Road to Ravenna. Scarpi: “Un’altra occasione per dire la nostra”

Pochi giorni dopo l’allenamento congiunto contro la Leo Shoes di Modena, i ragazzi della Conad si mettono in viaggio verso Ravenna per affrontare di nuovo una squadra di Superlega. Il match contro la Consar è fissato per domani, ore 17.45 al PalaCosta. Enrico Scarpi, lo schiacciatore originario di Ravenna e presenza costante in campo durante l’allenamento contro Modena, esprime le sue considerazioni sull’imminente incontro con la ex-squadra ‘di casa’: «Ritrovarli da avversari, dopo anni, mi fa molto piacere e sono curioso di vedere come stanno lavorando. Rincontrerò Bonitta tra l’altro, che era mio allenatore al tempo. Non vedo l’ora di misurarmi con la mia ex-società e vedere quanto sono cresciuto, anche perché quando ero a Ravenna giocavo come libero».

Dalle giovanili della Robur Costa, nel 2012 per Scarpi ci fu il salto in Superlega nella Cmc Ravenna. Nel 2014 poi lasciò la città d’origine per spostarsi in Canada, a Vancouver. Dopo un anno oltre continente, il rientro in Italia con quattro stagioni in serie B, prima in Romagna a Conselice, poi Macerata, Viadana e Bolzano, fino a trovarlo oggi nella rosa reggiana. «Ravenna mi ha lanciato nella pallavolo professionistica – afferma –, è l’ambiente in cui sono cresciuto sia personalmente che come giocatore. Ci rincontriamo dopo anni e sinceramente non vedo l’ora, specialmente perché si tratta di una squadra della Superlega. Vediamo se sarà come con Modena».

Riguardo l’allenamento contro la Leo Shoes, lo schiacciatore rinnova le considerazioni fatte a fine partita. «Stiamo lavorando molto bene sulla fase break – dice –, tra muro e difesa. Ovviamente tra alcuni elementi in campo capita che non ci sia ancora sincronia, ma quello è un aspetto che si affina col tempo, in generale siamo contenti e soddisfatti della prestazione contro Modena. Domani a Ravenna vedremo se riusciremo a dire la nostra anche in quel frangente e a confermare queste buone sensazioni».