Alla Sa.Ma. non riesce l’impresa.

Non riesce l’impresa alla Sa.Ma. Portomaggiore nella gara d’esordio degli ottavi di finale play off promozione, è la Med Store Macerata a portarsi a casa il primo punto con un rotondo 3-0.

Cruciani schiera in campo Marzola-Albergati in diagonale, Graziani e Nasari da posto quattro, Ferrari e Quarta al centro e Benedicenti libero.

Per coach Di Pinto invece la diagonale Monopoli-Dennis, Ferri e Margutti di banda, Calonico e Pizzichini al centro, Gabbanelli libero.

Il primo set parte con le due squadre che viaggiano punto a punto fino al 6 pari, poi un buon break in attacco di Graziani garantisce il vantaggio di due lunghezze ai suoi. Vantaggio che aumenta nel cuore del set fino al 10-13 firmato da Nasari. Un parziale di 4-0 della squadra di casa cambia l’inerzia del gioco ma Portomaggiore non ci sta e continua a rispondere colpo su colpo. Si arriva al 20 in parità. Errore di in battuta di Ciccarelli ma Ferrari rimette e cose in parità (21-21) con un muro punto. Una buona rigiocata termina con il mani out esterno di Nasari per il vantaggio ospite ma da qui la luce si spegne, due errori diretti in attacco permettono a Macerata di portarsi al set ball (24-22). Nasari tiene accese le speranze (24-23) ma una battuta float a metà rete di Albergati spegne ogni possibilità di portare il set ai vantaggi.

In questo momento Macerata è come se si scrollasse da dosso la pressione dovuta al dover vincere per forza e inizia a giocare in maniera più lucida. Dennis in battuta inizia a far male alla linea di ricezione portuense (6-1) che perde un pò della lucidità dimostrata nella prima frazione. Un buon turno al servizio di Nasari riavvicina le due squadra fino all’8-6. A metà set altro break di 5-0 dei padroni di casa (16-10) che mette una seria ipoteca alla seconda frazione terminata 25-16 a favore dei padroni di casa.

Purtroppo la differenza principale si nota nel fondamentale d’attacco, troppo il divario tra le due squadre, con Macerata che se pur ricevendo con percentuali più basse riesce a mantenere un cambio palla fluido anche con palla distante da rete. Nel terzo parziale Portomaggiore non molla e si porta avanti anche di due lunghezze a metà set, ma come riportato poco fa il cambio palla non riesce ad essere sistematico e Macerata ne approfitta andando a chiudere il set 25-19.

“Sono dispiaciuto per come si è concluso il primo set – spiega coach Cruciani – visto che lo abbiamo praticamente consegnato ai nostri avversari con quattro errori diretti dopo il 20. Fino a quel momento avevamo tenuto benissimo il campo. Poi quel finale di set ha permesso a Macerata di iniziare a giocare il secondo con l’inerzia a loro favore e da li hanno meritato di portarsi a casa la seconda e la terza frazione di gioco. A squadre come queste non va regalato nulla e per essere competitivi devi sempre giocare al massimo delle tue potenzialità. Purtroppo abbiamo faticato in attacco, specialmente in cambio palla ed è qui che dovremo alzare l’asticella nella gara di ritorno. Sicuramente balza all’occhio di tutti la prestazione negativa del nostro opposto Albergati, che fino ad ora aveva sempre mantenuto uno standard ampiamente sopra alla sufficienza. Per correttezza va specificato che il ragazzo è andato in campo con un solo allenamento di gioco da due settimana a questa parte e come al solito ha provato a dare il suo contributo mettendo sul campo tutto quello che poteva dare. Devo ringraziare lui e tutti i suoi compagni perchè nessuno di loro si è mai tirato indietro durante la stagione, pur non essendo sempre al 100%. Ora abbiamo una settimana per prepararci alla battaglia di gara due”.

Med Store Macerata – Sa.Ma. Portomaggiore 3-0 (25-23/25-16/25-19)
Sa.Ma. Portomaggiore: Ferrari 8, Albergati 7, Graziani 7, Nasari 7, Quarta 4, Marzola 3, Masotti 1, Benedicenti L, Ciccarelli, Gabrielli L2, Zanni, Bragatto ne.
Med Store Macerata: Dennis 20, Ferri 12, Margutti 7, Calonico 6, Pizzichini 3, Monopoli 2, Cordano 1, Gabbanelli L, Princi, Valenti L2, Pahor ne, Pasquali ne, Risina ne, Snippe ne.