Pool Libertas, il sogno è diventato realtà: il quarto posto è tuo!

TINET GORI WINES PRATA DI PORDENONE 0

POOL LIBERTAS CANTU’ 3

(13-25, 24-26, 22-25)


TINET GORI WINES PRATA DI PORDENONE: Calderan 3, Della Corte 3, Link 8, Marinelli 16, Tassan 4, Bortolozzo 5, Lelli (L1), Deltchev 3. N.E.: Bonante, Marini, Saraceni, Cecutti, Corazza (L2). All: Sturam, 2°all: Bovari (battute vincenti 5, battute sbagliate 7, muri 4).

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti 3, Santangelo 18, Preti 6, Cominetti 20, Frattini 5, Robbiati 7, Butti (L1), Alberini, Gasparini, Danielli. NE: Suraci, Monguzzi, Pellegrinelli, Rudi (L2). All: Cominetti, 2°all: Redaelli (battute vincenti 5, battute sbagliate 12, muri 9).

Arbitri: Roberto Guarneri (Messina) e Giorgia Spinnicchia (Catania)

Addetto al videocheck: Luigi Pitzalis

La lunga rincorsa iniziata a dicembre è finita. Il Pool Libertas espugna Prata imponendosi per 3-0 in una gara più combattuta di quanto riveli il punteggio finale del match, una partita in cui i canturini hanno giocato contratti riuscendo ad aggiudicarsi i parziali solo nel finale, primo set a parte. Questa si può considerare una stagione da record per i ragazzi di Coach Cominetti, per il numero di punti realizzati in stagione regolare (50), per il numero di vittorie per 3-0 (11), senza dimenticare il ritorno ai play-off promozione dopo un’assenza durata tre anni.

Coach Luciano Cominetti deve rinunciare ancora a Capitan Dario Monguzzi, e quindi schiera Alessandro Frattini in diagonale a Gabriele Robbiati, con Mirko Baratti in regia, Andrea Santangelo opposto, Roberto Cominetti e Alessandro Preti schiacciatori, e Luca Butti libero. Coach Luciano Sturam risponde con Luca Calderan in regia, Giuseppe Della Corte opposto, Michele Marinelli e Jacob Link in banda, Matteo Bortolozzo ed Eugenio Tassan al centro, e Matteo Lelli libero, rivoluzionando poi la formazione con l’ingresso di Nedialko Deltchev a partire dal secondo set.

Primo set a senso unico, con i padroni di casa che resistono ai colpi dei canturini solo all’inizio del match. Poi il Pool Libertas, guidato da Santangelo e Cominetti, piazza il parziale decisivo di 3-13, portandosi dal 6-8 al 9-21. La Tinet Gori Wines rosicchia qualche punto, ma chiude un ace di Baratti (13-25).

Nel secondo set il Pool Libertas cala il ritmo, e la Tinet Gori Wines ne approfitta restando attaccata agli ospiti nel punteggio. I canturini provano a scappare a metà parziale (15-20), ma i friulani tornano sotto (19-20). Il finale è punto a punto, e chiude un muro di Cominetti (mattatore del match con 20 punti con il 73% in attacco) su Deltchev (24-26).

Il terzo set parte con i canturini ancora contratti e i friulani che ne approfittano per restare appaiati nel punteggio fino al rush finale, con il Pool Libertas che approfitta di un attacco in rete di Link e chiude la partita aggiudicandosi così la qualificazione ai play-off promozione (22-25).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Abbiamo giocato questa partita con molta tensione, che ci ha portato a sbagliare molto. Siamo però stati bravi perché siamo riusciti a chiudere il match sul filo di lana senza lasciare nemmeno un set ai nostri avversari, cosa che sarebbe stata pericolosa. La Tinet Gori Wines è stata brava perché ci ha dato filo da torcere, e questo fa onore sia a noi che a loro. E’ stata per noi un’annata storica, e adesso andiamo a prenderci tutte le soddisfazioni che riusciamo sul campo. Non lasceremo niente al caso, e se gli avversari saranno più bravi di noi vorrà dire che meritano di andare avanti. Questo è un risultato di pregio, e il fatto di aver confermato la A2 a Cantù, un campionato di élite, aggiunge prestigio a quanto da noi fatto. Noi ce la giocheremo al massimo delle nostre possibilità, anche perché sarà un campionato diverso da quello giocato negli ultimi anni, e sicuramente sarà bellissimo”.