Peimar torna a smuovere le classifica

PEIMAR CALCI – SYNERGY MONDOVI’ 3-1 (25-22, 19-25, 25-23, 25-14)

PEIMAR CALCI: Coscione 2, Argenta 13, Ciulli, Nicotra, Zanettin 4, Sideri 10, Barone 10, Mosca 10, Fedrizzi 19, Tosi (L) n.e. Lecat (L), De Muro, Razzetto. All. Gulinelli 2^ All. Grassini

SYNERGY MONDOVI’: Arasomwan 12, Milano, Loglisci 9, Piazza 2, Terpin 10, Dulchev 2, Pochini (L), Borgogno 21, Esposito 10 n.e. Bartoli, Buzzi, Garelli. All. Barbiero 2^ All. Negro

NOTE:

Arbitri: Prati Davide, Rossi Alessandro

Durata set: 31’, 27’, 30’, 24’ Tot. 1h 52’

PEIMAR CALCI: battute vincenti 7, battute sbagliate 8, muri 9

SYNERGY MONDOVI’: battute vincenti 1, battute sbagliate 12, muri 9

 

La Peimar Calci risorge contro la Synergy Mondovì e conquista la prima vittoria di questo 2020. Partita sulla carta pericolosa, sia per la perdurante assenza di Lecat, portato in panchina come libero (ma non utilizzato), sia per il ruolino di marcia della compagine piemontese, ultime cinque gare sempre a segno e contro avversarie di rango. La gara si è confermata impegnativa come da pronostico ma i ragazzi di Gulinelli hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, offrendo una buona prova al servizio e mostrando capacità di gestione e voglia di vincere. Si interrompe dunque una serie negativa iniziata nel big-match con Siena, comprendente anche l’eliminazione, un po’ a sorpresa, dalla Coppa Italia Dal Monte riservata a formazioni di serie A2 e A3. I tre punti permettono di dare ossigeno alla classifica: è quinto posto, ma a -1 da Olimpia Bergamo e a -3 dalla coppia Sieco Service Ortona – BCC Castella Grotte (- 6 da Emma Villas Aubay Siena, attuale capolista).

Starting six senza Lecat, come detto, e quindi Coscione in regia, Argenta opposto, Sideri e Fedrizzi a ricevere e schiacciare, Mosca e Barone al centro, Tosi libero. Risposta Mondovì con Piazza in regia, Borgogno opposto, Terpin e Loglisci ai lati, Arasomwan ed Esposito al centro. Libero è Pochini. Gara subito combattuta, ma la Peimar approccia meglio e guadagna qualche punto di margine (8-5), difeso con le unghie e con i denti (16-13), fino alla fine (da 21-19 a 25-22).

Secondo set, parti rovesciate. Ad andare avanti sono gli ospiti, prima moderatamente, poi prendendo un ampio margine (11-16, 15-21) difeso fino alla fine. Nell’occasione, dentro Nicotra al servizio (come nella prima frazione), e Ciulli.

La delusione non incide sulla prestazione dei padroni di casa, determinati a vincere e riscattarsi. E’ un bene, perché nel terzo set la Synergy da fondo alle risorse e le prova tutte per sfruttare il momento di difficoltà avversario. Gulinelli getta nella mischia Zanettin, il giovane opposto ripaga la fiducia con 4 attacchi a segno su cinque totali. L’andamento della gara è nel segno del punto a punto, le due squadre né si arrendono né si allontanano troppo: 16-15, 21-20. Sui punti pesanti si nota l’esperienza e il curriculum dei padroni di casa, che gestiscono al meglio situazioni complicate e rimangono in vantaggio fino alla fine (25-23).

Il quarto set è senza storia. La formazione ospite sembra aver dato tutto. Parziale ipotecato a metà percorso (16-7) e messo in ghiaccio nella seconda parte: da 21-11 a 25-14. Dentro ancora Nicotra, per i padroni di casa; i piemontesi rispondono con gli innesti di Dulchev e Milano, ma ormai la sorte della partita è segnata e gli ultimi punti, per la rediviva Peimar Calci, sono niente più che una cavalcata trionfale.

Ufficio Stampa Peimar Volley