Milano cede il passo a Monza nel derby “passerella” di Coppa Italia

Con la qualificazione già in tasca, spazio alle seconde linee per l’Allianz Powervolley che hanno lottato fino al tie break contro i “cugini” brianzoli

IN SINTESI: La terza giornata degli ottavi di finale del girone A degli ottavi di Coppa Italia si chiude con la sconfitta inutile dell’Allianz Powervolley Milano che cede il passo alla Vero Volley Monza.  Il match, andato in scena a porte chiuse al Centro FIPAV Pavesi di Milano, ha premiato la prestazione dei brianzoli, che si sono imposti solo al tie break con il risultato di 3-2 con i parziali 13-25, 28-26, 25-20, 21-25, 16-18. Monza e Milano hanno così chiuso il girone a 7 punti, con i brianzoli avanti in virtù di una vittoria in più. Entrambe le compagini, che già prima di questo confronto avevano staccato il pass per i quarti di finale, hanno dato spazio a chi, fino a questo momento, ha giocato meno. «Sono molto emozionato per l’esordio, anche se sono molto dispiaciuto per il risultato finale– ha commentato a fine gara Matteo Staforini –. Ci siamo arrivati vicini con il quinto set perso solo 16-18. Si tratta comunque di un bel test che ci ha permesso di essere ancora più squadra».

MILANO – Si chiude con una sconfitta inutile il cammino dell’Allianz Powervolley Milano nel girone A degli ottavi di finale della Del Monte® Coppa Italia. Nel derby lombardo di coppa, andato in scena a porte chiuse al Centro FIPAV Pavesi, è stata la formazione ospite a portare a casa la posta in gioco, vincendo per 3-2 con i parziali 13-25, 28-26, 25-20, 21-25, 16-18. Le due formazioni, già certe della qualificazione ai quarti, hanno fatto turn over ed hanno onorato un match che non metteva nulla in palio se non l’onore di fare proprio il 16° derby tra le due compagini.

Un derby “passerella” per chiudere il girone A che in sole due giornate aveva già premiato sia Milano sia Monza. Con la qualificazione già in tasca, meneghini e brianzoli hanno dato spazio così alle seconde linee, offrendo la possibilità a chi in questo inizio di stagione ha giocato meno di prendere confidenza con il campo e con il ritmo gara. Coach Piazza ha schierato l’esperto Daldello in diagonale con Patry, Basic in posto 4 con Maar, il giovane Mosca (all’esordio con l’Allianz Powervolley) al centro insieme a Kozamernik con il ruolo del libero che è stato ricoperto da Matteo Staforini, classe 2003 e giocatore più giovane in assoluto della Superlega 2020-2021. A fare suo il confronto di coppa è stata la squadra ospite che, in cinque set, si è imposta sui padroni di casa dell’Allianz Powervolley. Le due squadre hanno così chiuso il girone a 7 punti, con i brianzoli avanti in virtù di una vittoria in più, ed ora attenderanno la composizione del tabellone con la riclassificazione delle squadre qualificate che terrà conto della classifica al termine del girone di andata della regular season 2020-2021. Dopo un primo set da dimenticare, sono state utili le risposte di chi è stato chiamato in causa dal tecnico di Milano che ha trovato un’arma in più nel suo roster corrispondente al nome di Luan Weber. Seppur ancora in ritardo di condizione, l’opposto brasiliano ha dimostrato le sue doti in attacco (15 punti con il 64%) che torneranno utili nel corso della stagione. Indicazioni positive anche per Mosca e Staforini che, lasciatasi alle spalle l’emozione dell’esordio, hanno dato il giusto apporto alla causa meneghina. Da segnalare anche l’esordio con la maglia di Milano del classe 2002 Matteo Meschiari che, nel quarto set, ha preso il posto di Maar. Alla fine le due compagini hanno dato vita ad un match complessivamente piacevole da seguire che non ha vissuto di grandi sussulti ma che ha comunque regalato emozioni, avvolto nel fascino a tratti magico di un derby.

