Gestioni&Soluzioni Sabaudia sconfitta al suo esordio in casa. Coach Passaro: “Sapevamo di dover affrontare un campionato difficile e dobbiamo avere molta pazienza”

Sabaudia, domenica 27 ottobre 2019 – Non è una bella giornata, quella di domenica 27 ottobre, per la Gestioni&Soluzioni Sabaudia, che non riesce centrare l’obiettivo della vittoria nella sua prima partita in casa. Infatti la formazione pontina ha dovuto cedere alla calabrese goEnergy Corigliano-Rossano, che si è dimostrata superiore in tutti e tre i set giocati. Si tratta della seconda sconfitta per il Sabaudia. Tuttavia è presto per tracciare bilanci catastrofici, la stagione è ancora ai suoi inizi e il Sabaudia si è sempre dimostrato in passato una squadra dotata di una grande resilienza, capace di apprendere dalle lezioni ricevute per migliorare il suo gioco.

La partita – Inizia male per il Sabaudia la partita contro il Corigliano, infatti la padrona di casa soffre il gioco della formazione calabrese, che si avvale delle buone prestazioni dell’opposto Cester e dello schiacciatore Gonzales. Nonostante i time out tecnici chiesti dalla panchina della formazione pontina, in corrispondenza del 7-11 e del 9-16, e dell’ingresso di Kouznetsov al posto di Graziani, il Sabaudia non riesce a ingranare un set iniziato, concluso con un parziale di 15-25 a favore del Corigliano. Dopo il primo set la Gestioni&Soluzioni si presenta in campo con le batterie ricaricate e gioca sul filo della parità con il Corigliano. In corrispondenza del 15-16 la formazione calabrese allunga però il passo e si distacca dall’avversaria; intanto Mister Passaro predispone due nuovi giri di panchina e fa entrare il centrale Katalan al posto di Pilotto e lo schiacciatore Kouznetsov al posto di Sorrenti. Gli sforzi del Sabaudia di recuperare la situazione non sortiscono il loro effetto e il Corigliano chiude nuovamente a suo favore con il parziale di 17-25. Nel terzo set il Corigliano continua a marciare spedito e a mettere punti di vantaggio in cascina, in corrispondenza dell’1-5 Mister Passaro fa entrare altre risorse dalla panchina: il palleggiatore Francesco Gallo al posto del capitano Stefano Schettino. Successivamente ordina due nuovi ingressi: Kouznetsov al posto di Sorrenti e ancora Katalan al posto di Pilotto. Inizia la lenta risalita del Sabaudia con Bisci su Kouznetsov e Sorrenti su Graziani. Nonostante gli sforzi generosi dei pontini, anche questa volta il Sabaudia cede all’avversario che vince il set con il parziale di 22-25, portando a casa la vittoria della partita.

I commenti – A margine del match è giunto il bilancio dell’allenatore Sandro Passaro, che ha commentato: ”Non ci sono grosse attenuanti questa sera, la squadra ha dato una prova incolore. L’unico modo che abbiamo per migliorare la situazione è il lavoro in palestra con dedizione e umiltà. Sapevamo di dover affrontare un campionato difficile e dobbiamo avere molta pazienza.” Fa eco alle parole del Mister il libero Nicola Fortunato: ”Dispiace per il pubblico, perché tenevamo a fare bene per la prima in casa, per il gruppo e per il lavoro che stanno svolgendo ma se i risultati non arrivano significa che dobbiamo lavorare di più. Dobbiamo infatti continuare a lavorare per migliorare il nostro gioco, anche se il tempo non è dalla nostra parte, perché il campionato è difficile e ogni settimana c’è uno scontro diretto. Rimango comunque fiducioso riguardo all’avvenire di questa squadra.”

Ufficio stampa Gestioni&Soluzioni Sabaudia: Alessandro Schintu