Ufficiale: Andrea Ippolito capitano

Il verdetto è arrivato: quest’anno sarà Andrea Ippolito a ricoprire il ruolo di capitano. A dirla tutta, lui un po’ se l’aspettava. «Il pensiero c’è stato – ammette – ma sapevo che era una scelta che avrebbe fatto tutta la squadra insieme». Da questo confronto in spogliatoio sono in realtà due le nomine ufficiali: quella di Ippolito e quella di Dolfo, che quest’anno sarà vicecapitano. Il primo di Frascati e il secondo di Treviso, ma entrami ormai reggiani d’adozione, saranno i punti di riferimento del roster reggiano per questa annata in serie A2 Credem banca.

Ippolito è infatti al suo quinto anno con Reggio, Dolfo al terzo preceduto da una stagione con Bergamo e poi un’altra con Ortona. «Anche Ludo, ‘reggiano acquisito’ come me, era in lizza per il ruolo da capitano – afferma Ippolito –. Siamo entrambi contenti così, ne abbiamo parlato. Credo che la mia ‘reggianità’ sia stata riconosciuta sia dalla squadra che dalla società».

Una squadra, quella di quest’anno, con un’età media molto giovane e «a prescindere dal ruolo di capitano o no – precisa Ippolito – essere il più vecchio della squadra mi metteva già nella posizione di fare un po’ da guida, diciamo. Tanto più se sono il capitano, cercherò di andare incontro alle esigenze di tutti, ovviamente senza dimenticare che l’ultima parola spetta al coach».

La carica di capitano rappresenta per Ippolito il coronamento di un percorso compiuto insieme alla città e all’ambiente societario, così come un’eredità molto preziosa. «Per me è motivo di grande prestigio – conclude – soprattutto guardando a chi è stato capitano prima di me. Arrivare dopo Nicola Sesto e Marco Fabroni consegna nelle mie mani un’eredità importante, da loro ho imparato moltissimo. Voglio ricoprire questo ruolo nel migliore dei modi».