INCREDIBILE PERUGIA! BATTUTA MODENA IN GARA 3 NEL TRIPUDIO DEL PALABARTON!

Ancora un match al cardiopalmo in questa serie di semifinale scudetto. Sull’1-1 e sotto 10-19 nel terzo, i Block Devils piazzano una favolosa rimonta chiusa dall’ace di De Cecco. Nel quarto, con Modena con non molla di una centimetro, decide l’attacco di Leon. Mvp un super Atanasijevic, determinante in tutti i palloni caldi. Determinante anche il servizio dei padroni di casa. Giovedì gara 4 al PalaPanini

Succede di tutto al PalaBarton!

Succede che la Sir Safety Conad Perugia vince in rimonta gara 3 delle semifinali scudetto, difende il proprio campo e si porta in vantaggio 2-1 nella serie che assegna un posto in finale.

Succede soprattutto l’incredibile nel terzo parziale, con le due squadre un set pari. Succede che Modena scappa via inesorabilmente fino al 10-19 sembrando avviata verso la conquista del set. Succede soprattutto che Perugia ci crede, che rosicchia un punticino alla volta, spinta dal servizio e dal tifo del pubblico. Succede che arriva fino al 22-24 annullando poi due set point agli avversari. Succede alla fine che De Cecco infila l’ace del 27-25 con Pian di Massiano che si incendia!

Succede ancora che nel quarto set chi si aspetta una Modena arrendevole sbaglia di grosso perché gli emiliani se la giocano ancora a viso aperto. Perugia ha però imboccato la strada che porta alla vittoria con la firma finale di Leon che chiude i giochi. La bellezza della pallavolo!

Due ore di match equilibrato nel giorno di Pasquetta. Numeri simili per le due squadre in attacco (56% contro 52%), in ricezione (positiva di Perugia al 37%, per Modena 38%) ed a muro (6 dei padroni di casa, 7 per gli ospiti). La vera differenza la fa, ancora una volta in questa stagione, la battuta dei Block Devils che trovano 9 ace (contro i 3 degli avversari) e soprattutto tante serie fondamentali per portarsi a casa la vittoria.

Leon è il miglior realizzatore nella metà campo bianconera con 24 palloni vincenti (con 3 ace ed il 60% in attacco), Atanasijevic è l’Mvp strameritato per i suoi turni dai nove metri e per come mette a terra 19 punti, ma soprattutto tutti quelli delicati. Doppia cifra anche per Podrascanin con 11 punti (3 muri, 2 ace ed il 75% sotto rete), lavoro duro e basilare per Ricci e Lanza, per capitan De Cecco e per un Colaci che ormai non fa più notizia.

Il fattore campo resta intatto ed è un segnale importante in una serie che si conferma incredibilmente equilibrata.

Una serie che ora ritorna al PalaPanini giovedì 25 aprile alle ore 16:00 (e diretta Raisport) per gara 4. Sarà durissima, ma il cuore dei ragazzi, quel cuore che stasera è stato la vera e propria arma in più, non mancherà di certo!

IL MATCH

Formazione tipo per Bernardi. Primo break per Modena con il muro di Urnaut (2-4). Lo stesso Urnaut attacca out (5-5). Non si schioda il punto a punto (8-8). Contrattacco di Atanasijevic (9-8). Tornano avanti gli ospiti con Zaytsev (10-11). +3 Modena dopo due errori di Leon (12-15). Podrascanin accorcia (14-15). Mette anche l’ace il centrale serbo e pareggia (16-16). Atanasijevic mantiene l’equilibrio (19-19). Break degli emiliani con Zaytsev (20-22). Muro Modena e set point (21-24). Fuori Leon, il primo set è degli ospiti (21-25).

Gli attacchi e gli ace di Atanaisjevic marchiano a fuoco l’inizio del secondo set (7-3). A segno anche Lanza (9-3). Ace di Christenson (10-6). Due di Podrascanin (12-6). Modena dimezza lo svantaggio complici un paio di incomprensioni nella metà campo bianconera (15-12). Perugia tiene il vantaggio e con il muro di Ricci si porta a +4 (21-17). Leon vola sopra il muro (23-17). Ancora Leon, set point per i Block Devils (24-17). Fuori Bednorz, si torna in parità (25-17).

Modena scappa via in avvio di terzo set (2-6). Ace di Holt (3-8). Dentro Berger. Prosegue la serie di Modena (4-11). Torna Leon. Rottura prolungata nella metà campo bianconera (4-13). Perugia sistema il cambiopalla, ma non riesce ad avvicinarsi (10-19). Succede poi che i padroni di casa trovano l’incredibile rimonta e mettono tutto in discussione (24-24). Lanza trova il set point (25-24). Annulla Holt (25-25). Atanasijevic va a segno in diagonale e l’ace di De Cecco manda in estasi il PalaBarton (27-25).

Caricata dal proprio pubblico Perugia parte a mille nel quarto set. Atanasijevic va a segno in attacco e due ace di Leon firmano il 7-2. Modena rientra (7-5). Non c’è invasione e le due squadre tornano a contatto (8-7). Fallo fischiato a De Cecco, si torna in parità (8-8). Leon firma il break (14-12). Fuori Bednorz (16-13). Leon mantiene il vantaggio (18-15). Bednorz riporta Modena a contatto (19-18). Si gioca punto a punto (22-21). Atanasijevic va a segno (23-21). Muro di Podrascanin, è match point (24-21). Zaytsev annulla (24-22). Chiude Leon! (25-22).

I COMMENTI

Fabio Ricci (Sir Safety Conad Perugia): “Nel terzo set non so cosa sia successo. Eravamo sotto 10-19 e ad un passo dal baratro. Poi dopo un punticino alla volta abbiamo ripreso il parziale e l’abbiamo spuntata ai vantaggi. Oggi era importante vincere e mantenere il vantaggio del campo”.

Micah Christenson (Azimut Leo Shoes Modena): “Dobbiamo imparare dai nostri errori, ma il terzo set ci fa molto molto male. La vittoria parla, dobbiamo essere noi a dover parlare in campo e dimostrare di saper giocare una pallavolo migliore, senza nasconderci dietro il “giochiamo meglio ma la loro battuta è incredibile”. Abbiamo dimostrato di essere al loro livello, ma ci manca quel passo in più per chiudere i set quando ne abbiamo la possibilità”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – AZIMUT LEO SHOES MODENA 3-1

Parziali: 21-25, 25-17, 27-25, 25-22

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 19, Podrascanin 11, Ricci 6, Leon 24, Lanza 6, Colaci (libero), Piccinelli, Hoag, Seif, Berger. N.e.: Della Lunga (libero), Hoogendoorn, Galassi. All. Bernardi, vice all Fontana.

AZIMUT LEO SHOES MODENA: Christenson 2, Zaytsev 14, Mazzone 2, Holt 8, Urnaut 9, Bednorz 17, Rossini (libero), Tillie 1, Kaliberda 2, Anzani. N.e.: Benvenuti (libero), Pinali, Keemink, Pierotti. All. Velasco, vice all. Cantagalli.

Arbitri: Roberto Boris – Gianni Bartolini

LE CIFRE – PERUGIA: 21 b.s., 9 ace, 37% ric. pos., 16% ric. prf., 56% att., 6 muri. MODENA: 20 b.s., 3 ace, 38% ric. pos., 17% ric. prf., 52% att., 7 muri.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA