Lo scontro al vertice è di Perugia: i gialloblù lottano alla pari per tre set

Perugia, 20 novembre 2022

La Sir Safety Susa fa valere il fattore campo, conservando l’imbattibilità stagionale, nello scontro al vertice dell’ottavo turno di regular season SuperLega Credem Banca 2022/23. Al PalaBarton di Perugia questo pomeriggio l’Itas Trentino ha quindi dovuto fare i conti con la quarta sconfitta in campionato, cedendo per 1-3 al cospetto dei lanciatissimi padroni di casa e interrompendo al tempo stesso una striscia di cinque vittorie consecutive.
Di fronte alla squadra che ha sin qui dominato la scena, aggiudicandosi anche il primo trofeo dell’annata, la squadra di Lorenzetti ha però giocato a viso aperto per tre dei quattro set e mostrato momenti di buona pallavolo che, se fossero stati abbinati ad un po’ più di fortuna e determinazione, avrebbero consentito di muovere la classifica anche in questo caso. Le cose migliori della sua serata l’Itas Trentino le ha mostrate nella seconda parte del primo set (vinto per 25-22 dopo essere stata sotto anche 14-18, spinta in avanti da uno strepitoso Lavia) e del terzo parziale, quando è riuscita ad annullare tre set ball agli avversari prima di cedere ai vantaggi. Perugia ha messo sul piatto la solita prestanza fisica a rete (52% in attacco, senza errori diretti e 17 muri), portando in doppia cifra ben quattro giocatori (Rychlicki, Leon, Flavio e Russo). A loro si sono opposti sino alla fine solo Lavia (19 punti con quattro ace ed un muro) e Michieletto (13 con due battute punto e un block), in una serata in cui il sistema di muro-difesa ha contenuto ottimamente la potenza di Kaziyski (2 punti, sostituito dopo due set da Nelli). Complice la sconfitta di Cisterna a Monza e la pausa forzata di Civitanova, i gialloblù restano però ancora al secondo posto in classifica.

Di seguito il tabellino della partita valida per l’ottava giornata di regular season di SuperLega Credem Banca 2022/23 giocata questa sera al PalaBarton di Perugia.

Sir Safety Susa Perugia-Itas Trentino 3-1
(22-25, 25-19, 27-25, 25-13)
SIR SAFETY SUSA: Rychlicki 16, Leon 20, Russo 9, Giannelli 4, Semeniuk 10, Flavio 13, Colaci (L); Plotnytskyi, Ropret. N.e. Herrera Jaime, Solé, Cardenas Morales, Mengozzi. All. Andrea Anastasi.
ITAS TRENTINO: Sbertoli 2, Michieletto 13, Lisinac 5, Kaziyski 2, Lavia 19, Podrascanin 7, Laurenzano (L); Džavoronok 2, Nelli 3, D’Heer 1. N.e. Cavuto, Pace, Berger, Depalma. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Cerra di Bologna e Cesare di Roma.
DURATA SET: 28’, 26’, 33’, 23’; tot. 1h e 50’.
NOTE: 3.664 spettatori, incasso non comunicato. Sir Safety Susa: 17 muri, 6 ace, 22 errori in battuta, 0 errori azione, 52% in attacco, 40% (19%) in ricezione. Itas Trentino: 6 muri, 10 ace, 15 errori in battuta, 11 errori azione, 33% in attacco, 43% (24%) in ricezione. Mvp Russo.

Trentino Volley Srl
Ufficio Stampa