Gas Bluenergy Piacenza – NBV Verona 3-1

PIACENZA – Un terzo set per ritrovare affiatamento e ritmo, ma non basta per fermare una Piacenza in grande forma, che si prende i primi due parziali grazie soprattutto al servizio letale. Mousavi e Clevenot trascinatori, Verona ci mette cuore e sudore anche nel quarto set, per provare a portare la gara al tie-break, ma l’impresa non riesce.

1° set: Verona, che ritrova Spirito in cabina di regia, schiera in campo Kaziyski, Aguenier, Caneschi, Jensen, Jaeschke, Bonami libero, oltre al palleggiatore ligure. Buona partenza dei gialloblù che si portano in vantaggio con i colpi di capitan KK, ma la risposta di Piacenza non si fa attendere con Clevenot e Mousavi, inarrestabile al centro della rete. 12 a 9 il punteggio dopo i primi minuti. Spirito dirige bene in campo scaligero, ma Russel e Grozer mettono sotto forte pressione i ricevitori gialloblù dai 9 metri e trovano la fuga portandosi a +6. Kaziyski prova a caricare i suoi con una pipe fulminante, ma sono troppi gli errori di Verona che concede il fianco ai padroni di casa. Il punto che consegna il set a Piacenza sul 25-17 è una bordata di Grozer.

2° set: inizio di set in equilibrio, con Russel a martellare forte dai 9 metri e Verona che punta tutto sul gioco dal centro con un super Aguenier. Jensen fatica passare nelle trame del muro piacentino e sono ancora troppi gli errori al servizio dei gialloblù che subiscono sul tabellone quando siamo 11-9. Jaeschke trova due punti importanti sottorete, ma Piacenza si fa sentire col muro di Clevenot, mantenendo il vantaggio fino agli scambi finali. Set ball in mano a Baranowicz, tutto il cuore gialloblù nel muro che respinge il tentativo, ma Mousavi trova il colpo decisivo.

3° set: Ora tocca a Verona prendersi un mini vantaggio, gli attacchi di Jaeschke e il muro tengono avanti i gialloblù sul 5-7. Super ace di Kaziyski, Piacenza insegue ma Verona contiene bene in difesa. Il turno in battuta di Mousavi, però, è letale, l’ace dell’iraniano vale il sorpasso sul 17-16. Tutto il cuore gialloblù per il controsorpasso, in un set infuocato, tutta la classe di Matey Kaziyski nella sua parallela che sfonda il muro piacentino, e poi nella slash che vale il +2. Ci pensa Jensen a chiudere il set, una grande prova di squadra che riapre la gara.

4° set: A questo punto, la lotta è su ogni punto. Ace di Jensen che certifica una grande prova di carattere sul 7-8, Verona resta lì anche approfittando di alcuni servizi imprecisi da parte di Piacenza. Piacenza riesce a tenere avanti un piede, l’ace di Clevenot fa male sul 16-14 e Verona va in difficoltà. Piacenza trova un break importante, Jensen chiude con personalità uno scambio lunghissimo sul 21-18. Ma Piacenza riesce  raggranellare gli ultimi punti, match ball rimandato dall’attacco di Jaeschke, ma poi sigillato da Clevenot.

Le parole di coach Stoytchev al termine del match: “Sapevamo che sarebbe stata difficile, per la qualità degli avversari. Nel primo set non riamo riusciti a farci valere in contrattacco, loro ci hanno poi attaccati con battute molto forti. Nel secondo set eravamo lì, in alcune occasioni potevamo fare meglio, ma loro si sono comportati benissimo. Il terzo set? Abbiamo cambiato rotazioni e ha funzionato, peccato non sia bastato per il risultato finale. Spirito? Ha fatto due allenamenti, ha dato quello che poteva in campo, gli manca ancora il ritmo partita, ma è normale. E vale lo stesso per Kaziyski, noi avevamo l’obiettivo primario di non mollare, di fare il nostro meglio per lavorare in vista delle prossime partite. Ora abbiamo dieci giorni per alzare il livello di gioco”.

Le dichiarazioni di Luca Spirito al termine della partita: “Dobbiamo ripartire dal terzo set, prima del giro di infortuni avevamo trovato un buon ritmo di gioco, oggi abbiamo provato a riprenderlo, non ci siamo riusciti per vari motivi. Ci sono diverse cose da migliorare, io ero fiducioso di tornare per questa partita, è andato tutto bene, la squadra è ottima ma dobbiamo trovare i giusti meccanismi per affrontare queste squadre di nuovo ai playoff. ”

TABELLINO

GAS SALES PIACENZA – NBV VERONA 3-1 (25-17, 25-19, 23-25, 25-20)
GAS SALES PIACENZA: Polo 2, Russel 22, Izzo ne, Scanferla (L), Candellaro 3, Tondo 0, Antonov 0, Grozer 14, Botto ne, Fanuli (L), Clevenot 15, Mousavi 13, Finger 0, Baranowicz 2. All. Bernardi

NBV VERONA: Kaziyski 18, Magalini ne, Caneschi 7, Peslac ne, Aguenier 5, Asparuhov 0, Jensen 8, Spirito 2, Jaeschke 15, Zanotti ne, Donati (L), Bonami (L). All.: Stoytchev.
ARBITRI: Zavater, Caretti
STATISTICHE
Gas Sales Piacenza: attacco 61%, ricezione 49% (perfetta 22%), muri 5, battute: ace 8, sbagliate 17. NBV Verona: attacco 52%, ricezione 51% (perfetta 22%), muri 5, battute: ace 4, sbagliate 16
NOTE
Spettatori: porte chiuse. MVP: Mousavi. Durata dei set: 23’, 25’, 34’, 33’. Totale: 1h 55’