Toscana amara per il Pool Libertas: la Peimar si impone 3-0

PEIMAR CALCI 3

POOL LIBERTAS CANTU’ 0

(25-15, 25-19, 25-17)

PEIMAR CALCI: Coscione 1, Argenta 17, Lecat 13, Fedrizzi 15, Barone 3, Mosca 10, Tosi (L1). N.E.: Nicotra, Ciulli, Sideri, Zanettin, Razzetto, De Muro (L2). All: Gulinelli, 2° All: Grassini (battute vincenti 5, battute sbagliate 5, muri 14).

POOL LIBERTAS CANTU’: Reggio, Poey 6, Cominetti 12, Maiocchi 12, Monguzzi 3, Mazza 4, Butti (L1), Regattieri 1, Motzo 2, Gasparini, Rudi (L2). NE: Suraci, Frattini. All: Cominetti, 2° All: Redaelli (battute vincenti 2, battute sbagliate 9, muri 8).

 

Arbitri: Lorenzo Mattei (Macerata) e Ugo Feriozzi (Ascoli Piceno)

Addetto al videocheck: Francesco Elia Guacci

 

La Toscana rimane amara questa stagione per il Pool Libertas Cantù. Nella terza e ultima trasferta in questa regione, i canturini non riescono a conquistare neanche un set nella partita contro i padroni di casa della Peimar Calci. Per i toscani un’ottima prova in battuta e a muro basta per portare a casa bottino pieno, mentre i canturini pagano la giornata-no in attacco (37% di squadra in questo fondamentale)

Coach Luciano Cominetti ripropone la formazione delle ultime giornate con Riccardo Reggio al palleggio, Raydel Poey opposto, Roberto Cominetti e Matteo Maiocchi schiacciatori, Federico Mazza e Dario Monguzzi centrali, e Luca Butti libero. Coach Flavio Gulinelli recupera François Lecat e può schierare la formazione tipo con Manuel Coscione palleggiatore, Andrea Argenta opposto, Michele Fedrizzi in diagonale al belga in banda, Rocco Barone e Leandro Mosca al centro, e Federico Tosi libero.

Primo set con i padroni di casa che partono a razzo, e in un attimo sono 9-3. Il time-out chiamato da Coach Cominetti dà la scossa, il Pool Libertas lotta, ma non riesce a ricucire lo strappo. Il divario tra le squadre aumenta, e chiude un attacco di Fedrizzi (25-15).

Anche nel secondo set la Peimar scappa subito avanti con due ace di Fedrizzi, con Coach Cominetti a fermare il gioco (4-0). Come nel parziale precedente, questo sembra dare la scossa ai canturini, ma i toscani allungano ancora (10-4). Coach Cominetti chiama il suo secondo time-out in breve tempo. Al rientro in campo Maiocchi mura due volte Argenta, ed è Coach Gulinelli che vuole parlarci su (13-8). Il recupero canturino prosegue, e i brianzoli arrivano a -3 (21-18). Il rush finale premia la Peimar, con Barone che vince un contrasto a rete con Mazza (25-19).

Nel terzo set i toscani provano a scappare subito (5-3), ma i canturini reagiscono immediatamente e sorpassano (5-6). Altro allungo dei padroni di casa grazie al turno al servizio di Fedrizzi (10-7), con Coach Cominetti a fermare il gioco. Al rientro in campo il Pool Libertas pareggia immediatamente a quota 10. Si prosegue punto a punto fino al turno al servizio di Barone che lancia la Peimar (17-13). I brianzoli, però, si portano subito sotto (17-16). Da quel momento è Fedrizzi-show: è lo schiacciatore trentino che chiude il parziale monstre di 8-1 che mette fine a set e match (25-17).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “E’ stata una partita nella quale abbiamo avuto molta difficoltà ad esprimere il nostro gioco. Abbiamo sbagliato secondo me l’approccio iniziale alla gara, e questo si è trascinato per tutto il match. Ho visto qualche segnale, ma è bastato un nonnulla per mandare tutto all’aria. Nelle partite precedenti abbiamo perso sì, ma lottando fino alla fine; in questa non l’abbiamo fatto. Se affronteremo anche le prossime partite con questo atteggiamento sarà molto difficile per noi raggiungere la salvezza. Fino ad ora abbiamo perso lottando, quello che non dobbiamo fare da qui alla fine è perdere la dignità”.