SOGNO A2: SI COMINCIA CON GARA 1

MOTTA DI LIVENZA – Siamo finalmente giunti alla finale (l’altra si giocherà tra la Delta Group Rico Carni Portoviro e la Gamma Chimico Brugherio) dei playoff A3 targati CREDEMBANCA, quella finale che a momenti è sembrata magari lontana, forse lontanissima, ma mai irraggiungibile. E’ arrivata nel modo migliore, soffrendo fino alla fine, eliminando prima Torino e poi Pineto solo in gara tre contro due formazioni che davvero si sono rivelate avversari di assoluto valore. I leoni ci hanno messo cuore, grinta, coraggio e oggi siamo qui pronti a raccontare un’altra storia, a presentare un’altra gara uno, questa volta però quella della finale.

L’HRK Motta di Livenza al PalaGrassato domenica incrocerà le armi contro la Med Store Macerata, squadra che i biancoverdi hanno incontrato in regular season il 29 novembre e il 28 febbraio trovando due importanti vittorie. Ora quelle vittorie sono archiviate e poco contano, anzi potrebbero essere proprio uno stimolo per i  ragazzi di coach Di Pinto che arriveranno sulle rive del Livenza per cercare una sorta di rivincita, come ha espresso in settimana lo stesso Di Pinto:” Ci avrei voluto rigiocare perché Motta di Livenza è l’unica formazione con cui abbiamo perso in campionato entrambe le volte”. La Med Store dopo essersi classificata terza in campionato, ha scalzato in questi playoff prima la Sa.Ma Portomaggiore e poi l’AurispaLibellule Lecce e arriva pronta per giocarsi tutto come tutti in questa serie che regalerà l’A2.

Con ogni probabilità Adriano Di Pinto dovrebbe schierare Monopoli al palleggio e Dennis opposto, Margutti e Ferri laterali, Calonico e Pizzichini (ex della Gara) al centro e Gabbanelli libero. “el comandante” Pino Lorizio dovrebbe rispondere con Alberini in regia e Gamba sulla sua diagonale, Scaltriti e Saibene attaccanti di posto quattro, Arienti e Luisetto centrali e Battista libero.

Direttori di gara i signori Usai e Marconi

Sarà fondamentale gara uno per i leoni che in casa dovranno sfruttare tutti i vantaggi che può dare il PalaGrassato, Macerata dal canto suo è formazione esperta che non vorrà lasciare nulla di intentato, con giocatori abituati ai grandi appuntamenti (vedi Monopoli, Dennis, Calonico solo per citarne alcuni) che sanno che una gara come questa è partita a sè. Tutto quello fatto fino al fischio d’inizio servirà solo se si avrà il coraggio di metterlo in campo. Sarà difficile, complicato, è pur sempre una finale e nessuno vorrà regalare niente. Bisognerà soffrire e stringere i denti, le difficoltà si possono superare, in fondo chi desidera vedere l’arcobaleno deve imparare ad amare la pioggia.

Appuntamento in diretta streaming domenica 09 maggio ore 19.00 su legavolley.tv

Ufficio Stampa – Giuliano Bonadio – press@pallavolomotta.com