Brescia, un punto amaro ad Ortona!

Occasione persa per Brescia, che parte sempre avanti nei set, ma non ha l’aggressività e la precisione necessarie per imprimere la propria inerzia e dominare il match come avrebbe potuto. I tanti errori dei Tucani regalano il primo vantaggio ad un’Impavida che cresce, convinta dal risultato, e si carica, nonostante l’assenza di Cantagalli. La Consoli non riesce a mettere in campo la giusta continuità e quel pizzico di cattiveria utile a vincere i primi due parziali, persi sul filo. Si ridesta nel terzo, chiuso con autorevolezza, e arriva al tie break, ma con le energie al minimo. Un punto preso, ma due lasciati ai padroni di casa. Ora due turni interni per continuare il cammino verso i Play off.

SIECO SERVICE  – CONSOLI CENTRALE McDONALD’S  3–2

(25-22; 25-21; 16-25; 22-25; 15-7)

Starting six

Lanci deve rinunciare a Cantagalli e parte con Pedron incrociato a Carelli, Sette e Marinelli a banda, Menicali e Simoni al centro; Toscani è il libero di casa.

Tiberti è sulla diagonale con Bisi, Cisolla e Galliani sono in posto quattro, con Esposito e Candeli al centro; Franzoni è il libero.

Match in pillole

L’attacco bianco blu non trova il campo in troppe occasioni e impedisce a Brescia di prendere il largo; l’ace di Simoni vale la parità a 10. Gli errori dei Tucani (sei in attacco e quattro dai nove metri) segnano l’esito di un set che potrebbe invece scorrere in tranquillità. Cisolla blocca Carelli per il 19-20 che sembra lanciare il break decisivo, ma è Sette a segnare il 23-21 ed è la palla out di Galliani a decretare il  25-22.

Subito 1-4 per Brescia, ma i Tucani sembrano non voler vincere e subiscono il parziale di 8-3 che vale il sorpasso e la crescente fiducia della squadra di casa. Carelli passa per il 14-10 e per il 21-17. Esposito a muro tiene vivi i suoi (21-19), ma è ancora Sette a far volare i suoi (25-21).

Reazione di Brescia, che mette il solito break in avvio (1-4), ma stavolta non cala e porta  a casa il set con un 73% in attacco. Cisolla inventa, Esposito e Bisi vanno a segno a  muro (3-10). Ace dell’opposto – migliore dei suoi nella terza frazione – per il 10-20 e chiusura facile per i Tucani sul 16-25.

In un amen si passa da 1-3 a 5-3, con Carelli indomabile nel quarto, finché Esposito gli blocca la strada segnando il contro-break (8-10), dopo aver piazzato l’ace del 7 pari. Bisi è potente dalla linea di fondo (8-11), ma Ortona aggancia e supera con grande convinzione (Sette per il 13-12). Nel finale è il centrale numero 14 a prendersi la ribalta: saranno 9 i suoi punti totali, con un ace e tre block (22-25).

Il tie break è ancora ostile: due ace di Simoni danno il 4-1 ai padroni di casa che rincarano la dose mettendo in difficoltà la ricezione ospite. Si cambia sul 8-4: Brescia sembra non avere più energia e anche il cambio palla diventa un’impresa. L’attacco out di Galliani vale il 15-7 per la squadra di casa.

Commento

Coach Zambonardi: “La sensazione è di avere sciupato una vittoria…E’ un’occasione persa, rispetto a quel che avremmo potuto fare stasera ed è un punto guadagnato, visto come si era messo il match dopo i primi due set. Abbiamo sprecato troppe palle break nel primo parziale, dando ad Ortona modo di caricarsi e portarsi avanti nel secondo. Ci è mancato il cinismo per chiudere i punti decisivi in avvio e ho visto in campo più tensione nervosa che agonistica. Loro han toccato e difeso tanto, ma soprattutto han sbagliato meno di noi. Un punto comunque muove la classifica e torniamo a lavorare per il rush finale”

 

Tabellino

GRUPPO CONSOLI CENTRALE McDONALD’S: Orlando, Tasholli ne, Tiberti 2, Crosatti (L) ne, Cogliati ne,  Bergoli, Bisi 17, Franzoni (L), Galliani 14, Candeli 8, Esposito 19, Cisolla 15, Tonoli, Ghirardi ne. All. Zambonardi.

SIECO SERVICE : Fabi ne, Simoni 13, Pesare (L), Rovetto ne, Pedron 1, Toscani (L), Del Frà, Cantagalli, Carelli 21, Marinelli 12 , Sette 16, Menicali 7. All.Lanci.

Note: Ace Brescia 4, Ortona 5.
Battute sbagliate Brescia 19, Ortona 16.
Muri  Brescia 11, Ortona 3
Attacco Brescia 51%,  Ortona 50%
Ricezione Brescia 57 % (22% perfetta),  Ortona 61% (16% perfetta)
Durata: 28’ 29’ 22’ 29’ 15’. Totale: 2h03.

Arbitri: Beatrice Cruccolini  e Massimo Rolla. Addetto al Video Check: Fabio  Ercolani.