casalinga nel girone bianco di Serie A3 Credem Banca. Un successo arrivato contro l’Invent S. Donà di Piave e sempre al tie break, il terzo giocato in queste prime quattro partite di campionato per il sestetto di Francesco Conci. Non ci si annoia mai con l’UniTrento a Sanbàpolis; alla prima apparizione interna la rimonta contro Cuneo non si era concretizzata, questa sera si è invece materializzata quella contro S. Donà di Piave dopo il doppio svantaggio e il finale thrilling con due match point annullati dagli ospiti e il terzo siglato da Simoni a muro su Bellei. Ancora una volta il top scorer di giornata è stato Alessandro Michieletto con 25 palloni messi a terra, ma la migliore prestazione di serata proviene dal centrale Alessandro Acuti, con 14 punti a referto e il 71% in attacco.
La cronaca del match. A Sanbàpolis consueto sestetto per Francesco Conci, che schiera la diagonale Pizzini-Poggio, Michieletto e Pol in banda, Acuti e Simoni al centro, Lambrini e Zanlucchi ad alternarsi nel ruolo di libero. L’UniTrento forza subito dai nove metri e va avanti con un ace di Pol e due attacchi di Michieletto (3-1). Dal servizio arriva il primo allungo della partita con due ace in fila del numero 5 bianco-bordeaux e un errore degli avversari per l’8-5 e il time out di San Donà. Gli ospiti non stanno a guardare, ristabiliscono la parità (10-10) e poi passano a condurre (12-16). Nonostante qualche buon momento, Trento non riesce a ricucire lo strappo, la difesa dei veneziani risolve ogni problema e permette la chiusura sul 20-25.
Secondo set equilibrato con San Donà che prova a scappare per due volte e per due volte l’UniTrento lo riprende. (9-9 e 12-12). I padroni di casa sono però costantemente costretti a inseguire e dal 15 pari San Donà mette a segno un parziale di 1-5 che pare chiudere il parziale. E’ solo un’apparenza, perché i bianco-bordeaux sono ancora vivi, recuperano con Bonatesta e Pol fino al 19-20 e pareggiano sul 23-23 con un primo tempo di Acuti e il servizio vincente di Michieletto. Sul più bello, però, San Donà ricaccia di nuovo sotto Trento e si porta sullo 0-2 grazie al mani out di Bellei.
Approfittando anche di qualche errore altrui, gli universitari con Magalini in posto 1 in sostituzione di Poggio si portano avanti nel terzo set fino al 16-9 con un break di 7-1 aperto da una schiacciata di Magalini e completato col buon turno al servizio di Michieletto. Il vantaggio è di quelli rassicuranti e si protrae fino al 21-14, prima del tentativo di recupero dei veneziani, respinto da Magalini e dall’attaco con cui Michieletto segna il punto numero 25 e riapre la partita.
Parte meglio San Donà nella quarta frazione di gioco, ma Trento recupera lo svantaggio e da 4-7 si riporta in parità. Sul 10-10 sale in cattedra Alessandro Acuti con due schiacciate e un gran muro che dà avvio al parziale di 6-1 che porta i trentini sul 16-11 per un vantaggio sempre mantenuto sino al termine (18-13 e 23-17) anche grazie agli attacchi in parallelo di Magalini da posto 2.
Il quinto set si apre col minibreak degli ospiti, che vale il 4-6 al quale segue il pareggio firmato Magalini e Michieletto. L’UniTrento appare più in palla e, dopo un paio di scambi giocati punto a punto, si porta sul 13-9 ma le emozioni non sembrano avere mai aver fine: San Donà con un contro-break pareggia il conto. Acuti manda l’UniTrento sul + 1, ci vogliono due tentativi a vuoto, ma al terzo match point le mani a muro di Simoni siglano il 3-2 finale sull’attacco di Bellei.
“Sapevamo che San Donà ci avrebbe messo in difficoltà con un gioco molto organizzato e una fase break importante e così è successo nei primi due parziali – spiega l’allenatore Francesco Conci – . Questo ci ha spinti a trovare nuove soluzioni e dal terzo l’ingresso di Magalini per Poggio è stata una scelta risolutiva. Siamo stati bravi a sfoderare una bella reazione a livello caratteriale anche perché, dopo il secondo set perso negli ultimi punti, la partita poteva finire già al terzo set. È ancora presto per vedere se saremo nella parte destra o sinistra della classifica, al momento ci godiamo questa vittoria e una nuova conferma del nostro livello di gioco e, per quanto riguarda questa sera, anche della capacità di reagire a situazioni negative e trovare soluzioni alternative in corso d’opera”.
Per l’UniTrento Volley il prossimo appuntamento è in programma già sabato 16 novembre sempre fra le mura amiche, in quel caso però contro Porto Viro (ore 20.30).

Di seguito il tabellino del match valevole per il quarto turno del girone Bianco di Serie A3 Credem Banca giocato questa sera alla palestra di Sanbapolis di Trento.

UniTrento Volley-Invent San Donà di Piave 3-2
(20-25, 23-25, 25-22, 25-20, 17-15)
UNITRENTO VOLLEY: Pol 7, Simoni 3, Pizzini 2, Michieletto 25, Acuti 14, Poggio 2, Lambrini (L); Dietre, Magalini 24, Bonatesta 1, Coser, Mussari, Zanlucchi (L). N.e. De Giorgio. All. Francesco Conci.
INVENT SAN DONÀ DI PIAVE: Cioffi 7, Bellei 19, Cristofaletti 4, Polo 11, Piazza 3, Margutti 14, Santi (L); Kacperkiewicz 5, Mignano, Mian 3, Palmarin, Spanò (L). N.e. Bomben, Busato. All. Michele Totire.
ARBITRI: Nava di Monza e Armandola di Voghera (Pavia).
DURATA SET: 27′, 29′, 28′, 28′, 24′; tot: 2h 16′.
NOTE: UniTrento: 10 muri, 11 ace, 24 errori in battuta, 12 errori azione, 39% in attacco, 69% (37%) in ricezione. Invent San Donà di Piave: 10 muri, 2 ace, 17 errori in battuta, 11 errori azione, 49% in attacco, 55% (30%) in ricezione.

UniTrento Volley
Ufficio Stampa