Si ferma ai quarti il cammino di Milano in Coppa Italia

L’Allianz Powervolley, priva di Piano e Pesaresi, si arrende a Trento per 3-0

IN SINTESI: Sconfitta con onore per l’Allianz Powervolley nel match valido per i quarti di finale della Del Monte Coppa Italia. Gara ad eliminazione diretta che premia i padroni di casa di Trento che battono una coriacea Milano (priva di due pedine centrali come Piano e Pesaresi) con il punteggio finale di 3-0 (25-22, 25-21, 25-21). Sono i trentini a staccare così il pass per le Final Four di Bologna (30-31 gennaio), mentre i meneghini si fermano per il terzo anno consecutivi ai quarti. I ragazzi di coach Piazza, nonostante le assenze, hanno provato a sovvertire il pronostico della viglia ma senza esito giocando però con coraggio. A fine partita è il centrale sloveno Kozamernik a commentare la partita: «Non è stato facile combattere con una squadra come Trento che ha nel servizio un’arma molto forte. Noi, dal canto nostro, non abbiamo trovato quella continuità in battuta che ci serviva e questo ha fatto la differenza».

TRENTO – Per il terzo anno consecutivo si interrompe ai quarti di finale il cammino dell’Allianz Powervolley nella Del Monte Coppa Italia. Nel match ad eliminazione diretta di Milano contro Trento sono i padroni di casa dell’Itas Trentino a conquistare il pass per le Final Four di Bologna, in programma il 30 ed il 31 gennaio. 3-0 il punteggio finale con cui i meneghini, privi di due titolari come Piano e Pesaresi, devono purtroppo arrendersi al cospetto dei trentini che proseguono la loro marcia stagionale toccando 16 vittorie consecutive.

Non riesce a sovvertire il pronostico della vigilia l’Allianz Powervolley. Alla BLM Group Arena, nel remake dei quarti di finale della coppa tricolore della scorsa stagione, il verdetto del campo è ancora a favore di Trento. Milano, dal canto suo, ha dovuto fare a meno di due giocatori chiave come Matteo Piano e Nicola Pesaresi: il primo alle prese con un disturbo lombare, il secondo uscito anzitempo nella partita di domenica scorsa contro Padova per un risentimento muscolare adduttorio. Due assenze pesanti che, contro una squadra ricca di campioni come quella guidata da Angelo Lorenzetti, sono risultate determinanti nonostante il buon momento che la squadra stava attraversando grazia anche al recupero a tempo pieno di Jean Patry. 25-22, 25-21, 25-21 i parziali finali del confronto che tuttavia non rendono pienamente onore della prova che Sbertoli e compagni hanno offerto durante il corso almeno dei primi due set. Non è mancata la voglia di lottare, anche quando la distanza, punteggio alla mano, è diventata importante. Non è mancato il coraggio, qualità di cui il gruppo meneghino può essere orgoglioso al netto del risultato finale. La Final Four rimane così un sogno, ma se la scorsa stagione la sconfitta proprio contro Trento aveva consegnato amarezza e delusione per un’occasione sprecata, quest’anno la squadra esce dal campo con onore e con la consapevolezza di aver giocato utilizzando tutte le energie possibili contro una corazza come l’Itas, sprecando anche qualche occasione che avrebbe potuto dare un volto diverso al match.

A fine partita è il centrale sloveno Kozamernik a dare la sua interpretazione al match: «Non è stato facile combattere con una squadra come Trento che ha nel servizio un’arma molto forte. Noi, dal canto nostro, non abbiamo trovato quella continuità in battuta che ci serviva e questo ha fatto la differenza. Adesso ci aspettano le ultime partite di campionato che sono molto importanti: dobbiamo ricominciare e dobbiamo fare il nostro. Dobbiamo sfruttare le nostre chances per arrivare in alto».

CRONACA

Primo set:
Piazza deve rinunciare a Piano e Pesaresi: al loro posto Mosca e Staforini. Primo break Milano con l’attacco mani out di Jean Patry (4-6). Altro punto Allianz Powervolley con il muro di Sbertoli su Lucarelli (4-7). Trento raggiunge subito il 7 pari con l’errore di Maar e l’attacco vincente di Michieletto. Vantaggio Itas con l’ace di Lucarelli (9-8) con un altro break trentino con Nimir (10-8). Gran primo tempo di Kozamernik (12-10) sull’ottima ricezione di Staforini, con l’invasione Trento che porta Milano a -1 (14-13). La parità arriva con il muro di Mosca su Lisinac (14 -14), con Ishikawa che firma il 17 pari sull’appoggio di Staforini. Break Trento con la diagonale di Nimir (19-17), con il primo tempo millimetrico di Mosca (22-21). Il primo tempo di Lisinac chiude il primo parziale 25-22.

Secondo set:
Nimir a servizio trova prima l’ace e poi la ricezione slash di Milano che porta al primo tempo vincente di Podrascanin (3-1). Muro vincente di Kozamernik su Nimir per il 4-3, poi primo tempo di Mosca su assist in bagher rovesciato di Sbertoli (8-5). Errore di Maar che apre la strada al +5 di Trento (10-5), con il canadese che prova a riscattarsi con l’ace dell’11-6. Parallela di Jean Patry vincente per il 15-11, con il francese che chiude il break per il -3 (16-13). Diagonale millimetrica di Lucarelli che porta Trento sul 18-14, poi Weber ed Ishikawa per il 20-17. Smash Patry e Milano si rifà sotto (21-19) con il time out chiamato da Lorenzetti. Spinge di nuovo sull’acceleratore Trento e con Nimir si conquista il 24-19, poi il parziale si chiude sulla diagonale di Lucarelli per il 25-21.

Terzo set:
Ishikawa sigla il 3-3 in avvio, con il break di Trento con il tocco di seconda di Giannelli (7-5). Urnaut spreca la palla del possibile 8-8 e, sull’azione successiva, Lucarelli dai 9 metri sigla l’ace del 10-7. Mosca in primo tempo prova a rendere meno pesante il passivo (15-9), con la palletta di Ishikawa che vale il 17-12. Maar in pipe ed il mani out di Ishikawa consegnano un break all’Allianz Powervolley (20-14), con lo smash di Kozamernik sul servizio potente di Ishikawa per il 22-17. Ancora Milano con la diagonale di Maar (23-19), con il muro di Mosca su Nimir (23-20). L’errore di Patry al servizio pone fine al match (25-21).

TABELLINO

ITAS TRENTINO – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: 3-0 (25-22, 25-21, 25-21)

Itas Trentino: Argenta 0, Michieletto 7, Rossini (L), Lucarelli 11, Giannelli 3, Kooy 1, Nimir 17, Sosa 0, Podrascanin 5, Lisinac 6. N.e.: Cortesia, Sperotto, De Angelis (L). All. Angelo Lorenzetti.

Allianz Powervolley Milano: Staforini (L), Kozamernik 6, Daldello 0, Sbertoli 1, Maar 8, Weber 1, Patry 7, Mosca 8, Ishikawa 11, Urnaut 2. N.e.: Basic, Meschiari, Piano, Pesaresi (L). All. Roberto Piazza.

NOTE 

Durata set: 29’, 25’, 25’. Durata totale: 1h e 16’.

Itas Trentino: battute vincenti 5, battute sbagliate 15, muri 5, attacco 66%, 53% (27% perfette) in ricezione.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 1, battute sbagliate 16, muri 4, attacco 51%, 44% (17% perfette) in ricezione.

Arbitri: Zanussi – Puecher. Terzo Arbitro: Pettenello.

Impianto: BLM Group Arena di Trento.

MVP: Nimir

Credit photo: Stefania Marone