Il leader della seconda linea c’è: rinnovo per Pesaresi con Milano

MILANO – L’Allianz Powervolley Milano è lieta di comunicare ufficialmente il rinnovo del contratto di Nicola Pesaresi fino al 2023. Il libero in maglia numero 18 rimarrà così all’ombra della Madonnina, difendendo ancora i colori della città.

Prosegue la storia tra Pesaresi e Powervolley: arrivato a Milano nella stagione 2018-2019, per il libero originario di Loreto quello che sta per cominciare sarà il quinto campionato con la società del presidente Lucio Fusaro. Una storia in corso d’opera con il leader della seconda linea che in questi tre anni ha dimostrato le sue qualità sia in campo sia nello spogliatoio. Ormai di casa il libero marchigiano, Milano ha scelto Pesaresi e Pesaresi ha scelto Milano non solo per la possibilità di giocare in un club con cui condivide agonisticamente obiettivi ed ambizioni, ma ha scelto una città dove c’è tutto il potenziale per fare in modo che la pallavolo si ritagli il proprio spazio. Ne è stato un esempio il camp dedicato al Volley organizzato da Milanosport in collaborazione con i giocatori che definiscono lo zoccolo duro dell’Allianz Powervolley, Nicola Pesaresi appunto e il capitano Matteo Piano. Una passione più che un lavoro che sente l’esigenza di essere condivisa e di essere riconosciuta: non esiste modo più autentico che trasferire le proprie emozioni per ciò che si ama fare ai più giovani. Dunque, un unione di intenti intesa a tutto tondo per “Pesa” che ancora una volta vuole fare la differenza dentro e fuori dal campo.

Dello stesso avviso si reputa il primo uomo della panchina, coach Piazza: «Il prolungamento di Pesaresi è indice di continuità da parte di Milano, come con Piano. È un risultato importante anche per me, perché significa che posso contare ancora sul libero che è stato con noi in questi tre anni, che già conosce i movimenti e che quest’anno dovrà ulteriormente migliorare su alcune situazioni, – analizza il tecnico meneghino – dal momento che la squadra che abbiamo allestito è una squadra che gli potrà dare quelle sicurezze che in passato forse non riuscivamo a dare a Nicola. Dovrà mettere del suo qualcosa in più quest’anno, visto che è il capitano del reparto di ricezione e di difesa, reparto in cui quest’anno Milano dovrà fare un salto definitivo».