Il Pool Libertas Cantù conquista un punto contro Cuneo

POOL LIBERTAS CANTU’ 2

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA SAN BERNARDO CUNEO 3

(25-19, 18-25, 20-25, 25-21, 13-15)

POOL LIBERTAS CANTU’: Coscione, Motzo 21, Hanžić 21, Sette 9, Mazza 7, Copelli 13, Butti (L1), Pietroni, Princi, Bortolini. NE: Salvador, Rota, Pellegrinelli, Pirovano (L2). All: Battocchio, 2° All: Zingoni, 3° All: Redaelli (battute vincenti 4, battute sbagliate 18, muri 9).


BANCA ALPI MARITTIME ACQUA SAN BERNARDO CUNEO: Pedron, Pereira Da Silva 29, Preti 8, Botto 16, Codarin 3, Sighinolfi 10, Bisotto (L), Filippi, Vergnaghi, Tallone 5. N.E.: Rainero, Lilli. All: Serniotti, 2° All: Casale (battute vincenti 4, battute sbagliate 18, muri 6).

 

Arbitri: Angelo Santoro (Varese) e Stefano Nava (MB)

Addetto al videocheck: Mykyta Nikitin Gentile

 

Tie-break all’esordio in campionato nella stagione 2021-2022 di Serie A2 Credem Banca tra Pool Libertas Cantù e BAM Acqua San Bernardo Cuneo. Alla fine ad uscire vincitori dalla battaglia del PalaFrancescucci sono stati i piemontesi, più concreti nei momenti che contano e con un Wagner da 29 punti alla fine. Da segnalare la prima partita come capitano del libero Luca Butti, da 13 stagioni in maglia canturina.

Coach Matteo Battocchio schiera Manuel Coscione in cabina di regia, con Matheus Motzo opposto, Felice Sette e Tino Hanžić schiacciatori, Federico Mazza e Riccardo Copelli centrali, e Luca Butti libero, alla sua prima da Capitano del Pool Libertas Cantù. Coach Roberto Serniotti risponde con Matteo Pedron al palleggio, Wagner Pereira da Silva opposto, Alessandro Preti e Jacopo Botto schiacciatori, Lorenzo Codarin e Nicholas Sighinolfi centrali, e Bisotto libero.

A inizio primo set il Pool Libertas parte forte con i suoi schiacciatori, e si lancia 6-3. La BAM Acqua San Bernardo, però, non molla, e impatta a quota 12, aiutata da qualche errore dei canturini. Si prosegue punto a punto fino all’invasione aerea di Pedron confermata dal videocheck che permette a Cantù di riportarsi avanti. Il muro dei lombardi funziona bene, e Coach Serniotti è costretto a chiamare due time-out a breve giro (19-16 e 23-17). Wagner e Preti cercano di far rientrare Cuneo, ma un’invasione di Codarin consegna il set ai brianzoli (25-19).

Il secondo set inizia in parità fino ai due errori consecutivi del Pool Libertas che lanciano la BAM Acqua San Bernardo sul +2 (5-7). Due ace consecutivi di Wagner e Cuneo allunga (8-12). Al rientro in campo gli ospiti alzano il muro e piazzano il parziale decisivo di 0-5 (12-19), che riescono a difendere fino alla fine. Chiude un servizio in rete di Hanžić (18-25).

A inizio terzo set Wagner va in battuta e piazza una serie micidiale lanciando i suoi 1-6, e Coach Battocchio ferma il gioco. Al rientro in campo si prosegue lottando palla su palla, ma la BAM Acqua San Bernardo Cuneo ricaccia indietro tutti i tentativi di rimonta canturina. Chiude una pipe di Botto (20-25).

A inizio quarto set Wagner prova a replicare quanto fatto nel parziale precedente (1-3), ma Motzo non ci sta, e sul suo turno in battuta piazza un parziale di 5-0 che ribalta la situazione (6-3). Si prosegue lottando palla su palla, e un muro di Copelli lancia il Pool Libertas sul massimo vantaggio, costringendo Coach Serniotti a fermare il gioco (17-12). La BAM Acqua San Bernardo, lentamente ma inesorabilmente, torna sotto, costringendo Coach Battocchio a chiamare time-out (21-19). Al rientro in campo uno scatenato Hanžić (21 punti a fine match per lui) martella da ogni posizione del campo, ed è una sua pipe a mandare l’incontro al tie-break (25-21).

All’inizio del quinto e decisivo set, il Pool Libertas prova a scappare subito (3-1), ma la BAM Acqua San Bernardo non molla e impatta a quota 6. Si prosegue lottando palla su palla, con nessuna delle due squadre che indietreggia di un centimetro. Hanžić e Sette portano Cantù al doppio vantaggio, con Coach Serniotti a fermare il gioco (12-10). Sono però tre errori consecutivi dei canturini a ribaltare la situazione e a costringere Coach Battocchio a chiamare i suoi due time-out in breve tempo (12-13). Al rientro in campo due palle gestite male dai canturini consegnano set e match a Cuneo (12-15).

Queste le parole di Coach Battocchio a fine partita: “Per come si era messa al termine del terzo set, direi che questo è sicuramente un punto conquistato. Credo che questa squadra, però, debba crescere ancora un po’ in personalità, ed è normale. Le squadre giovani sono così, hanno un po’ di alti e bassi, e bisogna avere molta pazienza. Fino al 12-10 del quinto set era stata tutto sommato una partita molto positiva, poi è stata un mezzo incubo: l’abbiamo buttata via noi con tre errori diretti e una ricezione sbagliata. Il rammarico c’è, ed è giusto che ci sia per non restare nella mediocrità”.