Allenamento congiunto con Powervolley: il commento di coach Bertini

Coach Bertini in occasione del primo giorno di preparazione. Ph. Roberto Peli

GARLASCO, 10 settembre 2022 – Primo allenamento congiunto per la Serie A3 del Volley 2001 Garlasco, in settimana ospite di Powervolley Milano, formazione alla sua nona stagione in SuperLega. Giunto alla terza settimana di preparazione, il gruppo affronta la sua prima uscita stagionale sul campo della Tensostruttura Powervolley Academy, misurandosi con la qualità della formazione meneghina, non ancora al completo visti gli impegni dei molti nazionali impegnati al Mondiale.

L’appuntamento di Milano commenta mister Bertininon era una amichevole o test match, ma in tutto e per tutto un “allenamento congiunto”. Dall’altra parte della rete c’erano alcuni elementi di valore assoluto: due centrali di alto livello come Matteo Piano e Marco Vitelli, già titolari in Superlega; un libero, Nicola Pesaresi, unanimemente considerato tra i migliori d’Italia; un ottimo opposto, Klistan Lawrence, che, pur di giovane età, ha dimostrato capacità fisiche, atletiche e anche tecniche di altissimo profilo; e infine uno degli astri nascenti del volley italico, quel Paolo Porro che a soli 20 anni ha stupito tutti alla regia di Milano nel suo primo anno di titolare in A1. Insomma, malgrado mancassero dei pezzi importanti, il test è stato significativo soprattutto per contrastare un asse ricezione-palleggio-attacco, di primo tempo e da posto 1 e 2, davvero forte”.

L’obiettivo dichiarato era quello di iniziare a saggiare le dinamiche di gioco, stimolati dalla qualità messa in campo dalla Powervolley: “Così è stato chiesto ai ragazzi di intenderlo: un allenamento, in un altro luogo, e con i compagni nuovi. Ci sono stati alti e bassi, com’è naturale in questo periodo – continua Bertini – ma sono emersi parecchi elementi significativi, soprattutto in merito alle predisposizioni dei singoli e alle loro prime “relazioni di squadra”. Abbiamo faticato in tutti quegli aspetti che necessitano di “meccanismo”; mentre sono emerse già alcune spiccate caratteristiche individuali. Naturalmente siamo ancora parecchio distanti da una forma ottimale così come da un gioco di squadra… e per fortuna! Altrimenti allenarsi non avrebbe valore!”.

A un mese dalla prima di campionato, ha inizio la serie di uscite che porterà i ragazzi ai nastri di partenza nella migliore condizione. Già oggi si scende nuovamente in campo in un triangolare a Savigliano: “Quella di sabato mattina sarà la prima vera amichevole. In quella occasione non avremo fatto significativi passi avanti nella costruzione della “squadra” ma certamente avremo meno desuetudine a vederci insieme, dentro a quel 9×9” conclude il tecnico.