La Tonno Callipo di scena a Trento per la penultima trasferta della regular season

Il centrale Candellaro: “Affronteremo una delle squadre che in questo momento gioca la migliore pallavolo del campionato, quindi dovremo spingere a testa alta e prendere tutto quello che sarà possibile ottenere. Negli ultimi incontri si sono finalmente visti i frutti del lavoro svolto in palestra da quando si è fermata la girandola degli avvenimenti negativi”.

La Tonno Callipo Volley sarà impegnata domani sera (ore 20.30 – diretta www.volleyballworld.tv) sul campo della BLM Group Arena contro l’Itas Trentino per il recupero della seconda giornata di ritorno. I giallorossi arrivano dalla sfida persa in casa contro Perugia senza nemmeno ottenere un punto, ma con la convinzione di aver giocato un’ottima gara. Non sarà ovviamente agevole contro la squadra di coach Lorenzetti, impegnata nella lotta per il secondo posto contro la Lube Civitanova. Domenica i vibonesi hanno dimostrato combattività e determinazione già messe in campo nell’ultimo periodo, qualità che hanno consentito alla squadra del presidente Pippo Callipo di fare un notevole balzo in avanti rispetto al penultimo posto di un mese fa e che dovranno appalesarsi anche nel match di Trento, per tentare di arrivare allo scontro diretto per la salvezza del 13 marzo in casa di Padova con un margine rassicurante sugli stessi veneti.
Saitta e compagni sono tornati in palestra ieri pomeriggio e già oggi sono partiti alla volta di Trento. I precedenti pendono a favore dei campioni trentini, ed una delle vittorie di Vibo è quella entusiasmante che riporta la firma della ‘squadra-rivelazione’ guidata da coach Baldovin nella scorsa stagione.
La formazione gialloblù è reduce dalla vittoria di domenica a Piacenza per 1-3 che ha consolidato il terzo posto a 48 punti in compagnia della Lube, che però deve recuperare due gare, di cui una proprio domani contro Cisterna. Nel girone di ritorno finora 5 vittorie (a Padova, Monza e Piacenza, ed in casa con Perugia e Taranto) e 3 sconfitte contro Verona, Lube ed in casa con Modena al tie break. Per i trentini a Piacenza c’è stato il rientro di Lavia che ha dato più equilibrio all’assetto di gioco di Lorenzetti, ormai collaudato con la formula dei tre schiacciatori e del ‘falso opposto’. Rientrato anche Podrascanin, seppur poi sostituito alla fine del primo set da D’Heer. Pure per i gialloblù quello di domani sera sarà un test importante in vista della Coppa Italia di sabato prossimo, quando a Bologna si opporrà a Milano per provare ad accedere alla finale.
DICHIARAZIONI. Uno degli ex della contesa è il centrale della Tonno Callipo, Davide Candellaro che ha giocato a Trento due stagioni dal 2018 al 2020. Fiducia del posto-3 vibonese per quanto accaduto nell’ultimo periodo: “Nonostante la sconfitta con Perugia le indicazioni sono confortanti, nel senso che nelle ultime partite abbiamo fatto vedere finalmente i frutti, o quanto meno una parte del lavoro fatto in palestra in questi 2 mesi, soprattutto quando si è finalmente fermata la girandola degli avvenimenti negativi che ci hanno riguardato”. In vista del match di domani sera Candellaro è alquanto chiaro: “Affronteremo una delle squadre che in questo momento gioca la miglior pallavolo del campionato, quindi dovremo spingere a testa alta e prendere tutto ciò sarà possibile ottenere”. Riguardo a questo rush finale infuocato il giocatore della Callipo sottolinea: “Servirà quello che ci stiamo mettendo ultimamente, se non di più in modo da non lasciare nulla di intentato, insomma dovremo raschiare fino in fondo in modo da raccogliere il massimo”. Infine ecco il monito per Trento: “L’atteggiamento da parte nostra deve essere lo stesso che abbiamo avuto con Perugia, ossia che anche di fronte alle loro giocate perfette dovremo resistere ed andare avanti per la nostra strada guardando solo a noi stessi”.
AVVERSARIO. Per l’Itas Trentino è la ventiduesima stagione di attività. Quella in corso è nata all’insegna di tanti cambiamenti nel roster: per iniziare dal saluto del regista azzurro Giannelli, approdato a Perugia; quindi Nimir e Rossini sbarcati a Modena e Lucarelli alla Lube. Di contro sono arrivati giocatori comunque di ottimo livello, ad iniziare dal 37enne bulgaro Kaziyski (16 punti all’esordio con Verona). Per lui si tratta di un ritorno dopo ben sette stagioni trascorse a Trento, vincendo tanti titoli. Quindi il calabrese Lavia da Modena, il palleggiatore Sbertoli da Milano e l’opposto Pinali da Ravenna, tutti e tre reduci dal titolo di Campioni d’Europa, oltre al libero tedesco Zenger arrivato dal Berlin Recycling Volleys. Ancora in gialloblù i riconfermati Michieletto, splendida realtà della Superlega: anche per lui brilla l’oro europeo ed il titolo di Campione Mondiale con l’Under 21. Senza dimenticare i più esperti ed affidabili centrali Lisinac e Podrascanin. In panchina per la sesta stagione di fila il pluridecorato tecnico Lorenzetti, tra gli altri titoli vinti 3 scudetti (2 con Modena 1 con Piacenza), e che anche questa stagione sta confermando Trento ai vertici della classifica.
