Vivibanca Torino sciupa troppo e cede a Porto Viro

Il Vivibanca Torino tiene testa per tre set al Delta Group Rico Carni Porto Viro ma alla fine si deve arrendere alla maggiore esperienza dei rodigini che interrompono così la striscia positiva dei torinesi, imbattuti da tre giornate.
Parellini che si presentano con il sestetto tipo: Filippi in palleggio e Gerbino opposto, Gasparini e Richeri ali, Mazzone e Maletto al centro con Martina libero.
Porto Viro risponde con Kindgard e Cuda a comporre la diagonale regista-opposto, Lazzaretto e Vinti in banda, Sperandio e Aprile centrali con Lamprecht e Bernardi ad alternarsi nel ruolo di libero.

Avvio di gara molto equilibrato, con nessuna delle due squadre che riesce a prendere il comando. Sono i padroni di casa a firmare il primo allungo (+3) sul 12-9 grazie ad un attacco di Vinti e un errore di Filippi. Il Vivibanca Torino resta in scia e prima accorcia con una pipe di Gasparini (16-15), poi trova il pari a 18 con un muro di Maletto su Cuda e addirittura compie il sorpasso grazie ad una murata di Mazzone sul primo tempo di Sperandio: 20-19. Da questo momento inizia una fase di continui break e controbreak finchè, dal 27-28, i veneti chiudono con un muro di Sperandio e un attacco di Lazzaretto, sul 30-28 finale.
Il Parella reagisce con forza e nel secondo set parte fortissimo e, grazie anche a tre ace di Gerbino, vola 0-6. Porto Viro non molla e in due giri rientra: 8-8. Ancora break parellino (8-11) e immediata risposta dei rodigini (11-11) che trovano il primo vantaggio sul 13-12. Raggiunti e superati (14-16), i padroni di casa hanno ancora la forza di ribaltare il risultato sul turno di battuta di Cuda (19-16) e di allungare anche successivamente (23-17) per poi chiudere 25-20.
Nel terzo set coach Zambonin inserisce Dordei per Lazzaretto e Simeon risponde con Piasso per Maletto. Anche stavolta, dopo un avvio punto a punto, è Torino a tentare per primo la fuga (da 7-8 a 7-12). Due ace proprio di Dordei riavvicinano Porto Viro (11-13) che trova la parità a 16 col muro di Sperandio su Mazzone. I biancorossoblu si riportano avanti (16-18) ma vengono immediatamente raggiunti e superati: 19-18. E’ sul 22-21 però che i padroni di casa accelerano e chiudono con due break consecutivi sul 25-21.

“Usciamo sconfitti 3-0 con un po’ di rammarico – dice coach Lorenzo Simeon – perchè abbiamo l’impressione di aver lasciato qualcosa per strada. Abbiamo giocato contro una squadra molto forte che ha sfruttato forse il 60% del proprio potenziale, però noi il primo set lo abbiamo regalato, nel secondo siamo partiti 6-0 per noi ma poi abbiamo commesso molti errori e il terzo lo abbiamo di nuovo giocato meglio di loro ma abbamo fatto male la fase di difesa e abbiamo fallito troppi contrattacchi in momenti chiave. Tutto sommato credo comunque sia stata una prestazione incoraggiante e quindi ripartiamo da domenica con Trento”.

DELTA GROUP RICO CARNI PORTO VIRO-VIVIBANCA TORINO 3-0 (30-28, 25-20, 25-21)
DELTA GROUP RICO CARNI PORTO VIRO: Kindgard 2, Cuda 9, Lazzaretto 10, Vinti 11, Sperandio 6, Aprile 6, Lamprecht (L), Dordei 5, Bellia 1, Zorzi, Bernardi (L). N.e: BArgi, Caenazzo, Marchesan. All: Massimo Zambonin.
VIVIBANCA TORINO: Filippi 4, Gerbino 13, Gasparini 13, Richeri 8, Mazzone 5, Maletto 3, Martina (L), Piasso 1, Oberto 1, Matta, Genovesio, Romagnano. N.e: Valente (L). All: Lorenzo Simeon.
Note: Ace: 6-8, Battute sbagliate: 11-14, Attacco 39%-39%, Ricezione 53%(14%)-58%(27%), Muri: 8-3, Errori: 21-30.