Ravenna, non basta una grande partita per spezzare il tabù vittoria

Con 16 punti, Luca Ulrich ha realizzato la sua miglior prestazione in questo suo primo campionato di SuperLega

Dopo due ore di partita, la squadra ravennate cede alla Gas Sales Bluenergy offrendo una delle migliori prestazioni stagionali

Ci ha creduto la Consar Rcm, capace di impegnare per due ore la Gas Sales Bluenergy nel recupero della prima giornata di ritorno del campionato di SuperLega, sfruttando la miglior prestazione stagionale in attacco di Luca Ulrich (16 punti, con 2 muri e 58% in attacco), e la presenza sempre più rilevante di Bovolenta (6 punti) ma anche la forza di un muro tornato efficace (9 i punti totali). Ma dall’altra parte della rete le tante frecce all’arco di Bernardi hanno permesso a Piacenza di venire a capo di una partita rognosa e di tornare al successo dopo tre ko di fila, con Russell decisivo nel quarto set, tanto da prendersi l’Mvp, e una battuta fastidiosa.

I sestetti Due variazioni per coach Zanini nello starting six: Queiroz in regia al posto di Biernat e Ulrich in attacco sostituisce Orioli. Klapwijk è l’opposto, Candeli e Comparoni la coppia di centrali e Vukasinovic l’altro attaccante, con Goi libero. Due cambi rispetto all’ultima partita anche per coach Bernardi: rientra dall’infortunio Lagumdzija nel ruolo di opposto (il regista è Brizard) e Caneschi al centro rileva Holt in coppia con Cester. L’ex Recine e Russelli sono gli schiacciatori e Scanferla il libero.

La cronaca della partita La partenza della Consar Rcm è buona e la mano di Klapwijk è subito calda. Ravenna va sul 5-2. Candeli piazza l’ace del +4 (8-4). In questa fase la Gas Sales è molto imprecisa in attacco e manda i romagnoli a +5 (11-6), poi però mette a segno un break che la riporta sotto (12-11). Goi e compagni reagiscono e trovano un altro allungo a +4 (18-14), ma di nuovo Piacenza è brava a recuperare fino a trovare la parità a quota 20. Finale di primo set punto a punto, Klapwijk annulla un set ball ma al secondo Piacenza porta a casa il set.
Cambia marcia Piacenza nel secondo set. Gli ospiti partono col piede sull’acceleratore e firmano il +4 (1-5). La Consar Rcm si rianima e comincia a rosicchiare punti (7-9) fino a trovare la parità a quota 10. La reazione piacentina è immediata e frutta un break di 5 punti, che non stende Goi e compagni, capaci a loro volta di reagire e di creare il terreno per la rimonta. Un gran muro di Bovolenta vale il -1 (17-18) e un doppio errore ospite manda Ravenna prima alla parità e poi al sorpasso (22-21). Vukasinovic sigla il 24-22, doppio vantaggio annullato dalla Gas Sales ma al terzo tentativo la chiude Comparoni. Grande equilibrio all’inizio del terzo set, che la Consar Rcm inizia con Bovolenta nel sestetto, con continui cambi palla. La Consar Rcm prende un margine di due punti con (10-8), annullato da Piacenza con il muro dell’11 pari. Si continua in assoluto equilibrio con il sestetto di Bernardi che prende due lunghezze di vantaggio (16-18). Stern piazza l’ace del +3 (19-22), che apre la strada alla conquista del set, ottenuto da un attacco di Brizard.
La Consar Rcm non si arrende: a muro (due di Ulrich e uno di Klapwijk e Bovolenta) costruisce nel quarto set il break di 4 punti con cui ribalta lo svantaggio iniziale (da 4-6 a 8-6), trovando poi il controbreak piacentino per il 10-12, annullato da Klapwijk e da un muro di Comparoni. Sul 14 pari, qualche errore di troppo in casa ravennate spinge la Gas Sales Bluenergy al +3 (14-17), poi sale in cattedra Stern che firma tre degli ultimi quattro punti con cui Piacenza incarta la vittoria.

Il commento di coach Zanini “E’ stata una delle migliori prestazioni della stagione, anche se il risultato ci penalizza. Siamo riusciti a mettere in difficoltà una formazione molto forte, che ha potuto sfruttare le sue ampie soluzioni in attacco concesse dal suo organico. Nel quarto set la loro forza è venuta fuori, soprattutto al servizio, e con essa la differenza fisica e tecnica. Peccato, perchè il primo set potevamo vincerlo e forse avrebbe indirizzato la gara in maniera diversa”.

Il tabellino

Ravenna-Piacenza 1-3
(24-26, 26-24, 22-25, 20-25)

CONSAR R.C.M. RAVENNA: Queiroz, Klapwijk 15, Candeli 6, Comparoni 6, Vukasinovic 11, Ulrich 16, Goi (lib.), Biernat 1, Dimitrov, Orioli, Bovolenta 6. Ne: Pirazzoli (lib.), Ljaftov. All.: Zanini.
GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 6, Lagumdzija 8, Cester 5, Caneschi 10, Russell 12, Recine 10, Scanferla (lib.), Stern 12, Antonov, Rossard 13. Ne: Catania (lib.), Tondo, Pujol, Holt. All.: Bernardi.
ARBITRI: Piperata di Bologna e Mattei di Treia.
NOTE: Durata set: 33’, 34’, 31’, 25’ tot. 123’. Ravenna (2 bv, 15 bs, 9 muri, 9 errori, 42% attacco, 39% ricezione, 12% perf.), Piacenza (7 bv, 19 bs, 10 muri, 12 errori, 48% attacco, 51% ricezione, 32% perf.). Spettatori 527 per un incasso di 4623 euro. Mvp: Russell.