HRK GUERRIERA LOTTA MA IL DERBY VA A PORTOVIRO

Il primo derby della stagione se lo aggiudicano Cuda e compagni, i leoni biancoverdi lottano e mettono i bastoni tra le ruote ad una squadra che può contare su un ritmo partita più rodato (Motta veniva dallo stop di domenic scorsa). Ora testa alla prossima, domenica di nuovo in trasferta a Torino.

Coach Zambonin decide di schierare: Kindgard al palleggio e Cuda sulla diagonale, Dordei e Lazzaretto le bande, Sperandio e Bargi la coppia di centrali, Lamprecht libero.

Coach Pino Lorizio conferma: Alberini e Gamba sulla diagonale, Scaltriti e Pinali in posto quattro, Luisetto e Arienti al centro, Battista libero.

La partita la apre Pinali in pallonetto, il primo tempo di Arienti apre le mani del muro 1-3, Lazzaretto trova il mani out del vantaggio 4-3. Nemmeno a dirlo Gamba infila il primo ace del match 5-7, Luisetto a muro per il massimo vantaggio 8-11, Battista difende Dordei e poi Pinali mette a terra 9-14. Sperandio ferma l’emorragia di punti 10-14, Gamba di nuovo 12-17, qualche evitabile errore costringe la panchina biancoverde al time out 14-17, è buona la diagonale di Dordei 16-19. Il pareggio lo mette a segno Lazzaretto in pallonetto. Arienti apre il corridoio per il set 20-21, il nastro aiuta la battuta di Pinali che diventa un ace 20-22, Kindgard vince il contrasto a rete 23-23, ace lazzaretto 24-23, Gamba annulla il primo set ball, il muro di Porto Viro sigla il 26-24 ed 1-0.

Parte forte Porto Viro 2-0 ma ci pensa capitan Scaltriti a riportare la parità 2-2. Pallonetto di Gamba per il primo vantaggio biancoverde 5-6 ancora lui dalla linea dei nove metri 5-7 prima e 5-9 poi. Sperandio ci mette il muro e accorcia le distanze 8-10, Lazzaretto pesta la linea dei 3 metri 8-12, Alberini lascia Arienti senza muro che ringrazia e mette giu 9-13, Pinali si fa trovare pronto: è sua la diagonale del 10-15. Luisetto capisce tutto a muro 11-17 ancora lui in primo tempo per il 14-20, sull’errore di Pinali coach Lorizio ferma il gioco 17-21, al rientro però Porto Viro è più concreta 20-22 e nuovo time out biancoverde, arriva poi il muro su Gamba 21-22, il neo entrato Mian toglie le castagne dal fuoco 21-23 in attacco e il muro del 21-24, non poteva che essere lui a cucire il 25^ punto. 22-25 ed 1-1.

L’avvio del terzo parziale è all’insegna dell’equilibrio 5-5, Porto Viro cerca lo strappo 7-5 ma Motta non ci  sta 7-7, Pinali mette due lunghezze di distanza 8-10, è ancora sua la pipe vincente 11-13, Gamba non trova il lungo linea 15-14, poi la pipe di Lazzaretto 17-14 , Porto Viro prende il largo 19-14 ma Saibene dice di no 19-15,  è il muro di kindgard a portare il set ball 24-18, chiude Bargi 25-19.

Pazzesco muro di Mian 3-3 Luisetto ne scrive due consecutivi 3-5 e 3-6, allora Arienti con l’ace 3-8 poi slash di Scaltriti 4-9 Mian passa in parallela 6-11, Arienti senza ostacoli 9-13. Vinti per il -2 11-13, con Mian a muro non si passa 11-15, Cuda riapre il set giocando sulle mani di Pinali 16-18. Il pareggio passa dal lungo linea di Lazzaretto 19-19, Mian suona la carica 20-22 e Scaltriti fa esattamente lo stesso 21-23, il solito, incredibile Mian trova anche il punto dal servizio  21-24 e ovviamente 22-25.

Inizia subito bene Arienti a muro 1-1 fa buona guardia Luisetto 2-3 Capitan Scaltriti prova a spingere 2-5. Sperandio a muro 6-6 e tutto da rifare per i Leoni, Porto Viro sugli scudi 8-6 ma Motta d’orgoglio 10-10, alzata coast to coast di Mian per il mani out di Scaltriti 12-12. Vinti si guadagna il match ball 14-12 ci pensa allora Lazzaretto dai nove metri 15-12.

IL TABELLINO:

HRK Motta: Saibene 1, Alberini 1, Gamba 16, Scaltriti 10, Pinali 17, Mian 13, Luisetto 12, Arienti 13, Tonello, Nardo n.e. Battista Libero, coach Lorizio.

Biscottificio Marini Delta Po Porto Viro: Bargi 11, Dordei 6, Vinti 4, Kindgard 4, Cuda 15, Sperandio 13, Lazzaretto 16, Zorzi, Aprile n.e., Bernardi Libero, Lamprecht libero, coach Zambonin.

Alice Bariviera, addetta stampa, press@pallavolomotta.com