Una Cantù rimaneggiata non riesce nell’impresa di battere Siena

POOL LIBERTAS CANTU’ 0

EMMA VILLAS AUBAY SIENA 3

(20-25, 19-25, 21-25)

POOL LIBERTAS CANTU’: Coscione, Princi 12, Motzo 16, Hanžić 9, Mazza 3, Trovò 2, Bortolini (L1), Pietroni, Salvador 2, Pellegrinelli . NE: Rota, Pirovano, Moreno Garcia (L2). All: Battocchio, 2° All: Zingoni, 3° All: Redaelli (battute vincenti 4, battute sbagliate 9, muri 2).


EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Pinelli 2, Onwuelo 13, Ottaviani 11, Kuznetsov 8, Mattei 11, Rossi 7, Sorgente (L1), Ciulli, Panciocco 1, Tupone (L2) . N.E.: Agrusti, Iannaccone. All: Montagnani, 2° All: Falabella (battute vincenti 2, battute sbagliate 10, muri 10).

 

Arbitri: Christian Palumbo (Cosenza) e Sergio Pecoraro (Palermo)

Addetto al videocheck: Davide Ugolotti

 

E’ un Pool Libertas molto rimaneggiato quello che scende in campo al PalaFrancescucci di Casnate con Bernate per il Christmas Match contro la Emma Villas Aubay Siena. Una partita per lunghi tratti lottata alla pari, ma che i senesi sono riusciti a portare a casa grazie alla maggiore esperienza nei momenti decisivi.

Coach Matteo Battocchio è costretto a schierare una formazione sperimentale, con Manuel Coscione in regia, Matheus Motzo opposto, Tino Hanžić, Ismael Princi (cambio under con Matteo Salvador) schiacciatori, Federico Mazza e Stefano Trovò centrali, e Riccardo Bortolini libero. Coach Paolo Montagnani deve a sua volta rinunciare a Simone Parodi, quindi spazio per Giuseppe Ottaviani in diagonale a Ivan Kuznetsov, con Riccardo Pinelli al palleggio, Samuel Onwuelo opposto, Andrea Mattei e Andrea rossi al centro, e Alessandro Sorgente libero.

Il primo set scorre in equilibrio fino a metà quando il Pool Libertas prova a scappare due volte (13-11 e 15-13), ma viene sempre rimontata dalla Emma Villas Aubay. Si prosegue in perfetta parità fino al turno al servizio di Onwuelo che piazza il break di 0-4 che sarà decisivo (da 19-20 a 19-24). Chiude un attacco di Kusnetsov (20-25).

A inizio secondo set la Emma Villas Aubay prova a scappare subito, e Coach Battocchio ferma tutto (3-6). Al rientro in campo il turno al servizio di Motzo è efficace, e il Pool Libertas pareggia a quota 9. Siena, però, non si disunisce, e con il turno al servizio di Kuznetsov piazza un parziale di 0-6 che sarà poi decisivo (11-17). Cantù lotta palla su palla, ma non riesce a ricucire lo strappo. Chiude un muro di Panciocco (19-25).

Anche nel terzo set la Emma Villas Aubay parte subito a razzo, con Coach Battocchio a fermare il gioco (2-6). Motzo tiene a galla i suoi, ma una pipe di Hanžić che finisce out convince Coach Battocchio a chiamare il suo secondo time-out (8-14). Al rientro in campo il turno al servizio Hanžić permette ai canturini di tornare sotto (15-17), ed è un ace di Salvador a sancire la parità a quota 19. Siena non sta a guardare, e torna avanti con Mattei e Ottaviani (19-22). E’ lo strappo decisivo: il cambiopalla dei toscani funziona alla perfezione, e chiude set e match Rossi (21-25).

Queste le parole di Coach Battocchio a fine partita: “Io credo che i ragazzi siano stati bravi a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Abbiamo provato a fare quello che avevamo visto di poter fare: alcune cose sono andate, altre invece hanno funzionato meno bene. Ne è uscita una sconfitta piuttosto netta purtroppo, perché abbiamo fatto magari qualche sbavaturina quando abbiamo avuto delle opportunità. Però bisogna dare onore al merito ai nostri avversari, che sono un’ottima squadra e sono stati più bravi di noi”.