Lorenzo Milesi, il gigante buono è il giocatore di aprile

Lorenzo Milesi, bergamasco classe 91 di 202 cm, silenziosa colonna centrale bergamasca che ha sostenuto durante l’anno i ritmi di una doppia vita lavorativa, disegnatore in azienda di giorno e atleta professionista la sera, ha conquistato e convinto tutti: efficiente a muro e in attacco, una fisicità poderosa e un savoir faire degno dei migliori campioni decorati di Superlega. Umile e determinato sempre in ogni contesto, sempre un grazie e una buona parola rivolto allo staff e ai compagni, ha saputo trasmettere a tutti grandi valori sportivi ed è diventato un esempio anche per i più giovani. Nel mese di aprile, a ritmo play off si è distinto anche come bravo comunicatore, sapendo spingere i compagni dopo una sconfitta, con la sua solita pacatezza ma risolutezza di un “gigante buono”

Per questi e tanti altri motivi si è conquistato il titolo di giocatore di aprile a detta di compagni, staff e stampa.

 

La Stampa

Eugenio Sorrentino Terzo Tempo Sport Magazine: ” Nel volley il centrale è un po’ l’elemento di contrappunto e nel gioco a muro è necessario che chi ricopre questo ruolo abbia la capacità di effettuare il movimento con i tempi giusti e in sintonia con il compagno di linea. Lorenzo Milesi possiede questa capacità e dimostra quanto sia importante non quanto tempo si stia in campo, bensì quanto efficace possa essere il gioco prodotto nel momento in cui il coach chiama in causa. In questa stagione Milesi ha accumulato esperienza e creato una perfetta simbiosi con gli altri componenti il roster. Merita il titolo di giocatore del mese, dimostrando di restare concentrato soprattutto nei momenti difficili e proponendosi come collettore e finalizzatore nei cambi di gioco”

Silvio Molinara, L’Eco di Bergamo:” Lorenzo Milesi, un bergamasco DOC al centro dell’attacco dell’Agnelli Tipiesse. Non ha mai giocato lontano da Bergamo e dopo la lunga trafila nelle giovanili è arrivato il debutto in B con l’Olimpia. Negli ultimi due anni è arrivato il salto di qualità, grazie a Battocchio a Cisano e a Graziosi all’Agnelli Tipiesse. È diventato uno dei più forti centrali della A2 e con il suo contributo sono arrivate la seconda Coppa Italia e il primo posto in classifica al termine della regular season.”

Giuliana Lorenzo de Il Giorno:”Lorenzo Milesi ha chiuso un’altra stagione con la formazione bergamasca: da anni, infatti, il centrale ha fatto dei colori orobici una seconda pelle. Quest’anno anche se con il rammarico finale ha anche sollevato la Coppa Italia. In tutta la stagione ha avuto un rendimento sempre costante e si è confermato anche nell’ultimo mese in fase play off con i suoi muri. Il lombardo ha chiuso nella top 20 del rendimento dei centrali di A2: segno che le sue prestazioni abbiano contribuito all’ottima annata dell’Agnelli. Ora dovrà alzare ancora il livello per confermarsi punto di riferimento di questa squadra.

Roberta Resnati, Volleynews:” “Poche parole e molti fatti”. Questa è la definizione con la quale si potrebbe definire Lorenzo Milesi: pacato in campo ma, ogni volta che c’è bisogno di lui, si fa trovare sempre presente. Che sia un’alzata del palleggiatore Finoli, un muro per contrastare gli avversari senza dimenticare anche gli ottimi turni in battuta e le difese delle quali si è reso protagonista molte volte. Il centrale classe ’91 rispecchia proprio, parafrasando il calcio, il ruolo del “mediano”, oltre ad essere la vera bandiera di questa Bergamo dato che difende i colori della città orobica dal 2010. Unico impiegato e pallavolista della squadra, appena sveste i panni del disegnatore si catapulta in palestra e i compagni si vede che lo rispettano e lo apprezzano e lui, in questa stagione, li ha ripagati con un buon 56,2% in attacco.”

