Pool Libertas, partenza falsa: al Parini passa la Conad

POOL LIBERTAS CANTU’ 1

CONAD REGGIO EMILIA 3

(16-25, 25-19, 19-25, 22-25)

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti 1, Suraci 2, Cominetti 10, Motzo 15, Monguzzi 5, Frattini 9, Butti (L1), Regattieri, Poey 14, Maiocchi 1, Mazza, Rudi (L2). NE: Gasparini, Arasomwan. All: Cominetti, 2° All: Redaelli (battute vincenti 2, battute sbagliate 18, muri 8).

CONAD REGGIO EMILIA: Pinelli 3, Zingel 19, Ippolito 12, Dolfo 6, Mattei 17, Miselli 6, Morgese (L1), Bellini, Catellani. N.E.: Magnani, Scarpi, Cagni (L2). All: Bosco, 2° All: Civillini (battute vincenti 3, battute sbagliate 18, muri 10)

Arbitri: Massimo Piubelli (Verona) e Christian Palumbo (Cosenza)

Addetto al videocheck: Riccardo Canali

Non parte bene il Pool Libertas Cantù nel campionato di Serie A2 Credem Banca. La formazione di Coach Cominetti viene sconfitta per 1-3 al debutto, in un Parini bello pieno, dopo una battaglia di quasi due ore contro una Conad Reggio Emilia decisamente tosta. I reggiani sono partiti forte, trascinati dal suo centrale trasformato opposto per l’occasione Aidan Zingel (19 punti in totale per lui), che ha saputo sfruttare ogni spazio a rete. Ma oltre a lui hanno disputato una signora partita anche il centrale Andrea Mattei (17 punti a fine incontro) ed il capitano ed ex di giornata Andrea Ippolito.

Conad tosta, Pool Libertas che è andata a sprazzi. Non ha brillato nel primo set, poi si è ripresa bene ed ha vinto con disinvoltura il secondo. Quando la gara sembrava riaperta, ancora un calo nel terzo set. Più equilibrio nel quarto anche se alla fine i brianzoli si sono dovuti arrendere in un intenso finale.

Cantù, dunque, a mani vuote al debutto davanti al suo pubblico. Un ritorno al Parini, dopo l’esaltante finale di stagione scorsa con i Play Off Promozione, che non è coinciso con un risultato positivo anche per lo spessore degli avversari, lucidi e precisi nei fondamentali.

Coach Luciano Cominetti parte con Mirko Baratti in regia, Antonino Suraci opposto, Matheus Motzo e Roberto Cominetti in banda, Dario Monguzzi ed Alessandro Frattini centrali, Gabriele Rudi libero. Coach Pasquale Bosco risponde con Riccardo Pinelli in regia, l’australiano Aidan Zingel opposto, Andrea Ippolito e Ludovico Dolfo in banda, Andrea Miselli ed Andrea Mattei al centro, e Davide Morgese libero.

Il Pool Libertas fatica ad ingranare. Il primo set, forse anche per l’emozione del debutto, è tutto di marca Conad. Reggio va via fin da subito, Suraci non riesce ad incidere in attacco. Ed allora il Coach lo sostituisce con Raydel Poey che non è ancora al meglio della condizione. Ma che riesce a mettere assieme 14 punti ed un aces (16-25).

Il meglio di Cantù, con una squadra decisamente reattiva al servizio ed anche a rete, nel secondo set. Sale in cattedra anche il giovane Motzo che mette in mostra numeri da autentico fuoriclasse. Cantù resta sempre davanti: 8-5, 16-10 fino al 25-19 finale. Gara riaperta tra l’entusiasmo dei tifosi del Parini.

Grande equilibrio nel terzo set. Nessuno va via fino a metà set. Poi è la Conad, con un Zingel quasi perfetto, che prende il largo. E lo fa con decisione: 11-16, Motzo cerca di tenere a galla i suoi assieme a Frattini e Monguzzi. Ma è un’illusione. La Conad non si scompone e chiude il terzo set a suo favore (17-25).

La gara svolta per gli emiliani di coach Bosco. Che poi riescono a tenere a bada Monguzzi e soci anche nel quarto set. Ma Cantù, prima di arrendersi, prova con l’orgoglio a tenersi aggrappata al match. Ed anche Poey trova un paio di soluzioni strappa-applausi. 13-16 a metà set, ma la Conad con Ippolito, Pinelli e Miselli, martella che è un piacere. Senza dimenticare Zingel che non ne sbaglia una. Cantù, con Baratti al servizio, prova una rimonta in extremis. Si riporta sotto, poi ancora Reggio a spegnere le speranze ed a portare a casa i primi tre punti della stagione (22-25).

Che per Cantù sarà molto dura come ha precisato anche il presidente Molteni. Ma è solo la prima e c’è tutto il tempo per rimediare.