SASSUOLO E MIRANDOLA DIVENTANO LE CAPITALI DEL VOLLEY

MODENA – Sassuolo e Mirandola diventano le capitali del volley, almeno per un week end, ospitando due quadrangolari di pallavolo con le migliori squadre d’Italia e d’Europa per un evento di straordinaria caratura per le due città della provincia modenese. Merito del progetto SportMore, che porta le eccellenze sportive sotto rete nei palazzetti del nostro territorio, organizzando una kermesse di altissimo profilo che vedrà in campo nientemeno che i campioni del mondo e della Coppa Cev di Trentino Volley Srl, i campioni d’Italia e d’Europa della LUBE Volley, la detentrice della Supercoppa italiana Modena Volley e poi BluVolley Verona, Pallavolo Padova, Vero Volley Monza, Lupi Santa Croce e i turchi del Ziraat Volley Fan Club. Otto regine della pallavolo che sfideranno in due quadrangolari paralleli venerdì 11 e sabato 12 ottobre nella duplice rassegna ribattezzata “Gruppo Ponzi investigazioni International volley cup – Città di Sassuolo” e “Gruppo Ponzi investigazioni National volley cup – Città di Mirandola”, una kermesse che vanta il privilegio del patrocinio della Lega Pallavolo Serie A (oltre che dei due Comuni coinvolti) e che costituirà a tutti gli effetti l’antipasto degli imminenti campionati di Superlega e A2.

A MIRANDOLA. Il torneo “Gruppo Ponzi investigazioni – National volley cup Città di Mirandola” avrà luogo al Palazzo dello sport “Marco Simoncelli” di via Dorando Pietri a Comune Mirandola, dove si fronteggeranno alcuni tra i sodalizi più titolati della pallavolo italiana: le due superpotenze Cucine Lube Civitanova e Itas Trento, oltre a Calzedonia Verona e Kemas Lamipel Santa Croce. La formula degli scontri non varia: la prima partita, alle 17.45 di venerdì 11, vedrà di fronte Lube Volley e Lupi Santa Croce; all’orario di cena, le 20.30, la contesa tra Trentino Volley e Bluvolley Verona. Sabato avranno luogo la finale per il terzo posto tra le sconfitte (alle 14.45) e quindi successivamente lo scontro tra le due vincitrici per la prima piazza (alle 20.30).

I BIGLIETTI. Due sono le tariffe previste per chi vuole assistere all’eccezionale appuntamento col volley a Sassuolo e Mirandola: il posto unico per una giornata (venerdì o sabato) costa 15 euro, mentre l’abbonamento per due giornate è disponibile al prezzo di 25 euro. I biglietti si possono acquistare prenotandoli via mail all’indirizzo info@sportmore.it, con ritiro dei tagliandi direttamente nei palasport di riferimento. Per il torneo di Mirandola inoltre i ticket si possono comprare negli uffici di Radio Pico in via Agnini 47. Sono inoltre in piedi sconti di varia natura per gli abbonati dei otto club presenti nei due tornei, così come una convenzione con la Federazione Italiana Pallavolo che consente a tutte le società affiliate alla Federazione di ottenere due biglietti o abbonamenti omaggio con l’acquisto di 12 biglietti o abbonamenti; l’offerta vale sia per chi vuole assistere a una delle due giornate sia per chi vuole essere presente a entrambe.

L’ORGANIZZAZIONE. La duplice kermesse è organizzata come detto da SportMore, un progetto sportivo modenese, ma di respiro internazionale, avviato nel 2019 col patrocinio del Comune di Modena. Le finalità sono quelle di predisporre eventi sportivi dedicati ai protagonisti delle varie discipline, mettendo in risalto le vicende sportive più esaltanti ed emozionanti attraverso la voce o le gesta in campo dei protagonisti (per ulteriori informazioni è possibile collegarsi al sito web www.sportmore.it o inviare una mail a info@sportmore.it). Sui social network dell’organizzazione – Facebook e Instagram in primis – gli appuntamenti vengono seguiti in tempo reale.

I PARTNER. Numerose sono le realtà che affiancano i due tornei. Innanzi tutto il Gruppo Ponzi Investigazioni che, in qualità di title sponsor, dà il proprio nome alle kermesse. Kappa affianca poi i quadrangolari nel ruolo di sponsor tecnico. L’associazione Mondo Charge e lo Studio associato di consulenze Altomonte (Andrea Lodi) collaborano agli appuntamenti, assieme alle società locali CSD “J.Maritain”Maritain (per l’appuntamento di Mirandola) e Volley Sassuolo (per le sfide sassolesi). Tre sono i media partner: in primis l’emittente televisiva Tvqui Modena che offre copertura per entrambi i tornei, in accoppiamento con RADIO PICO – Pagina Ufficiale (per Mirandola) e con Radiamo Web Radio (per Sassuolo). Diverse sono le collaborazioni dedicate alla stipula di una convenzione: la già citata Fipav Modena, CNA Modena, Confcommercio Modena e il Concordia Hotel e DA MÈ Ristorante di San Possidonio (per Mirandola). La Lega Pallavolo Serie A onora infine le manifestazioni del patrocinio contestualmente ai Comuni di Mirandola e Sassuolo per l’evento legato al proprio rispettivo territorio.

IL COMMENTO. «Siamo lieti di portare la grande pallavolo a Sassuolo e Mirandola – commenta lo staff promotore di SportMore – con due eventi assolutamente unici confermando che il territorio modenese resta la culla del volley italiano, dando la possibilità a tanti cittadini e tante realtà di assistere per un fine settimana al meglio di questo sport in contesti locali che non avevano mai ospitato una simile concentrazione di eccellenze e campioni di questa disciplina. Più in generale l’obiettivo del nostro progetto è emozionare gli appassionati grazie alle gesta sportive, che sia attraverso la proposta di grandi azioni atletiche o per mezzo delle parole dei “cantori” e dei protagonisti delle discipline che tutti amiamo, facendo risaltare i valori umani e sociali prima ancora che puramente sportivi». A ogni modo, aggiungono gli organizzatori, «il nostro percorso, che il giorno prima dei quadrangolari di volley organizza anche lo spettacolo dello storyteller Federico Buffa nella suggestiva location del PalaPanini Modena in programma appunto giovedì 10 ottobre, non si ferma a questi grandi appuntamenti di pallavolo e ha in cantiere una serie di iniziative nel 2020. Ricordando che SportMore è un contenitore, un format nuovo che vuole trasmettere cultura a 360 gradi utilizzando quello che noi consideriamo uno strumento favoloso per la comunicazione come lo sport».

Roberto Tondelli Francesco Vecchi Giancarlo Scarpa Matteo Seghedoni