La Lube respinge la Consar RCM

Niels Klapwijk contro il muro Lube

La formazione ravennate non può nulla contro la forza dei campioni d’Italia

Un buon secondo set, la miglior versione stagionale di Vukasinovic, recuperato dall’attacco febbrile, nei primi due parziali (86% e 80% di positività in attacco), la regolarità di Klapwijk, tornato in doppia cifra, e una prestazione più incisiva rispetto a quella di domenica scorsa contro l’uragano Perugia. La Consar RCM lascia l’Eurosuole Forum di Civitanova con una sconfitta per 3-0 ma con queste note colorate a cui affidarsi. I campioni d’Italia della Lube Civitanova si rivelano un ostacolo insormontabile: non fanno sconti di alcun tipo e vanno a prendersi la settima vittoria di fila. La Consar RCM guarda già al match di sabato sera al Pala de Andrè contro l’Allianz Milano per provare a tornare a fare risultato.

I sestetti Vukasinovic recupera e coach Zanini lo schiera in attacco insieme a Ljaftov in un sestetto confermato con la diagonale Biernat-Klapwijk, i centrali Erati-Comparoni e il libero Goi. Nella Lube, indisponibile Zaytsev e convalescente Juantorena, coach Blengini concede un turno di riposo a Kovar e Simon, inserendo nello starting six Yant in attacco con Lucarelli) e Diamantini al centro con Anzani.

La cronaca della partita Un break di 3 punti manda la Lube subito al +4 (6-2). Un ace di Erati permette a Ravenna di accorciare le distanze (8-6) ma la squadra di casa non concede spazi a ulteriori rimonte, anzi sull’asse Garcia-Yant aumenta i giri del suo motore, prende un margine di 6 punti (16-10) e poi va ad aggiudicarsi il set.
Parte forte nel secondo set la Consar RCM, con piglio aggressivo e un gioco più incisivo e si porta sull’1-4. La Lube fatica di più adesso, insegue e aggancia la parità a quota 7. Si apre una fase di continui cambi palla prima che sul punteggio di 14 pari Garcia trovi i due ace dell’allungo (17-14) che la Consar RCM non riesce a rintuzzare. Yant con un attacco in diagonale chiude il set.
Partenza sprint nel terzo set per la Lube che vola sul 5-1. Nella Consar RCM, partita con Ulrich al posto di Ljaftov, sono Vukasinovic con un potente attacco e Klapwijk con un ace a propiziarne l’avvicinamento (5-4). Garcia con altri due servizi vincenti (diventano così 5) e due punti di Yant sono la replica dei padroni di casa che confezionano il break di 4 punti (11-5). Goi e compagni provano a riprendere in mano il filo del set ma la Lube sbaglia poco e conduce in porto agevolmente il set e la partita.

Il commento del capitano “Abbiamo iniziato in modo soft: ci capita spesso e dobbiamo assolutamente cercare di cambiare – è l’analisi di Riccardo Goi – soprattutto contro squadre di questo livello perché non ce lo possiamo permettere. Sicuramente abbiamo fatto una partita migliore rispetto a quella con Perugia ma ovviamente non basta perché questi sono top team e ti lasciano veramente poco. Cerchiamo di prendere quel che di positivo è emerso dalla nostra partita di questa sera perché sabato scendiamo di nuovo in campo contro Milano e dobbiamo cominciare a fare iniziare il nostro campionato e a fare punti”.

Il tabellino

Civitanova-Ravenna 3-0
(25-18, 25-19, 25-16)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 2, Garcia Fernandez 14, Anzani 9, Diamantini 5, Lucarelli 5, Yant 15, Balaso (lib.), Marchisio, Penna. Ne: Kovar, Sottile, Juantorena, Jeroncic (lib.), Simon. All. Blengini.
CONSAR RCM RAVENNA: Biernat, Klapwijk 12, Erati 5, Comparoni 5, Vukasinovic 11, Ljaftov 1, Goi (lib.), Queiroz 1, Ulrich 3, Orioli. Ne: Pirazzoli (lib.), Dimitrov, Candeli, Fusaro. All.: Zanini.
ARBITRI: Pozzato di Bolzano e Giardini di Verona.
NOTE: Durata set: 25’, 26’, 24’ tot. 75’. Civitanova (7 bv, 9 bs, 9 muri, 6 errori, 55% attacco, 47% ricezione, 32% perf.), Ravenna (5 bv, 17 bs, 2 muri, 8 errori, 41% attacco, 34% ricezione, 19% perf.). Spettatori 1166 per un incasso di 15.144,41 euro. Mvp: Garcia.