EX: Davide Candellaro a Trento nel biennio 2018/19-2019/20, Gabriele Nelli a Trento dal 2012/13 al 2016/17 e nel 2018/19; Pier Paolo Partenio a Trento nel 2017/18.
A CACCIA DI RECORD:
In Regular Season: Davide Saitta – 1 gara alle 300 giocate (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)
In carriera: Srecko Lisinac – 12 punti ai 1000, Alessandro Michieletto – 26 punti ai 800 (Itas Trentino), Giovanni Maria Gargiulo – 6 punti ai 700 (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia).
PRECEDENTI. Nettamente a favore dell’Itas gli scontri passati (37) con 31 vittorie, mentre per Vibo Valentia solo 6 successi. Nella gara di andata al PalaMaiata vittoria per 1-3 di Trento, con Nishida autore di 20 punti e Michieletto 17.
Nello scorso torneo una vittoria per parte: all’andata si impose Vibo in Trentino il 25 novembre del 2020. Vinto il primo set 18-25 da Vibo, è arrivato il pareggio trentino 25-22. Quindi doppio 23-25 per i giallorossi a chiudere il match. Rivincita Itas al ritorno imponendosi 3-0 con parziali a 13, 16 e 20. Nei 17 anni di doppi confronti lunghe serie di vittorie di Trento inframmezzate dai pochi successi di Vibo Valentia. Il primo exploit giallorosso, alla nona giornata di ritorno della stagione 2006-07, della Callipo di coach De Rocco al PalaValentia datato 21 marzo 2007, ironia della sorte nell’anno della retrocessione in A2. Vibo si impose 3-2 recuperando sempre dallo svantaggio nei set contro Trento di coach Lattari. Quindi altre 5 vittorie di Trento, per arrivare ad un netto 3-0 della Callipo alla seconda di andata nella stagione 2009-2010. Il tecnico Uriarte di Vibo ebbe la meglio sul collega Stoytchev di Trento in cui giocava l’ex tanto amato Raphael. Il clichè non muta e dopo altre sei vittorie di fila dei trentini, ecco il sussulto giallorosso (1-3) addirittura alla BLM Group Arena nella giornata inaugurale del torneo 2012-2013. Stavolta sulla panchina giallorossa siede Blengini che supera il collega Stoytchev grazie anche ai 26 punti dell’olandese Klapwijk. Puntuale la serie di vittorie, quattro, per l’Itas e quindi ecco l’affermazione di Vibo di Blengini al PalaValentia, stavolta contro il collega Serniotti nella stagione 2013-2014, all’8/a giornata di andata. Dopo due successi di fila di Trento, puntuale il terzo 3-2 a favore della Callipo e sempre in rimonta dallo 0-2, era la stagione 2015-2016. Altre sei vittorie di fila dell’Itas, comprese quelle della scorsa stagione, 2019-2020, entrambe per 3-1. In Calabria Trento, oltre all’anno scorso, vinse anche due anni fa al PalaCalafiore di Reggio Calabria che ospitò le gare interne dei calabresi fino a gennaio 2020.
Ultima vittoria esterna di Vibo contro Trentino: risale alla scorsa stagione (2020-21) quando alla 9/a di andata Vibo sbancò il BLM Group Arena per 1-3 (18-25, 25-22, 23-25, 23-25), col duo Rossard (22 punti)-Defalco (15) trascinatore dell’intero gruppo.
Ultima vittoria interna di Trento con Vibo: risale alla stagione 2019-20, precisamente era il 19 gennaio 2020 per la terza di ritorno. Trento vinse 3-1 (25-23, 25-23, 13-25, 25-21) dopo quasi due ore di gioco. Alla Callipo non bastarono i 22 punti realizzati da De Falco. Tra le file di Trento giocava Candellaro (autore di 7 punti) attuale centrale della Callipo.
PROBABILI FORMAZIONI
ITAS TRENTINO: Sbertoli-Michieletto, Podrascanin-Lisinac, Kaziysky-Lavia, Zenger (L). All. Lorenzetti
TONNO CALLIPO CALABRIA: Saitta-Nishida, Candellaro-Flavio, Fromm-Borges, Rizzo (L). All. Baldovin
ARBITRI: Luca Saltalippi di Torgiano (PG) e Andrea Pozzato di Bolzano (De Nard Andrea)
Video Check: Cristoforetti Cristiano
Segnapunti: Tomasi Andrea

Classifica SuperLega Credem Banca
Sir Safety Conad Perugia 61, Cucine Lube Civitanova 48, Itas Trentino 48, Leo Shoes PerkinElmer Modena 42, Allianz Milano 37, Vero Volley Monza 31, Gas Sales Bluenergy Piacenza 28, Verona Volley 24, Top Volley Cisterna 24, Gioiella Prisma Taranto 23, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 22, Kioene Padova 21, Consar RCM Ravenna 2.

1 incontro in più: Sir Safety Conad Perugia, Vero Volley Monza, Gioiella Prisma Taranto, Kioene Padova.
2 incontri in meno: Cucine Lube Civitanova.
1 incontro in meno: Leo Shoes PerkinElmer Modena.

UFFICIO COMUNICAZIONE
Rosita Mercatante
ufficiostampa@volleytonnocallipo.com