Il commento finale è affidato alle parole di Matteo Staforini: il giovanissimo libero in maglia numero 2 ha fatto il suo esordio assoluto con la maglia di Milano. «Sono molto emozionato per l’esordio, anche se sono molto dispiaciuto per il risultato finale – ha commentato a fine gara Matteo Staforini –. Ci siamo arrivati vicini con il quinto set perso solo 16-18. Si tratta comunque di un bel test che ci ha permesso di essere ancora più squadra». Archiviata ora la Coppa Italia, Milano può proiettarsi all’esordio in Superlega, in programma domenica 27 settembre in casa all’Allianz Cloud. Per la prima giornata di campionato arriverà infatti la Top Volley Cisterna, con la possibilità di poter riabbracciare una parte di pubblico: saranno infatti 700 gli spettatori che potranno assistere al match secondo quanto stabilito dall’Ordinanza della Regione Lombardia n. 610 del 19/09/20, valida fino al 15 ottobre 2020.

CRONACA

Primo set:

Partenza sprint per Monza che trova con il turno in battuta di Holt un parziale di 5-0. Il primo punto di Milano arriva sulla pipe di Maar (1-5), ma gli ospiti continuano a spingere fino al 2-9 che costringe coach Piazza al primo time out. Smash di Maar su ricostruzione di prima intenzione per il 4-10, ma la formazione di coach Piazza non riesce a trovare le giuste misure in attacco e Monza scappa via (8-16). Ace di Dzavoronok per il 9-19, con Mosca che trova il primo tempo del 10-20. Sull’errore in battuta di Basic si chiude il primo set 13-25.

Secondo set:

Equilibrio in avvio della seconda frazione con Milano che piazza il break con Maar per l’8-6. Ace di Patry per il +3 dei padroni di casa (10-7), ma il sorpasso di Monza arriva sull’errore di Maar (15-16). Il canadese si fa perdono con un delizioso pallonetto per il 17-17, ma i brianzoli tornano avanti con la pipe di Dzavoronok (18-20) con conseguente time out di coach Piazza. Bel colpo di Basic per il 21-23, che si supera con un doppio ace per il 24-24. A chiudere il parziale, finito così ai vantaggi, è stato il muro a due Patry-Mosca che ha fissato il punteggio sul 28-26.

Terzo set:

Super difesa di piede di Staforini che porta Milano sul 2-1. Milano allunga sull’errore di Ramirez (6-3), seguito dall’ace di Weber per il 7-3. Ancora il brasiliano che colpisce per l’11-6, con l’ace di Kozamernik che fissa il punteggio sul 16-8. Muro di Leandro Mosca per il 17-8, poi qualche errore di troppo nella metà campo meneghino portano coach Piazza ha spendere il suo time out (20-13).

Quarto set:

Esordio nel quarto set per Meschiari nelle fila di Milano al posto di Maar. Kozamernik inchioda a terra un primo tempo sontuoso che vale il 6-4, poi l’errore di Weber vale il 9 pari. Ancora un errore per Milano con Mosca (9-11) che porta coach Piazza a spendere il suo time out. Kozamernik trova il 14-14 in primo tempo, ma Monza piazza un nuovo allungo che vale il 15-18. Ace di Dzavoronok per il 20-24, con il punto finale di Monza per il 21-25.

Quinto set:

Monza si porta sull’1-3 con Dzavoronok, con Weber a colpire per il 4 pari. Meschiari si supera con un potente mani out (6-6), con Daldello a trovare il colpo di seconda per l’8-7. Bomba di Basic per il 9-8, poi Weber bravo a gestire l’11-10. Ace di Galassi per il 14-15, poi Weber per il 16-15. Punto Monza che trova il 16-17, fino al definitivo 16-18 che chiude il match.

TABELLINO

ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO – VERO VOLLEY MONZA: 2-3 (13-25, 28-26, 25-20, 21-25, 16-18)

Allianz Powervolley Milano: Staforini (L), Basic 13, Kozamernik 9, Daldello 1, Sbertoli 0, Maar 12, Weber 15, Patry 9, Meschiari 2, Mosca 8. N.e.: Piano, Ishikawa, Pesaresi (L). All. Roberto Piazza.  

Vero Volley Monza: Lagumdzija 8, Falgari 2, Calligaro 2, Dzavoronok 17, Orduna 0, Federici (L), Sedlacek 25, Brunetti (L), Galassi 7, Holt 5, Beretta 7, Ramirez 13. All. Fabio Soli. 

NOTE 

Durata set: 22’, 30’, 26’, 23’, 21’. Durata totale: 2h e 2’. 

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 7, battute sbagliate 16, muri 3, attacco 53%, 31% (17% perfette) in ricezione. 

Vero Volley Monza: battute vincenti 10, battute sbagliate 25, muri 14, attacco 52%, 36% (18% perfette) in ricezione.