Tmb Monselice esordio casalingo amaro contro S.Giustino

Tmb Monselice: Beccaro 1, Drago 27, Vianello 12, Borgato 9, Kobzev 7, Vattovaz 3, Dainese (L), Dietre 1, De Grandis 1, Monetti 1, De Santi, Perciante, ne Bacchin e Rizzato. All: Cicorella

ErmGroup S.Giustino Pg: Sitti 1, Hirstoskov 28, Cappelletti 15, Sorrenti 7, Quarta 17, Stoppelli 7, Marra (L), Skuodis 2, Antonaci, Daniel, ne Karimi, Cioffi, Cipriani. All: Bartolini

Parziali : 25-23 (27’) 19-25 (25’) 24-26 (31’) 23-25 (27’)

Arbitri: Cecconato Luca e Lorenzin Ruggero

Sconfitta per 3-1 in casa per il Tmb Monselice nella seconda giornata di A3 Credem Banca. San Giustino riesce a far sua la partita in rimonta gestendo meglio i momenti chiave della gara, di fronte ai padroni di casa che comunque, come all’esordio con Montecchio Maggiore, dimostrano di essere una matricola già a livello della categoria. Si torna in campo già mercoledì con la trasferta di Belluno per mettere a frutto le esperienze maturate. Avvio equilibrato nel primo set (6-6), con San Giustino che approfitta di qualche incertezza di Monselice per allungare poco prima di metà parziale (10-7). Il Tmb però non si disunisce e grazie alla battuta torna a contatto con gli ospiti (18-18). Il finale è punto a punto, con un muro di Drago che vale il vantaggio (22-21) e l’attacco di Borgato il set ball subito chiuso sull’errore di San Giustino (25-23).Nel secondo set prova un primo allungo (9-6), ma San Giustino risponde soprattutto con il muro e si costruisce un vantaggio significativo (22-16). La battuta di Drago riporta sotto Monselice (22-19) che però non riesce a concretizzare la palla del meno due e si arrende 25-19.San Giustino in avvio di terzo set si porta avanti (3-0), ma Monselice resta in scia affidandosi nei momenti chiave a muro e battuta. L’ace di Kobzev vale il 16-16, poi nel finale punto a punto i muri di Dietre e ancora Kobzev il 22-22, ma nel finale un ace fortunoso di Quarta, che si arrampica letteralmente sul nastro e dà il 2-1 a San Giustino.Il quarto e decisivo set è ancora equilibrato. Monselice prova un primo break con il muro di Borgato (9-7), ma la battuta riporta avanti San Giustino (ace di Hristoskov per il 13-11 degli ospiti). Monselice si ritrova a inseguire (17-13) e si affida a Drago che prima in attacco e poi dai nove metri propizia il pareggio (20-20). Nel finale punto a punto per San Giustino sale in cattedra Quarta che con un primo tempo e un muro procura ai suoi il match ball che Cappelletti chiude al terzo tentativo.«C’è rammarico proprio perché siamo stati a livello delle avversarie per l’organizzazione, soprattutto nella fase muro difesa – commenta a fine gara Guglielmo Cicorella – In alcuni casi siamo stati anche superiori agli avversari, ma loro sono stati più bravi a gestire l’errore. Dobbiamo rischiare qualcosa in più, ma sono sicuro che queste esperienze ci torneranno utili in futuro».