Il libero Marco Rizzo suona la carica: “Con Modena giocheremo a viso aperto e senza timori”

Tra i cinque riconfermati della scorsa stagione, il libero Marco Rizzo analizza questo avvio di annata ma soprattutto suona la carica alla vigilia dell’esordio casalingo della Tonno Callipo contro la Leo Shoes Modena: “Siamo carichi dopo un match molto combattuto con Perugia  da cui alla fine siamo usciti a testa alta. Sappiamo che Modena è un’altra squadra forte però noi abbiamo le carte in regola per dare filo da torcere all’avversario e magari prendere i primi punti della stagione”.

Una quadra, quella di coach Giani, che si presenta alquanto rinnovata ma che comunque mantiene le sue ambizioni. “Per quel che dicono – conferma Rizzo – a Modena hanno ridimensionato il budget ma vantano comunque ottimi giocatori. Sicuramente a livello di collettivo sono una squadra da annoverare nel lotto delle migliori, e ritengo che lotteranno sempre per i primi posti. Per cui dovremo avere sì rispetto però non paura. Tra l’altro sarà la nostra prima gara di campionato in casa e quindi ci teniamo molto a figurare bene: giocheremo la partita a viso aperto così come abbiamo fatto al PalaBarton e chissà magari anche meglio”.

La Callipo nei pochi giorni dopo il posticipo in terra umbra ha preparato a dovere questo esordio interno: “Già da venerdì siamo rientrati in palestra con grande determinazione, ovviamente anche analizzando col mister le cose da migliorare e lavorando pure sull’avversario. Modena come detto ha tanti punti forti ma dovremo essere bravi a cercare di trovare qualche lato debole da sfruttare. Sicuramente hanno un ottimo palleggiatore come Christenson che fa girare bene la squadra, noi dovremo essere decisivi al servizio se vogliamo metterli un po’ in difficoltà”.

Passando in rassegna le tre gare di Coppa Italia e l’esordio a Perugia sono evidenti miglioramenti graduali sul piano del gioco: “Sicuramente – spiega Rizzo – la costanza di lavorare sempre su certi aspetti che per il nostro gioco sono fondamentali incide molto. E poi il gruppo si sta comunque amalgamando nonostante il numero dei riconfermati era a quota cinque. Migliora anche l’intesa col palleggiatore Saitta soprattutto con gli altri nuovi e si è visto bene proprio a Perugia contro una corazzata con cui abbiamo giocato senza paure tenendo sempre botta”.

Anche a livello individuale il libero della Callipo pretende di più: “So che posso fare meglio e che possiamo fare meglio. Però ci sono anche tante cose positive da cui ripartire. Ad esempio a Perugia Leon ha fatto una gran partita al servizio, anche se nel primo e terzo set ce la siamo giocati, con qualche rimpianto per il primo gioco”.

Infine non può mancare il riferimento al “settimo uomo” ovvero alla Fossa Giallorossa ed a tutto il pubblico vibonese la cui assenza si fa molto sentire per una piazza come Vibo Valentia tradizionalmente calorosa, colorata e rumorosa…“Speriamo – sottolinea Rizzo – che la Regione apra ai tifosi perché comunque noi come giocatori e come società abbiamo bisogno di loro. A Perugia anche se la capienza era ridotta i tifosi  si facevano comunque sentire, quindi auspichiamo che arrivi presto questa bella notizia anche per noi in modo che il sostegno dei nostri ci faccia sentire ancora più a casa”.

UFFICIO COMUNICAZIONE

Rosita Mercatante

ufficiostampa@volleytonnocallipo.com