Capitan Cargioli trascinerà la nuova Agnelli Tipiesse

Una nuova squadra con un nuovo leader: la maglia da capitano quest’anno va al centrale Antonio Cargioli. Capitan Cargioli è stato investito di questo importante ruolo al suo quarto anno in maglia bergamasca.

Una responsabilità importante da ereditare, un ruolo di leader e trascinatore del neo gruppo guidato da coach Graziosi, che lo ha premiato dopo tanti anni di battaglie coi colori della squadra orobica, per la sua determinazione e propensione al lavoro e alle qualità di aggregazione nello spogliatoio, il suo carattere estroverso e la carica che lo contraddistingue in campo.

Le parole del capitano all’ufficialità della carica: ” Un orgoglio, un vero orgoglio per la squadra, la società, i tifosi e la città visto dopo tutto quello che è successo e sta succedendo, una grande soddisfazione anche perchè non mi è mai capitato di avere un allenatore che credesse così tanto in me e mi assegnasse un ruolo così importante all’interno della società quindi sono molto contento. In cosa consiste questo ruolo? Essere capitano vuol dire prendersi la responsabilità, non tanto quando le cose vanno bene ma soprattutto quando vanno male, devi essere il primo a trascinare i compagni e prenderti responsabilità su errori o momenti di down che si vengono a creare durante una partita e provare a sostenere la squadra e sollevarla come ho sempre provato a fare in questi anni.

Le parole del ds Insalata a seguito di questa decisione: “E’ stata una decisione della società, riconosciuta poi dal gruppo che si sta venendo a formare, per la riconoscenza che tutti hanno verso Antonio perchè in questi quattro anni ci ha dato dimostrazione di affetto e attaccamento alla maglia: Antonio ha sempre messo Bergamo davanti a tutti, soprattutto in questo momento in cui la città ha dovuto affrontare un momento di difficoltà. Si è dimostrato attaccato a noi ed è stato facile riconoscergli questo ruolo. Per lui è una responsabilità, lo aiuterà a crescere e a fare quel salto di qualità in più che ancora gli mancava. Investirsi di questa responsabilità lo aiuterà a crescere confermandolo come leader e completandolo come atleta e come persona.”

Foto: Luca Giuliani

Linda Stevanato- Ufficio stampa Agnelli Tipiesse