Sbertoli punta Civitanova: “La storia non sempre si ripete, ma mai dire mai”

MILANO – Una trasferta impegnativa di quelle “proibitive” in casa di una delle squadre più forti del campionato di Superlega, così come ha dichiarato il palleggiatore Riccardo Sbertoli Il Resto del Carlino Macerata. L’Allianz Powervolley Milano domenica 25 farà visita a Civitanova per la settimana giornata di andata. Le due formazioni sono distaccate in classifica di sole tre lunghezze con i meneghini sul gradino più basso del podio e i marchigiani al secondo posto.

Gran partenza per la sua Allianz Powervolley nonostante l’attacco rifatto.
«Vero, siamo lì dove speravamo e volevamo essere».

E senza il re dei bomber Abdel Aziz passato a Trento.
«Ricordo che in estate in tanti dicevano che saremmo stati molto più deboli, invece con Ishikawa, Maar e Patry stiamo facendo benissimo».

Come mai la caduta con Vibo?
«Attenzione, i calabresi dopo di noi hanno sempre vinto e infatti hanno 10 punti, quarta forza».

Per voi la Lube domenica e successivamente la Sir: gli esami di maturità?
«Sono d’accordo. Intanto abbiamo staccato qualche rivale, poi vedremo, l’appetito vien mangiando».

Chi è più forte, Civitanova o Perugia?
«Per me la Lube è una corazzata, più completa. Però aspettiamo il rientro di Atanasijevic».

Un giudizio su De Cecco?
«Ho sempre detto che è regista con le mani migliori al mondo».

Chi toglierebbe dalla disponibilità dell’argentino?
«Uno solo? Allora dico Simon, è il più difficile da contenere».

Come finisce domenica? Crede nell’impresa bis?
«La storia non si ripete quasi mai, ma chissà…».