Francesco Jacini, Baloo volley:” Un giocatore esperto e maturo, cresciuto moltissimo nelle ultime due stagioni, ha contribuito ampiamente a difendere il fortino di Bergamo, un’”apertura alare” impressionante, molto prestante fisicamente e porta con sè un grande carisma e umiltà che lo inseriscono tra i grandi giocatori che ogni allenatore vorrebbe nella sua rosa.

I compagni

Gianluca Signorelli:” Lorenzo è un ragazzo che quest’anno ha faticato più di tutti perché oltre al lavoro in palestra è l’unico della squadra che lavora durante la giornata ed è stato molto bravo a far conciliare entrambe le cose…in palestra è una persona piacevole e disponibile che ha messo la sua esperienza a servizio di tutti specialmente dei più giovani.”

David Umek:“Nonostante sia il più “vecchio” della squadra, è uno di quelli che scherza di più e con sempre la battuta pronta! Una delle cose che ammiro di Lorenzo e come riesca a conciliare lavoro e gli allenamenti. Nonostante lavori ogni giorno riesce sempre a dare il massimo anche ad allenamento. Non deve essere facile non avere tempo libero per se stessi ed essere così incisivo nella nostra squadra.”

Lo staff

Daniele Busi, secondo allenatore:’Lorenzo l’ho conosciuto quando era ancora un bambino (già di 2 metri) in occasione di tornei estivi organizzati nella nostra valle. Da buon brembano, Lore è un gran lavoratore, una persona umile e determinata che sa farsi voler bene da tutti. Dalla sua bocca non manca mai la parola “grazie”,cosa ormai sempre più rara ai nostri tempi. Sotto l’aspetto tecnico, Lorenzo è molto diligente, sa mettere in pratica le indicazioni fornite dagli allenatori. È molto equilibrato, infatti si fa rispettare sia in attacco che a muro. La sua arma in più resta però il servizio :una battuta jump float molto tesa e difficile da ricevere.”

Sirio Tomaino, team manager:”Lorenzo Milesi con la sua mole mi fa venire in mente una vecchia pubblicità “Gigante pensaci tu!”
Gigante sicuramente lo è; forte dei suoi 202 cm. Parecchie volte ho assistito ai commenti degli addetti ai lavori o semplicemente al pubblico nei palazzetti (ndr. Come ci manca!!), e questi erano tutti sulla sua prestanza fisica e sulla preoccupazione di come difendere i suoi palloni e come attaccare il suo muro invalicabile. “Pensaci TU”.. Sicuramente in tutta la sua carriera, soprattutto nel lungo periodo che ha militato nelle file della Pallavolo Cisano e in quest’ultima stagione nella Agnelli Tipiesse, tantissime volte ci ha pensato “Lui”..; o con le sue manone a muro o con i suoi primi tempi in attacco, di Jo Condor ne ha fermati e puniti parecchi.
Resta sempre e comunque un “Gigante buono” conoscendolo è un ragazzo assolutamente tranquillo gentile e.. Lorenzo Milesi #1″

Marta Gamba nutrizionista: “Lorenzo è un lavoratore, ma di quelli che abbassano la testa e vanno dritti fini al loro obiettivo. E c’è da dire che il suo obiettivo l’ha raggiunto! Lo ammiro tantissimo per la sua costanza e passione: non penso sia facile lavorare tutto il giorno e poi arrivare in palestra fresco e allenarsi. Eppure ha dimostrato che “volere è potere” e ha messo il timbro bergamasco in questa squadra.”

Roberto Marini, fotografo:‘ Lore, il gigante centrale della valle Brembana. Sono tanti anni che lo vedo giocare e ha sempre dimostrato tanto impegno. Una garanzia il “muratore di San Giovanni Bianco “. Se in campo si sente qualcuno che durante un’ azione di gioco grida: “Beppe Beppe “ è lui che chiama palla. Un ragazzo in gamba non solo nella pallavolo ma anche fuori, ho avuto il piacere di parlare con lui di lavoro e ho notato tanto entusiasmo anche in quello, se io fossi un imprenditore lo assumerei subito. Bravo Lorenzo il nostro pilastro al centro.”

Foto: Giuliani

Linda Stevanato-Ufficio stampa Agnelli Tipiesse