Taranto vince al PalaEstra (1-3)

Taranto espugna il PalaEstra aggiudicandosi il match della nona giornata del campionato di Superlega per tre set a uno. Stefani gioca una grande partita così come fa Larizza al centro. La Gioiella Prisma conquista il primo set, Siena viene fuori nel secondo parziale ma nel terzo sono gli ospiti a riprendere il comando delle operazioni. Per i pugliesi sono tre punti importanti per la classifica.

Primo set Emma Villas Aubay Siena al via con Finoli in cabina di regia e Pinali opposto, Petric e Van Garderen schiacciatori, Mazzone e Ricci al centro, Bonami libero. Taranto inizia con Falaschi e Stefani sulla diagonale palleggiatore-opposto, Loeppky e Antonov in banda, Alletti e Larizza centrali, Rizzo libero.

Taranto comincia con un bel punto dell’opposto Stefani, al quale risponde Van Garderen. Ma gli ospiti con Stefani e Alletti volano immediatamente sull’1-4. Pinali gioca bene sulle mani del muro avversario: 2-4. Il vantaggio dei pugliesi si amplia fino al +4 con l’ace di Aimone Alletti. Pinali non sbaglia, ma dall’altra parte della rete colpisce anche Loeppky: 4-8. Sul 4-9 coach Montagnani chiama time out per parlare con i suoi giocatori. La Gioiella Prisma serve con buona qualità, Petric inventa però due colpi di alta scuola che consentono ai senesi di rimanere a contatto: 6-10. L’attacco dei tarantini mantiene alte percentuali, va a segno anche Antonov. Quando Van Garderen mura Stefani Siena si avvicina: 8-11. Van Garderen riceve bene e poi finalizza con il punto del 9-12. Tuttavia il cambio palla di Taranto funziona in questa fase assai bene: altro punto di Stefani. Al quale seguono i punti break di Loeppky e Larizza per il 9-15.

Pinali continua a realizzare, poco dopo Ricci mura in bellissimo stile Antonov. E quando Stefani spara out le due squadre sono quasi a contatto: 13-16. Dopo il time out chiamato da coach Di Pinto Falaschi trova Loeppky, che dà a Taranto il nuovo +4. Petric e Van Garderen mettono giù due palloni pesanti: è 16-18. Due errori di fila in attacco per la Gioiella Prisma portano alla parità.

Entra Pochini al posto di Petric. Bravissimo Finoli a trovare Pinali, che non sbaglia: 19-19. Pochini riceve assai bene sull’ottimo servizio di Antonov, Van Garderen mette giù. Il muro di Larizza porta i pugliesi sul +2: 20-22. Punteggio ad elastico: il punto di Petric vale il 22-22. Un altro muro di Larizza vale il nuovo +2 ospite: 22-24. Mazzone a segno, Loeppky chiude il primo set sul 23-25. I tarantini chiudono il primo set con il 57% in attacco.

Secondo set Siena ricomincia con maggior piglio. Pinali, Petric e Van Garderen trovano buone giocate che producono punti: locali avanti 9-5. Dai nove metri Pinali realizza l’ace dell’11-6. Che dopo il time out richiesto da coach Di Pinto si ripete con un altro servizio vincente: ora i senesi veleggiano sul +6: 12-6. Combinazione Finoli-Ricci e veloce che dà il 16-13. Come nel set precedente coach Montagnani mette dentro Pochini per Petric. Una bella giocata di Alletti tiene lì Taranto: 17-16. Siena sprinta e allunga: Van Garderen con potenza schiaccia il 21-18. Ancora Larizza in un momento caldo del match, un suo muro vale il 21-20. Dentro anche Ngapeth al posto di Mazzone. Van Garderen colpisce: 23-21. Muro di Fabio Ricci al termine di uno scambio lunghissimo: 24-22. Coach Di Pinto mette Cottarelli al servizio, è Maarten Van Garderen a dare la vittoria nel set ai senesi: 25-23.

Dieci punti per Pinali in questo set, da lui chiuso con il 70% in attacco.

Terzo set Tanto equilibrio sul taraflex. Si arriva sul 7-7 con il punto di Stefani con mani-out sul muro senese. Antonov mura Pinali: 7-8. Con pazienza la Emma Villas Aubay cuce il punto del 9-10 con Mazzone, al quale segue l’ace (il terzo dell’incontro) per Pinali. Pipe di Van Garderen, poco dopo Finoli trova bene Petric ed è ancora punto per Siena.

Stefani continua a sbagliare poco e a rappresentare una sicurezza per la Gioiella Prisma. Lo stesso vale per Pinali dall’altra parte della rete.

L’ace di Petric permette a Siena di mettere la testa avanti: 16-15. Tre punti di fila di Taranto ribaltano tuttavia la situazione. Van Garderen da posto 4 schiaccia con profitto. Ma la Gioiella Prisma è in un momento positivo, l’attacco funziona e arriva anche un’altra murata vincente (saranno 4 per gli ospiti in questo set): 17-21. Pinali bene per il 18-21. In campo ci sono anche Biglino e Raffaelli ed è quest’ultimo l’autore della murata vincente del 19-21. Sul taraflex anche Pereyra al posto di Pinali. Muro di Loeppky: 19-23. Raffaelli a segno: 20-23. Stefani chiude il terzo set con il pallonetto che porta al 20-25.

Quarto set Da segnalare nella prima parte del set un bellissimo salvataggio, praticamente sui led, di Maarten Van Garderen che propizia poi il punto dell’8-8. Taranto mette la freccia con due punti di Stefani: 12-14. Altro muro di Larizza: 12-15. Ancora due muri per Taranto: 13-17. Gli ospiti in serie positiva si spingono fino al +6: 13-19. Confermato dalla veloce chiusa da Alletti. Siena dimezza lo svantaggio e si porta sul -3. Pinali realizza l’ace che vale il 20-22. Stefani ancora a segno, gli risponde Petric. È Stefani a chiudere il set sul 22-25 e quindi il match.