Non siamo stati pressanti, ora continuiamo a lavorare

“É stata una serata molto difficile – spiega mister D’Amico- in cui abbiamo perso sin da subito la certezza del nostro attacco. C’era tanta tensione e avevamo aspettative altissime però non ci aspettavamo il crollo che c’è stato. Non siamo stati troppo pressanti al servizio e non siamo stati lucidi nel far affiorare le loro difficoltà e inadempienze . Ora abbiamo il dovere di togliere il freno che ci ha condizionato e abbiamo l’obbligo di trovare la giusta serenità, puntando sui nostri punti di forza. Siamo molto dispiaciuti e rammaricati per come è andata però ora torniamo a lavorare, studiando le indicazioni della gara contro Brescia”.

La preparazione è così ripresa in vista della prossima gara di domenica 1 novembre contro Siena”.

“Domenica prossima incontriamo una squadra molto forte con un parco attaccanti importante che scenderà con il coltello tra i denti per rifarsi della sconfitta rimediata a Cuneo- spiega D’Amico che è al lavoro per preparare la prossima gara.