Leonardo Colli ancora Capitano

Il capitano della Kemas Lamipel 2022-23, targata Vincenzo Mastrangelo, sarà ancora Leonardo Colli, il numero 7, lo schiacciatore-ricettore diventato un simbolo dei “Lupi” a soli 26 anni. L’approdo del ragazzo a S. Croce sull’Arno è datato 2014-15. Proveniente dalla serie C maschile del Valdera Volley, classe 1996, 195 cm, lo schiacciatore-ricettore nato a Pontedera si affaccia al Pala Parenti per giocare nella allora Biokimica, militante nel campionato di B1 nazionale. Alessandro Pagliai al tempo ricopre il doppio ruolo di allenatore e direttore sportivo ed è in pratica “l’artefice” dell’operazione in entrata. La squadra si qualifica ai play-off, quell’anno, ma esce subito ad opera di Montecchio. La stagione successiva è quella della svolta. Non in campo (la squadra arriva settima in B1), ma a livello societario: entrano nuovi soci, cambia lo sponsor (Kemas Lamipel) e viene acquisita la serie A2 dal Parrella Torino. Leonardo inizia a farsi largo nella prestigiosa categoria: nel 2016-17 mette insieme 66 gettoni tra entrate e presenze da titolare e…66 punti (9 aces). La squadra affidata a Lorenzo Bertini si qualifica alla poule promozione ma non raggiunge i play-off. L’anno successivo è quello dell’esplosione, di Leonardo e della squadra: con Michele Totire in panchina e Wagner grande trascinatore, la Kemas Lamipel conquista due secondi posti, in regular season e nella Pool A, subendo però una precoce eliminazione nei play-off, ad opera di Spoleto. Colli gioca 101 set (!) in 27 gare, porta a casa 30 aces e totalizza 184 punti. Il 2017-18 è il primo anno in biancorosso per il play Acquarone, compagno fedele di Colli in tutti questi campionati di A2 M Credem Banca. Lo schiacciatore affronta questa e le successive stagioni in un continuo crescendo, oscillando sempre attorno ai 250 punti realizzati e mantenendo una indiscussa titolarità. Nel 2019, alla vigilia della stagione poi bloccata a metà per la pandemia, viene nominato capitano dei “Lupi”. Coach Cezar Douglas, condottiero di quella squadra, commentò: “Abbiamo deciso di nominare lui per una combinazione di caratteristiche che ha: identità con la società, è un esempio di lavoratore e ha personalità nei momenti di difficoltà”. La prossima stagione 2022-23, sarà dunque per Leonardo la nona di fila in maglia biancorossa, la settima in un campionato di A2, la quarta da capitano: basta e avanza per essere definito “bandiera” di questa squadra e di questa società, con la speranza che questa lunga storia d’amore possa continuare ancora per molto e con sempre maggiori gratificazioni.